17°

30°

Arte-Cultura

Perché te ne sei andata, zia Betty?

Ricevi gratis le news
0

 

Anna Maria Dadomo 

Non era bello, ma doveva riconoscere che da quando la zia era morta la sua vita era cambiata… in meglio. Dopo anni di schiavitù - e quella espressione adesso, lo riconosceva con certezza,  non le sembrava per niente esagerata - era libera. Finalmente libera. 
Ma quando quel 21 giugno le avevano detto: la zia  è morta, lei aveva provato un dolore  acuto, paralizzante, una fitta al cuore, e pianto lacrime sincere. Era seduta in giardino intenta a sfogliare  un  giornale  giusto per tirare l’ora di visita all’ospedale quando  le era arrivata, del tutto inaspettata,  la notizia della sua morte. 
Nei giorni seguenti il funerale andare al cimitero, portare fiori, recitare una sfilza di  requiem eterna con  gli occhi che immancabilmente le si inumidivano, era diventato per lei indispensabile: la visita quotidiana che compiva, con il suo invariato corredo di gesti e preghiere,  l’aiutava a prendere  coscienza di quell’ assenza improvvisa, leniva il vuoto  doloroso che ne era seguito. Perché te ne sei andata? chiedeva a mani giunte rivolta alla foto della defunta  color seppia  incastonata nel marmo rosa, Perché, zia Betty?
Con il passare delle settimane però si era resa conto, con genuino stupore, che le sue giornate avevano acquistato un andamento più calmo, più pacifico senza le abituali intrusioni  della zia che si annunciavano con un perentorio scampanellare alla porta.
Ancora prima di affrettarsi ad aprire, accendeva sotto la caffettiera se era mattina, o il bollitore se era pomeriggio,  per una tazza di  caffé  o di tè che la zia, nel momento stesso in cui metteva piede in cucina,  le chiedeva di preparare.  Che poi la poveretta  avesse il diabete,  la glicemia alle stelle (questo lei non poteva saperlo), era del tutto trascurabile: zia Betty  esigeva sempre che le sue bevande preferite  le venissero servite  con qualche biscotto o una fetta di torta o, se proprio non c’era altro, anche pane e marmellata andava bene.
Perché fai tante storie? rispondeva indispettita ai suoi tentativi di dissuaderla dall’ingurgitare quei dolci per lei velenosi. 
Vedi? Non metto zucchero. Nemmeno un cucchiaino. Cosa poteva fare?  Rifiutarsi ? Non sarebbe servito: il resto della giornata la zia lo passava in città andando per negozi, e ritemprandosi dalle faticose camminate con lunghe soste  al  bar o in pasticceria. 
Lei morta, il tempo era  ritornato interamente suo. 
E in quel tempo ritrovato, non più minacciato d’invadenza, in quel silenzio, in quella quiete,  ecco farsi strada un pensiero stupefacente: un uomo, poteva portarsi un uomo in casa. 
Un uomo per cui cucinare, preparare il caffè. 
Un uomo con cui dormire. Ah! Che audacia di pensiero adesso che la zia non c’era più! 
Perchè bisognava essere onesti con se stessi e riconoscere che mai e poi mai, con lei viva,  avrebbe trovato il coraggio di farlo. Sentì l’urgenza di dirglielo. Sì. Avrebbe colto qualche ortensia che  si erano fatte con il freddo di un bel rosso invernale e sarebbe andata al cimitero. 
Come ogni altra volta avrebbe spolverato e pregato quindi, prima di andarsene, l’avrebbe guardata dritta in faccia e  le avrebbe detto che la sua morte aveva spezzato le catene di una lunga schiavitù, e aperto le porte di un mondo nuovo e inesplorato. 
Un mondo d’amore, si augurava. Insomma, era contenta che fosse morta. 
Poi avrebbe seppellito quella verità imbarazzante nel più profondo di se stessa come nel buio di un armadio.
E  lì l’avrebbe dimenticata come una di quelle maglie infeltrite e macchiate che la zia Betty spesso le regalava.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

Fontevivo

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

Nella zona del Tardini

Anziana truffata da un finto tecnico Iren

agenda

Quartieri in festa, aquiloni, fattorie e cantine aperte: l'agenda

Bellezza

Miss Mondo: le parmigiane Lorena e Fabiana in corsa per il titolo nazionale

Sfida

Giochi delle 7 frazioni: si torna all'antico

Arbitri

La festa delle giacchette nere

FIDENZA

Grande Guerra, torna a casa la piastrina del soldato

Curiosità

Il sindaco di Medesano si sposa con un'assessora di Collecchio

Traversetolo

Raid alla Sandrini Legnami. «E' il dodicesimo, non ne possiamo più»

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

calestano

Cade da una scarpata: un 40enne motociclista è grave al Maggiore

evento

Una suggestiva (senza auto) piazza Garibaldi pronta per la Notte del Terzo Giorno Video

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

2commenti

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

Il caso

Rossella fu abusata per settimane dalla banda di Izzo

nasa

E' morto Bean, il quarto uomo a sbarcare sulla Luna

SPORT

Calcio

Il Real batte il Liverpool e vince la Champions per la terza volta consecutiva

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional