18°

28°

Arte-Cultura

Il Regio in crisi? Niente di nuovo

Il Regio in crisi? Niente di nuovo
Ricevi gratis le news
0

Egidio Bandini

Non è per citare Giovanbattista Vico, che scrisse dei «corsi e ricorsi» della storia, ma, leggendo in queste ultime settimane delle tribolazioni che sta attraversando il Teatro Regio, fra proteste di artisti e maestranze, soci che abbandonano la Fondazione e difficoltà nel riuscire a far quadrare un cerchio il cui raggio sembra inafferrabile, tornano alla mente due vignette  di Giovannino Guareschi, realizzate nel 1929 per «La Voce di Parma» e riguardanti proprio la situazione del Teatro Regio. Scrive Guareschi il 4 novembre del ’29 con al firma «Michelaccio»: «Novembre necroforo trasforma la città in un grande cimitero e lumini, tenui lumicini da morto, sembrano le fiaccole che brillano nei giorni di festa al palazzo del Comune e i due angeli che, dal frontone del Regio ostentano le loro corone e le loro trombe, hanno le stesse movenze degli angeli scolpiti sulle lapidi funerarie. E il confronto calza perché quest’anno (disperazione degli artisti più o meno lirici) il nostro Regio dormirà forse un sonno di morte e, mors tua vita mea, ne pregustano le gioie i mariti liberati dall’incubo delle première, parola questa francese perciò ambigua, traducibile solo coll’immagine di una signora della buona società che, con un’arma in pugno, prega il consorte di comprarle un abito nuovo». Insomma, non è che anche allora, proprio in occasione delle celebrazioni per il centenario della inaugurazione, il Regio navigasse in acque tranquille. E non era la prima volta: si legge infatti nell’introduzione curata dalla «Casa della Musica» al manoscritto «Dietro il Sipario. Memorie e appunti del Segretario della Commissione Giulio Ferrarini...» che immediatamente dopo l’Unità d’Italia per Parma «il  non essere più capitale, con tutti i vantaggi che la presenza di una corte poteva portare all’economia, ma certo anche alla cultura di una città di piccole dimensioni, gettò Parma in una crisi che non riuscì e non volle mai completamente superare. D’altra parte lo stato italiano non fu, né forse poteva essere altrimenti con una realtà provinciale come la nostra, in quegli anni di aspre polemiche politiche e di necessario rigore finanziario, molto tenero. La soppressione dell’Orchestra nel 1875 è una delle date cruciali per la cultura musicale della città e concludeva un’agonia che durava dal 1862; nel 1868 lo Stato passava al Comune il Teatro Regio». Non sembra di leggere uno degli articoli di cronaca di questi ultimi giorni? La rappresentazione più caustica, e speriamo non altrettanto attuale, della situazione del nostro Teatro, è quella che fa Guareschi nelle vignette che vedete qui a lato accompagnate dalle didascalie in rima, tanto in uso in quegli anni. Guareschi che si rivela, già da allora (aveva 21 anni), un attentissimo osservatore dei fatti della città, ma soprattutto mette a nudo il rimpianto che gli deriva dal grandissimo amore per Parma: un amore che resiste al tempo, alle crisi e alle stagioni. L’unico dubbio che rimane a Giovannino è che l’amore per Parma e per il Regio resista agli uomini. D’altronde era proprio Giovanbattista Vico a spiegare che i «corsi e ricorsi» non significano che la storia semplicemente si ripeta: significano che l’uomo è sempre uguale a sé stesso, pur nei mutamenti delle situazioni che si trova ad affrontare. Nel 1929 la stagione lirica al Regio, allora intitolata al carnevale si fece: Lohengrin, Guglielmo Tell, Manon, Turandot e Il Trovatore per il centenario del Teatro. Cinque opere nonostante la crisi. Sembra ieri, ma è oggi. Parma e il Regio ce la faranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design