12°

26°

Arte-Cultura

Il segreto della camera oscura

Ricevi gratis le news
0

di Francesca Carlucci
Tra  le cose dimenticate che erano venute fuori c’era la sua tesi di laurea in psicologia. Luciana l’aveva appoggiata simbolicamente in cima alla pila del materiale che aveva deciso di portare via con sé.. Centodieci e lode per quasi duecento pagine sui comportamenti indotti.  Non un astro nascente era stata, però, ma una meteora che era andata a spiaccicarsi nella plaga del matrimonio. Ma in poco tempo suo marito Massimo, un architetto, non le aveva più chiesto di pensare, di comunicare, di esistere …Erano cominciati i tradimenti. E con i tradimenti erano arrivati  il chioccolio delle scuse sempre diverse e sempre uguali, lo stridio delle menzogne, la grandine delle umiliazioni. Guardò l’orologio ed in quello stesso istante udì il campanello del videocitofono, al cancello, e nel monitor delle telecamera vide avanzare per il vialetto l’ultima fiamma di suo marito, la più volitiva, la più tenace.   Tanto volitiva e tanto tenace da chiederle infine, fra truci minacce e patetica insistenza, un incontro chiarificatore. Le  favorite di Massimo erano sempre state incolori ed efebiche, quasi androgine, opposte a lei, almeno com’era stata… Si domandò se questa non fosse stata l’indicazione d’un’omosessualità sommersa. Avrebbe anche potuto essere uno studio interessante, osservò, e intanto andava ad aprire il portoncino d’ingresso della villa, entusiasticamente progettata un tempo come nido d’amore  inviolabile. «Si accomodi, prego», invitò.
Ma l’altra ringhiò un diniego e  subito la fronteggiò, spavalda. «Vattene!», intimò la visitatrice. Luciana sapeva che si chiamava Iole e s’era fatta una gavetta da schifo strisciando d’ufficio in ufficio in un’azienda dei dintorni. «Sto andandomene, infatti», rispose pacata ed accennò col mento alle due valigie ai piedi dello scalone. «Lascialo!» stridette Iole. «Ti diverti a farlo soffrire, a non mollarlo. Ti diverti a farci soffrire tutti e due»! Infilò la destra nella borsetta con una mossa resa goffa dalla rabbia e le puntò un revolver al petto. Luciana sapeva che aveva frequentato un corso di tiro a segno. «Sbagli», le disse. «Non sono io a trattenerlo». Ignorando l’arma andò verso il sécrétaire, si chinò a estrarre una fotografia e la mostrò tenendola davanti a sé. Iole tentennò poi allungò una mano e la prese. Eccolo là, Massimo, e proprio nel loro ristorantino sul mare, teneramente abbracciato ad una ragazza bionda e sorridente, d’una bellezza assoluta, abbagliante. «Chi è?» farfugliò Iole col pianto in gola. «So solo che è polacca e lavora in un night». La ragazza la guardò disperata.
Luciana allargò le braccia in quello che  poteva sembrare un gesto complice di comprensione.
«Sorry» mormorò, ma l’altra non intese la micidiale ironia.  Forse anche perché si udiva un’automobile avanzare per il vialetto. «E’ lui?» domandò Iole, gli occhi sbarrati, un velo di saliva alla bocca. Luciana annuì e la ragazza corse fuori. Uno, due, tre, quattro, cinque colpi e tutti conficcati nel fragore del parabrezza infranto, sovrastando il breve sbandare delle ruote  e il cozzo dell’auto, infine, contro le fioriere. Iole rientrò barcollando.  Luciana pensò freddamente al sesto colpo ancora nel caricatore e a certi passi folgoranti della sua brillantissima tesi di laurea. Nuovamente, la ragazza le puntò contro il revolver. Piangeva e rantolava frasi indistinguibili. Poi ripiegò il braccio teso, si appoggiò la canna alle labbra tremanti, aprì la bocca... Luciana osservò l’arazzo persiano del XVI secolo costellarsi d’un’esplosione di chiazze scarlatte e poi d’una scia quasi nera che l’oscurò dal centro alla base. Raccolse la foto e l’accartocciò nella mano, poi compose rapidamente il 112 e fece in modo che la voce le s’incrinasse un attimo mentre annunciava la tragedia. Molte cose sarebbero cambiate, in quella casa: si sarebbe sbarazzata della veranda liberty sul retro, del gazebo vicino alla piscina, della camera oscura…Anche di quella, sì. Pure se là dentro aveva imparato a fare tante cose utili e interessanti: foto in bianco e nero, foto a colori, e soprattutto, ultimamente, persino fotomontaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Cina

FOTOGRAFIA

Le città del futuro e le case come alveari: la Cina è... in mostra Video

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Istagram. La rabbia dei fan Foto

social network

Avicii, l'ex fidanzata pubblica foto e chat su Instagram. La rabbia dei fan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

De André a  “Rimini”

IL DISCO

De André a “Rimini”

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Fanno bere alcol a una bimba di 4 anni, denunciati

indagini

Alcol a bimba di 4 anni: famiglia parmigiana denunciata per maltrattamenti

2commenti

scomparso

Alla ricerca di Claudio: elicottero e squadre di terra a San Secondo e Cozzano

VERITA' CHOC

Il bimbo morto a 18 mesi aveva assunto metadone

3commenti

SERIE B

Ternana batte Perugia 3-2 in rimonta: ora il Parma ha 6 punti di vantaggio sulla quinta

viabilità

Terrore in tangenziale Nord: auto contromano in corsia di sorpasso

2commenti

boretto

Spinto giù dalla finestra durante una lite: denunciato un 22enne residente a Parma

1commento

viale pasini

Parcheggio conteso: medico impugna spadino contro infermiere

3commenti

TRAVERSETOLO

Muore colpito alla testa da una fontana di cemento

2commenti

Vigolante

Ladro in giardino, immortalato dalla telecamera

1commento

cosa fare oggi

Domenica al profumo di fiori e di prugnoli: l'agenda

Centro Torri

Ruba bottiglie di liquore. Scoperto, se le beve

3commenti

gazzareporter

Tutti di corsa a... Langhirun Foto

INCIDENTI

Schianto in tangenziale nella notte: in quattro all'ospedale

ipercoop

"Scassina" le custodie anti-taccheggio e tenta il furto di videogiochi: denunciato

METEO

Caldo anomalo, 30 gradi in città

gazzareporter

Bersaglieri in città... Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

1commento

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

francia

Riapre il Mont Saint Michel. Ricercato un uomo che ha minacciato poliziotti

FURTI

Romano Prodi è dal Papa, i ladri svaligiano la sua casa a Bologna

SPORT

Serie A

Il Benevento è già in B nonostante l'impresa di ieri sera

Calcio

Parma, tre punti costosi

SOCIETA'

tg parma

The Cos-Fighters: in arrivo il secondo Albo del fumetto tutto parmigiano Video

low cost

Aerei, arrivano i sedili a forma di sella da cavallo per l'ultima classe Foto

1commento

MOTORI

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover