19°

29°

Arte-Cultura

La Mazzantini: "Sono scrittrice della vita"

La Mazzantini: "Sono scrittrice della vita"
Ricevi gratis le news
0

Ilaria Moretti

Dice di essere una scrittrice della vita e che non si può raccontare la bellezza del mondo senza descriverne l’alto lato, quello buio della violenza. Parla del suo essere una donna «normale», che tutte le sere cucina per la famiglia, perché sono i figli che ti tengono con i piedi per terra. E poi ritorna sul quel rapporto speciale con il marito Sergio Castellitto, l’uomo che anni fa le regalò il quaderno su cui impresse i suoi primi pensieri da scrittrice e con cui afferma di «condividere la stessa visione del mondo».

Quello stesso  uomo che ora ha tradotto in un film «Venuto al mondo», il libro pubblicato nel 2008 che lei scrisse in una sorta di «stato febbrile», premio Campiello e una marea di copie vendute: una storia epica sulla maternità e l’amore ai tempi della guerra a Sarajevo. Lei, Margaret Mazzantini, ieri pomeriggio era a Parma e sul film non ha dubbi: «Si sente la forza vitale del libro». Ospite a Palazzo del Governatore, ha ricevuto il premio «Donna speciale 2012», nell’ambito della rassegna «Da donna a donna», organizzata dalla sezione parmigiana dell’Associazione mogli medici italiani, con il patrocinio e la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune e della Pinacoteca Stuard. Accanto a lei la presidente del sodalizio, Adele Quintavalla, l’ideatrice della manifestazione, Mariangela Rinaldi e, per qualche minuto, anche il marito regista e attore. Che, col sorriso, le riserva un complimento di «kennediana memoria»: «Salve, sono Sergio Castellitto, o meglio sono il marito di Margaret Mazzantini. Siamo venuti qua per un giorno e con una sola valigia, ma con tutti i doni che ci state facendo, credo che dovremo comprarne un’altra».

Applausi  in sala e poi il palcoscenico sarà tutto suo, di Margaret. «Venuto al mondo - la introduce la Quintavalla - non è un romanzo, ma una composizione epica. E’ un’Odissea, una Divina Commedia: c’è guerra e pace, amore e ancora amore».
«Perché nei miei libri descrivo anche la violenza? - spiega la Mazzantini - Perché è nel mondo. Se racconti la bellezza, non puoi tralasciare l’altra faccia delle cose. Venuto al mondo è il viaggio psicanalitico di una maternità sgangherata, un lungo viaggio nel canale del parto per raccontare l’orrore della guerra ma anche un nuovo inizio, perché il mondo va comunque avanti. Alla fine c’è la speranza».

Non si stanca  di ripeterlo la Mazzantini: «Scrivere è una gioia violenta». E la letteratura ha un grande dovere-potere: «Quello - sottolinea - di tirare fuori i dolori murati dentro di noi, perché siamo sempre meno sensibili». Come nasce l’idea del film? «Ovviamente in famiglia - risponde -. Sergio è il mio primo lettore. La trasposizione cinematografica spesso è vista come una riduzione, ma in questo film c’è la forza vitale del libro. C’è la voglia di sporcarsi con una storia grande. Io e Sergio siamo persone completamente diverse, ma abbiamo la stessa visione del mondo: ci commuoviamo, ridiamo e ci indigniamo per le identiche cose».

La scrittrice  racconta e si racconta. Dall’inizio. Da quel suo essere cresciuta in una località di campagna: «In quel tempo della noia si è scatenata la fantasia. Ma la mia non è stata una vocazione facile». Un padre scrittore, la casa zeppa di libri che sembravano bare, l’iniziale rifiuto di un talento che poi sarebbe esploso: «Pensavo che la scrittura allontanasse dalla vita. Io, invece, sono stata una scrittrice della vita, l’ho monitorata».

Le prime pagine  le ha scritte proprio su un quaderno regalatole dal marito: «E’ stato come se una diga si rompesse». Ma la Mazzantini è anche una madre, una che cucina tutte le sere per la sua numerosa famiglia: «Faccio un mestiere stravagante - ammette - e i miei figli (quattro, ndr) sono quelli che mi riportano a terra. A loro non gliene frega niente di chi sei o cosa fai: vogliono - sorride - il sugo buono».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Prosciugano il conto corrente di un pensionato di Zibello: cinque denunciati

truffa online

Prosciugano il conto corrente di un pensionato di Zibello: cinque denunciati

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

3commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

1commento

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

1commento

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

INDIA

Panico in volo: passeggeri, sangue da naso e orecchie

SPORT

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse