16°

29°

Arte-Cultura

Penna e colori, tropici barilliani

Penna e colori, tropici barilliani
Ricevi gratis le news
0

Giuseppe Marchetti

Dopo «Le cere di Baracoa»  (nella terna vincitrice del premio Fabriano  2010) e «Carte d'Avana» (edito da Fedelo's, premio  Microeditoria 2011) Davide Barilli torna, con «La ragazza di  Alamar» (sempre Fedelo's editrice,   nella collana «Riflessi», giocata sulla sinergia tra testo e immagini) sul diletto argomento cubano, prendendo  spunto da una singolare angolazione prospettica che è quella,  classica, delle parole, anzi: delle  definizioni. Definizioni che trovano splendido riscontro nelle  tavole a colori di Francesco Barilli, piene di un fascino carnoso  e immaginoso. Nove tavole, undici le parole, cioè i capitoli del  racconto, che  trovano una puntuale e precisa  versione in spagnolo nella traduzione del cubano Angel Carballo Camino.
 
Se in  «Carte d'Avana» Barilli aveva  raccolto orme, passi, pensieri,  spiriti e caratteri d'una Cuba antica e recente con impietosa ma  anche dolcissima malinconia, in  «La ragazza di Alamar» il riscontro narrativo affonda nel corpo  della voce e delle voci, partendo  da un'esperienza personale, come sempre, ma anche da un'invenzione che è, per dirla con un  vecchio e nobile titolo gaddiano di Roberto Roversi,  «registrazione di eventi», e quasi  pellegrinaggio alla scoperta di  un labirinto di sentimenti, credenze, miti e ancestrali innocenze. Le tappe sono quelle di  un anomalo alfabeto: Almendrón,  Barbacoa, Cambolero, Después  de la lluvia, Escarcha de unas,  Fumigador, Guagua, Herbiero,  Avenida de Italia, Llega y pón,  Malecón (...le altre lettere, fino alla Z,  verranno raccontate in un  secondo volume). Barilli  con questo  suo vocabolario di auto americane, traballanti soppalchi di  legno, venditori di crack, odori,  dipintrici di unghie, sparatori di  fumo, specialisti delle virtù delle  erbe,  case   fatiscenti, conduttori di mezzi di  trasporto di ogni forma e provenienza lungo  l'Avenida de Italia e il nastro d'asfalto assolato  del Malecón, ci mette davanti  agli occhi una Cuba che non appartiene né alle facili immagini  del turismo di massa, né ai severi  riscontri di quello socialmente  evoluto. Si sta, dunque, in una via  di mezzo: e ci si sta bene, perché è  una zona di conoscenze che, come vuole Barilli, s'intrecciano e  si sovrappongono alle nostre  personali curiosità. Poiché davvero, questi capitoli di un unico racconto  vivono e palpitano di curiosità, con una particolare attenzione – che è anche  dimestichezza – verso l'impalpabile atmosfera della terra cubana, proprio quando Barilli confida nell'io che gira per l'isola. Il  suo viaggio, in realtà, non finisce  mai, da L'Avana ad Alamar dove  incontra una misteriosa e sfuggente figura di donna che l'accompagna e lo intriga: ma non è  un'avventura amorosa bensì la  guida per scoprire certi misteri  che alla fine, poi, rimangono assolutamente tali. Da qui, il fascino del racconto e della sua intima poesia che, per esempio, lo  «herbiero» quasi muterà in miracolo di San Lazzaro.
 
Ci troviamo dunque davanti  non solo l'esito di un soggiorno  non casuale fra gli abitanti di Cuba, con i loro «santuari», le loro  bettole, i temporali violenti (Barilli ci racconta anche l'odore della terra dopo la pioggia), il pellegrinaggio a San Lazzaro e la  visita a Santiago de las Vegas dove nacque Italo Calvino, ma una vera e  propria mappa di quei caratteri e  ambienti che altri narratori cubani, per esempio Reinaldo Arenas e Humberto Arenal ma soprattutto il grande Guillermo  Cabrera Infante hanno codificato e descritto lungo l'asse di quelle che Angel Rama definì «le testimonianze della decrepitezza»  e Borges, invece, la «felicità della  materia narrativa». Barilli, da  scrittore italiano, raccoglie gli  echi di tali diversità e li riconduce alla propria memoria delle  parole diventate personaggi viventi. 

La ragazza di Alamar -  Fedelo's  ed., pag. 78,  11,50.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Ciclismo

Mondiali di Innsbruck, i convocati di Cassani. Aru ha rinunciato

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. Milan pari. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street