13°

25°

Arte-Cultura

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani

Gino Covili incontra lo Zebio Còtal di Guido Cavani
Ricevi gratis le news
0

Manuela Bartolotti

Pochi scrittori hanno reso con tanta efficacia la vita contadina negli Appennini come il modenese Guido Cavani (1897-1967) e non c’è artista che l’abbia meglio tradotta visivamente di Gino Covili (1918-2005). Come spesso è accaduto nella vita di quest’ultimo, l’incontro con il romanzo di Cavani nel 1973 è stato un inevitabile segno del destino e ora più che mai si può dire, guardando le 32 illustrazioni di Zebio Còtal esposte a Modena al Centro Studi L. A. Muratori (via Castel Maraldo 19C, fino al 24 febbraio), che queste opere sembrano nate insieme. Nella raffinata rassegna («Gino Covili, Zebio Còtal di Guido Cavani. Nelle terre di buio e di luce») non c’è però soltanto quest’aspra condivisione del dolore e della fatica dipanata in una serie pittorica che ha intensificato a livello espressivo una storia dallo stile di un Verga appenninico, non meno crudo e dolente. Non c’è solo la riproposta espositiva di Zebio Còtal, ma anche il ritorno di Covili a Modena (dopo 7 anni dalla sua grande mostra al Foro Boario) con il cosiddetto «microcosmo», 17 inediti di piccole dimensioni dove risalta quello spirito vangoghiano – ormai riconosciuto dalla critica più attenta - che non è solo nei soggetti, ma proprio nelle contorsioni nervose ed energiche del segno, nel dinamismo luminoso che irradia dalla natura e dalle cose, e nella sensibilità sottile, come un ininterrotto avanzare in punta di pennello e di cuore. Ovunque s’avverte, da animali a uomini a piante a terre a cose, un’energia sotterranea e misteriosa, un vitalismo dove tutto si lega, si confonde. L’hanno insegnato i grandi: nel microcosmo si cela il macrocosmo. Siamo a due passi dalla Cattedrale di Modena e Covili deve aver assimilato più o meno inconsciamente la lezione di Wiligelmo, degli intrecci delle forme e delle loro apofenie, come acutamente le definisce Matteo Meschiari nel suo ultimo libro su Covili «Terre, animali, uomini».
La dimensione esteriore, eroica, delle grandi tele e forse la più nota di Covili, lascia qui il passo ad una interiore, non però meno coinvolgente. Il tema è sempre la vita, raccolta e divorata, prodiga di bellezza, ma avara di sostanza, che pare non concedersi mai, mai saziare davvero.Agli ammiccamenti del cielo e del paesaggio, seguono frustate di tempesta o desolanti siccità. L’uomo si fa uguale alla sua terra, nelle membra e nell’animo, s’indurisce o frana nella consapevolezza del male.Tale è Cavani, tale è Covili. Le parole dell’uno sono diventate i segni, le pennellate dell’altro, con identico coraggio di verità, identico balsamo di poesia. Ecco dunque quelle visioni d’Appennino, «con un sole miracoloso che dava risalto al verde chiaro dei prati, al verde cupo dei boschi, al giallo oro dei frumenti, al bruno delle terre arate», scene restituite alla nostra sensibilità e che fanno dire a proposito del protagonista Zebio: «Il mondo gli parve pieno di felicità; gli parve anche che a soffrire nel mondo ci fosse soltanto lui.» Questo piccolo capolavoro di Cavani del 1958, che uscì nel 1961 anche in un’edizione Feltrinelli con prefazione di Pier Paolo Pasolini, si può rivedere e riscoprire insieme ad una sezione d’inediti Covili in una mostra arricchita da importanti iniziative culturali. Due autentici tesori che si tengono per mano e ci conducono nel cuore, nella storia, nella poesia dell’Appennino. E in fondo, in quella terra vasta tutta da esplorare che è l’esistenza dell’uomo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' nato il terzo royal-bay: è un maschio

Gran Bretagna

E' nato il terzo royal-baby: è un maschio

Silvia Olari furto tablet

Foto d'archivio

REGGIO EMILIA

Silvia Olari su Fb: "Mi hanno rubato il tablet". E i Carabinieri lo rintracciano subito

3commenti

Le matricole: il Trash party d'apertura. Le foto della festa

TONIC

Le matricole: il Trash party d'apertura Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Quiche tricolore, cucina patriottica

LA PEPPA

La ricetta - Quiche tricolore, cucina patriottica

Lealtrenotizie

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

5commenti

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

Soccorritori al lavoro in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

INTERVISTA

Baronchelli e Bugno, ciclisti-bersaglieri

Il personaggio

Beppe Boldi, maestro di cori: 55 anni di carriera

MEMORIA

I luoghi della Resistenza a Parma

TERREMOTO

Il Bardigiano trema: 7 scosse in un'ora

RISSE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Trattative perditempo: Mattarella in campo

di Vittorio Testa

ESTETICA

Smagliature, trattatele finché sono rosse. Dopo può essere tardi

di Maria Teresa Angella

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Corruzione: in stato di fermo il finanziere Vincent Bolloré

CANADA

Furgone sulla folla a Toronto: 10 morti. Ma non è terrorismo

SPORT

RUGBY

Zebre: pullman per i tifosi sabato a Treviso

parma calcio

Al Tardini la nascita delle Parma Legends e il raduno di “Serie A: Operazione nostalgia” Foto

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

INTERVISTA

Pin-up e "mister barba", parla la modella: "Ecco come ho creato il servizio fotografico" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover