14°

27°

Arte-Cultura

Un antesignano della Pop Art

Un antesignano della Pop Art
Ricevi gratis le news
0

Tiziano Marcheselli


Questa recensione della mostra di Toulouse-Lautrec, in corso alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano fino a domenica, è l’ultimo articolo scritto da Tiziano Marcheselli per la Gazzetta il 26 ottobre scorso, poche ore prima del malore che lo ha portato alla morte. 

Si è parlato e scritto molto del piccolo-grande Henri de Toulouse-Lautrec e delle sue esperienze a contatto con l’Impressionismo, l’influsso che ha avuto su di lui Degas e la conoscenza delle stampe giapponesi, ma - a una visione più ampia di quella storicizzata - considerando l’importanza della scoperta della linea, delle tinte piatte, dei colori brillanti e dei soggetti popolari, si potrebbe quasi affermare che questa creatività, priva di pietà e di falsi moralismi, costituirebbe (con le dovute riserve) una forma antesignana della moderna Pop Art.
Se, infatti, consideriamo, oltre alla stesura artistica vera e propria, le teorie filosofiche e sociali di cervelli quali Herbert Marcuse (che ha descritto la società industriale contemporanea come una società repressiva e alienata) e Herbert Marshall McLuhan (che ha studiato i processi e i mezzi di comunicazione di massa), l’attività di Lautrec ci appare proprio proiettata fino alla metà del Novecento, con le teorie e i materiali propri della Pop, dalle illustrazioni alle pubblicità, dai cartelloni dei locali (addirittura anche poco raccomandabili) ai caroselli, dai rotocalchi agli slogan.
Allora, da «L’uomo a una dimensione» ed «Eros e civiltà» di Marcuse fino a «Galassia Gutenberg» di McLuhan, passando attraverso tante pubblicità e illustrazioni di artisti Pop come Warhol, Lichtenstein, Jones, D’Arcangelo, Dine, Rosenquist e gli italiani Adami e Pistoletto.
Considerando, poi, la breve vita di Henri (1864-1901) e il suo aspetto sconcertante (ricordo che José Ferrer, quando lo interpretò al cinema, dovette girare tutte le scene inginocchiato), appare ancora più moderno e stimolante lo stile coraggioso e popolare (seppur non banale) di questo artista nobile che inventa una popular art per farsi comprendere e ammirare da tutti, intellettuali, borghesi e terzo stato.
Basti osservare uno dei tanti manifesti, magari quello del «Divan Japonais», con quella figura di donna dal nero appiattito, per rendersi conto che la mancanza di sfumature e di prospettiva sono cominciate proprio con questo fondatore di un nuovo genere artistico, l’immagine pubblicitaria e commerciale, da cui è scaturita la complessa critica mitologica della società dei consumi rapidi.
E così via, con i dorati manifesti per l’amico Aristide Bruant, fondatore del Mirlito, narrato di tre quarti in una bellissima immagine (felliniana?) con una sciarpa vermigliona e cappello e mantello neri, e, ancora, di fronte, con la stessa mise e la scritta Eldorado; e, infine, di spalle, con le mani in tasca, che volge la schiena allo spettatore. Si tratta di una bidimensionalità che verrà poi usata e ingigantita dagli alfieri della Pop, così come il selezionato colore, mai predominante sulla silhouette.
Ma gli esempi sarebbero tanti, a testimoniare questa preveggenza di Lautrec: dal giallo piatto di «Mademoiselle Polaire» ai neri ciclisti della «Catena Simpson», dalla monocromatica «May Milton» alle figurette di «Ai piedi del patibolo», al movimento di «Caudieux», al Can can de «La Goulue», e via via di questo passo modernissimo.
Ma, forse, resta un grosso dubbio: sarà proprio la decadenza della società raccontata da Toulouse-Lautrec a costituire l’aggancio con la decadenza della società contemporanea? La storia - si sa - si ripete in continuazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

La doppietta di Barillà riporta il Parma al secondo posto Foto

serie b

La doppietta di Barillà riporta il Parma al secondo posto Foto

I crociati in 10 per infortunio nel finale del secondo tempo

1commento

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

5commenti

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

dopo il maltempo

Sicurezza del territorio: 62 interventi finanziati dalla Regione, da Colorno all'Appennino

carabinieri

Sborsa 30mila euro per una Porsche usata ma è una truffa: tre denunciati

1commento

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

2commenti

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

5commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

parma

Lotta alla zanzara tigre: si parte (con obblighi anche per i privati)

tg parma

Talking teens: quando le statue di Parma prendono voce Video

cosa cambia

Parma-Carpi al Tardini: ecco le modifiche alla viabilità

SALSO

Elezioni, spunta una nuova lista civica: Salso Futura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

stranieri

Giovane pakistana uccisa da padre e fratello in patria. Voleva sposare un italiano

il caso

Testa di maiale nella sede di associazione islamica del Reggiano

1commento

SPORT

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

impresa

Scialpinismo: record italiano alla Patrouille des glaciers

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia