17°

27°

Arte-Cultura

Resistenza e martirio

Resistenza e martirio
Ricevi gratis le news
0

Il nuovo romanzo di Valerio Varesi «La sentenza» edito dal fedele Frassinelli, permette allo scrittore parmigiano di arricchire non solo quantitativamente il proprio già ricco carniere, ma soprattutto qualitativamente, poiché introduce una dimensione nuova di intendere la realtà e di rappresentarla. Il romanzo è idealmente dedicato a Ubaldo Bertoli e alla sua opera maggiore «La Quarantasettesima» che, come si sa costituisce, tra i libri dedicati alla storia della Resistenza e ai suoi uomini, un testo di primaria importanza. In più, «La sentenza» deve molto alle ricerche compiute da Mario Rinaldi col suo studio storico «Dal Ventasso al Fuso», ricerche che Varesi ha sapientemente usato per percorrere con animo e piede sicuri i sentieri, i boschi, le carraie e i villaggi dell'Appennino parmense senza smarrirsi. Singolare è la sensazione che coglie il lettore appena entra col cuore e la mente tra le pagine del romanzo. Si ha la sensazione, infatti, che Varesi - da ottimo inventore di gialli e e di noir quale è -  abbia concepito queste vicende come le ombre che si riflettono sull'affresco storico e ideale della «Quarantasettesima» bertoliana, e cioè che abbia costruito il rovescio della medaglia prendendo l'avventura dalla parte della cronaca, con un progetto rigoroso di racconto e una sapiente manovra percettiva dei sostrati morali e fisici dei suoi personaggi. Jim e Bengasi «partigiani per caso» lo sono e non lo sono. Bengasi forse sì, lo fa per salvarsi per tirarsi fuori dalla galera della vita che sino ad allora ha condotto. 

Jim, invece, è il commissario del popolo, è vittima consapevole della propria ideologia comunista, combatte per essa e si limita a difendersi, ha una concezione gerarchica della vita. Prima viene il partito, poi vengono gli ordini del partito, poi le storie dei combattenti e solo alla fine si fa posto ai desideri o alle speranze dei combattenti, facendo ben attenzione a non mescolare le idee di chi vince e di chi perde. I primi hanno ragione, gli altri no. «La sentenza» è un romanzo complesso, fino all'ambientazione che narra di luoghi lontani, internati  nel folto dei monti e ricchi di una segreta suggestione fisica e geografica. In questi luoghi vivono e combattono uomini che reagiscono alla violenza e ai soprusi usando loro stessi violenze  e soprusi, ma assistiti dalla certezza che i dolori, le morti, i ricatti e i tradimenti daranno alla fine frutti di bene e di pace. I personaggi che Varesi mette in  scena sin dall'inizio della narrazione posseggono caratteristiche tali da apparire più propriamente  dei simboli. Jim, che non sa nemmeno perché si chiama così (ma un giorno lo capirà) ha un passato cancellato.     Bengasi chiamato così perché è stato nella Legione Straniera, è uno sradicato, buono semmai a menar le mani, ma senza fiducia nel prossimo  e tantomeno  nelle istituzioni, dà e si toglie a seconda di come gli conviene. Il maggiore Holland ed Evelina si mostrano come i più veri straordinari protagonisti della narrazione. Holland sembra un personaggio inventato da un filosofo inglese del Seicento, Locke per esempio, col suo convinto empirismo che qui si veste di tratti drammatici, mentre Evelina, ragazza partigiana d'istinto e non priva di sentimenti e di pulsioni romantiche che nasconde sotto una certa ma ben individuabile rudezza, mostra con semplicità l'intento di Varesi di non cadere nella trappola della tragedia a tutti i costi, e di saper mostrare un trattenuto ma convincente stimolo erotico affettuosamente vivo e sincero. Le tragedie din questa lunga narrazione non mancano e «le cose del mondo» come le chiama Varesi dominano le situazioni generali e particolari senza che nessuna di essa prevalga  sulle altre. In sostanza, il romanzo presenta alla fine una densa e complessa memoria di un'epoca, ma anche uno spaccato sociale e umano che si presenta oggi non molto diverso da quello di allora, tolta la guerra s' intende e il peso delle lotte fratricide. 
Sicché si potrebbe anche dire che Varesi ha composto un romanzo storico d'intensa permeabilità umana, un romanzo posto di fronte alla menzogna e alla morte con il medesimo spirito con cui la vigliaccheria e l'eroismo combattono tra loro. E quando la sentenza verrà eseguita e Jim verrà fucilato, il lettore, anche il meno esperto, patirà la sensazione di aver accostato la paura e il fascino del destino che non perdona. 
La sentenza - Frassinelli, pag. 27818,50
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

Un disperso nella zona di Albareto: soccorritori al lavoro

Il Soccorso alpino: foto d'archivio

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"