17°

29°

Arte-Cultura

Yes we book - L'eleganza del riccio

Yes we book - L'eleganza del riccio
Ricevi gratis le news
1

L’eleganza del riccio - di Muriel Barbery - Letto da Federica Riccò

In un elegante palazzo parigino, al numero 7 di rue De Grenelle si intrecciano
le vite di Palomà, una bizzarra bambina di dodici anni, figlia di un ricco
politico e Madame Michel, una portinaia che nasconde dietro la facciata della
rude ed ignorante inserviente un’anima gentile e sofisticata. Il romanzo
scritto da Muriel Barbery è una sorta di diario in cui si alternano i punti di
vista delle due protagoniste, unite dall’incontro con monsieur Ozu, magnate
giapponese in pensione e nuovo inquilino del palazzo.

Palomà è una bambina dotata di una cinica freddezza ed allo stesso tempo di
una profonda sensibilità. Ha scoperto che la vita non è quello che gli adulti
le raccontano, ovvero un mondo in cui far sviluppare la propria intelligenza
per giungere finalmente ad un futuro radioso. Guardando la sua famiglia si
rende conto che alla fine della corsa al successo e all’affermazione di sé si è
troppo impegnati a farsi strada a gomitate per capire che in realtà si sta
lentamente scivolando nell’ineluttabile “boccia dei pesci rossi”, metafora
delle illusioni. “La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce
in una boccia. Mi chiedo se non sarebbe più semplice insegnare fin da subito ai
bambini che la vita è assurda. Questo toglierebbe all’infanzia alcuni momenti
felici, ma farebbe guadagnare un bel po’ di tempo all’adulto, senza contare che
si eviterebbe almeno un trauma, quello della boccia”. Ma Palomà ha già deciso,
si suiciderà il giorno del suo tredicesimo compleanno. La sua è una scelta ben
ponderata, non vuole continuare a vivere per finire ad annaspare “nelle acque
delle illusioni e delle apparenze”, continuerà fino ad allora a mostrarsi come
la bambina mediocre e sottoprodotto dei soliti stereotipi adolescenziali. Al
piano terra vive invece Madame Michel, una donna che all’apparenza sembra la
solita portinaia sciatta e depressa che in realtà nasconde libri di filosofia e
di letteratura russa nelle buste della spesa. Semplicemente non vuole mostrare
la sua vera essenza perché ha paura che questo possa spezzare l’equilibrio che
è riuscita a costruirsi e che le da sicurezza. Tra la bambina e la portinaia si
verrà a creare un profondo legame di amicizia, che farà cadere le maschere
delle due protagoniste per celarne l’essenza più pura.

In un dialogo con Monsieur Ozu, Palomà afferma: “Madame Michel possiede l’
eleganza del riccio: fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza,
ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti
fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti”.
Le pagine del romanzo hanno la capacità di far passare il lettore dal sorriso
a denti stretti per le freddure di Palomà alla commozione più profonda. E’ un
romanzo che parla di apparenza, realtà ma soprattutto parla di amicizia (Palomà
e Madame Michel) ed amore (Monsieur Ozu e Madame Michel). Commovente è l’
evolversi dei rapporti tra la donna e l’inquilino giapponese, l’unico che
riesce a vedere veramente le persone per quelle che sono ed ad apprezzarne la
purezza di spirito.
Pensando alle relazioni in generale ho l’impressione che poche persone,
compressa me stessa, siano in grado di andare al di là di quello che vedono,
abbiamo rinunciato alle relazioni preferendo quelle virtuali, non facciamo
altro che cercare noi stessi mentre guardiamo l’altro. Difficilmente abbattiamo
le mura delle nostre certezze per comprendere chi ci sta davanti, è molto più
semplice specchiarci nell’altro senza poi ritrovarci. Le pagine di questo
romanzo fanno riscoprire la bellezza e la verità che stanno all’interno dei
rapporti umani , oggi un po’ bistrattati.
Una delle figure più affascinanti è quella di Kakuro Ozu che con la sua
eleganza riesce a smascherare le due protagoniste e a farle conoscere per
quelle che sono.

“L’eleganza del riccio” è un inno al bello, ogni pagina è cesellata in modo
impeccabile e caratterizzata da un continuo rimando a concetti filosofici. “Il
bello è ciò che cogliamo mentre sta passando”. Noi siamo portati per natura,
come esseri umani a sviare le sofferenze e a cercare nella bellezza e quindi
nell’arte, intesa nel suo senso più ampio, un rifugio per convincerci che
esistano davvero cose per cui valga la pena di vivere. “Mi dico che forse in
fondo, la vita è così: molta disperazione, ma anche qualche istante di bellezza
ove il tempo non è più lo stesso. E’ come se le note musicali creassero una
specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un
sempre nel mai. Sì, proprio così, un sempre nel mai.”

Yes We Book - guarda l'archivio degli articoli

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LunaRossa

    16 Ottobre @ 00.01

    Assolutamente d'accordo con la recensione della Signora Federica, Un inno alla bellezza dell'intelligenza quando non è corrotta dalla mera apparenza.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

5commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

3commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse

motori

Il tempo libero secondo Mercedes