17°

27°

Arte-Cultura

L'asinello curioso e la ragazza bionda

Ricevi gratis le news
0

Marta Silvi Bergamaschi

C’era una volta un asinello avvolto in un pezzo di carta stagnola: libera era soltanto la testa; la bestiola si sentiva in prigione. Viveva in un negozio di giocattoli accanto a un gregge di pecorelle, a un superbo gallo e ad alcuni pesciolini appoggiati su carta azzurra. Erano, essi, i doni più modesti, visto che la prossimità del Natale aveva inviato nel negozio scatole sgargianti nella loro opulenta eleganza, elefanti rossi e scimmiette sfacciate che sputavano caramelle dai colori variopinti e un’infinità di cellulari, computer e altre diavolerie. –Roba da matti,- sussurrava l’asinello. 
–Ci butteranno nella spazzatura,- rispose una pecorella. 
–Cavolo, sentenziava il gallo non abituato a parlare forbito, quanto siete noiosi e pessimisti.- Intanto l’asinello si struggeva; voleva uscire dalla sua prigione, desiderava guardarsi, conoscersi fuori, certo, ma soprattutto sperava di riuscire a osservarsi dentro. La carta stagnola era dura, aderente: lo infastidiva. Che cosa importa sapere come si è dentro, pensava il gallo, l’asino è matto, è fuori dalla realtà. Oggi occorre possedere l’immagine, l’apparenza, il potere, l’avidità che appartiene ai ricchi, sempre più ricchi; la furbizia ha raggiunto l’apice delle qualità: sdraiata su un trono di oro finto, inganna e ride: povero asinello! Entravano nel negozio signore eleganti, sceglievano una discreta quantità di doni, ma nessuna si avvicinava all’angolo del negozio, in verità il meno illuminato, in cui viveva l’asinello. Un giorno prese a nevicare;  si scorgevano i fiocchi giocare nell’aria e sbattere la testa contro la vetrina. Si scioglievano in lacrime sui vetri e diventavano subito rivoletti svelti, che facevano sognare i piccoli pesci. Com’è strana la neve, pensava l’asinello, non sarà contenta di essere così bianca e soffice, un brulichio d’argento nell’aria grigia? Ecco che appena tocca qualcosa si trasforma e perde ogni bellezza. Vorrà forse anch’essa sapere come è fatta dentro? Quanti misteri esistono! E pensava. Pensava a una sua vita remota, forse soltanto sognata, a fossati coperti di erba tenera e profumata, a corse lungo strade polverose dove i bimbi giocavano a palline di colorata terracotta, tranquilli, sereni. Chissà in quale luogo era vissuto, povero asinello. Ora era qui, scontento, umile e indifeso, con un solo desiderio: sapere tutto di se stesso. Ecco che una sera entra nel negozio una ragazza bellissima. Bionda, neri occhi a mandorla così luminosi e ridenti che mettevano allegria. Infatti trasalirono i piccoli animali e un sussurro dolcissimo rimase un attimo sospeso nell’aria. Prendimi, pensò l’asinello, guardami, mormorò così piano che neppure la pecora lo sentì. L’udì invece la fanciulla, lo fissò e gli strizzò un occhio. Poi gli parlò con il semplice movimento delle labbra: sei carino anche così infagottato di carta stagnola. Verrai con me. Rivolta alla padrona del negozio disse: -Sono la figlia di Babbo Natale, mio padre ha l’influenza e mi ha incaricato di scegliere alcuni doni.- 
-Si accomodi,- rispose la padrona. Naturalmente, da brava e giusta ragazza quale era, si diresse verso l’angolo meno illuminato. Chiese: -L’asinello, le pecore, i pesci e il saputissimo gallo.- Pagò e uscì con un pacco e l’asinello sotto il braccio. Tornò dal padre che starnutiva come un rubinetto aperto e gli disse: - Pecore, pesci e un gallo. L’asinello lo tengo io. Posso?- 
-Certo che puoi,- rispose Babbo Natale. La fanciulla tornò nella sua bella casetta bianca e liberò l’asinello. Nessuno mai fu felice come lui. La fanciulla lo prese sulle ginocchia e disse:- Sei bello e morbido, ma so, sensitiva quale sono, che vuoi leggerti dentro. Potrei raccontarti un sacco di tenere bugie, ma le bugie proprio non mi vanno. Dentro di noi spesso è un caos indicibile. Un pittore lo ha raccontato con le sue famose tele: Max Ernst. Dentro danzano sentimenti buoni insieme con mille cattiverie:  ti prego, asinello, non voler sapere troppo. Ascolta la tua coscienza. L’amore? Esiste, eccome, ma occorre dimostrarlo con i fatti, come fece Gesù. Ti parlerò di lui: ci ha lasciato non soltanto parole, ma l’esempio della sua vita:  è come il sole sulla terra, un bacio dorato. Asinello caro, sii semplicemente te stesso: i tuoi occhi sembrano due cioccolatini, così buoni che potrei anche mangiarteli.  Ti avverto: guardati da chi ti parla troppo d’amore: è molto facile non lo conosca affatto. Non ho altro da dirti.- -Grazie, rispose l’asinello, ora ho te, leale e sincera. Ascolterò la mia coscienza brucando l’erba tenera e profumata.- 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

APPENNINO

Un disperso nella zona di Albareto: mobilitati i soccorsi

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

AUTOSTRADE

Lavori: rallentamenti in A1, coda in A15

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"