16°

28°

Arte-Cultura

Giocando tra illusione e verità

Giocando tra illusione e verità
Ricevi gratis le news
0

Paolo Lagazzi
Introducendo uno dei suoi libri più singolari, «Le pietre volanti», Luigi Malerba confessa ai lettori di averne concepito l’idea davanti a due quadri di Fabrizio Clerici, aggiungendo che è «la ricerca di strutture nel caos» a legare la propria opera letteraria alle inquietudini ermetico-surrealiste della pittura di Clerici.  Non so se la deliziosa raccolta di «Profili» di Malerba pubblicata ora da Archinto, felicemente introdotta da Paolo Mauri, potrebbe leggersi sulla stessa falsariga. Questi «Profili» – così Malerba chiama dei disegnini estremamente stilizzati e senza alcuna pretesa estetica, pure linee di contorno per evocare oggetti (una pinza, il tappo di una bottiglia, un paio di forbici...) all’interno dei quali colloca testi brevissimi – sono una sfida al senso del mondo, ai rapporti che legano e slegano le parole e le cose, sono fulminee evocazioni filosofiche e piccoli «trompe-l’oeil», giochi d’illusione e di verità, trovate grafiche e tessiture linguistiche sul filo che unisce e separa la sostanza e l’apparenza del reale, il visibile e l’invisibile, o, per dirla con Wittgenstein, ciò che si può dire e ciò che si deve tacere.
A volte gli oggetti evocati appaiono sottilmente deragliati dal loro senso primo, come spiega il testo racchiuso in essi (così una «scatola di porcellana di Sèvres», che dovrebbe contenere cose preziose, «contiene solo spilli»); altre volte sembrano galleggiare in una sorta di sospensione del senso, come un nettapipa ancora appartenente all’autore dopo che ha «smesso di fumare».
Questi scarti fra ciò che potrebbe essere e ciò che è fanno ondeggiare il campo dell’esperienza; la vita è un’«opera aperta»: non a caso dentro una silhouette vagamente alludente a un dito è scritto: «Il mio dito indice è qui per indicare qualcosa. Che cosa decidilo tu».
Ma questa apertura del possibile è colta da Malerba con ironia: solo la nostra mente assediata dai sogni (o dalla volontà di potenza) può presumere che una bottiglia di colla «universale» possa essere davvero una chiave d’accesso all’«universalità» o che un «metro avvolgibile» possa permetterci di misurare l’infinito...
Come un maestro zen che, dopo averci mostrato il fluttuare dei nostri orizzonti, ci richiami con un colpo di bastone, o con una battuta, all’evidenza del «qui e ora», alla schiettezza del concreto, Malerba annota dentro la forma di un rubinetto: «Non ti aspettare che da questo rubinetto esca il nettare degli dèi o la manna del deserto. È soltanto un volgare rubinetto per l’acqua clorata della capitale d’Italia».
Gli oggetti non sono simboli, la realtà non dev'essere sovrainterpretata. Eppure, malgrado la loro nudità, il loro semplice valore d’uso, la loro durezza di manufatti o congegni, gli oggetti ci parlano di tutto ciò entro cui la nostra esperienza si articola: un fermacarte a forma di tartaruga evoca il paradosso di Zenone sulla relatività del veloce e del lento; una bottiglietta di soluzione fisiologica per aerosol accanto a una di acquavite mormora parole segrete sul mistero dell’identità e della differenza; un morsetto stringe un tavolo e insieme ci invita a un esercizio serrato della mente...
Tutto è insieme se stesso e altro da sé: tutte le prospettive si spostano; gli oggetti si assiepano attorno a noi e si volatilizzano nel supremo inceneritore del tempo; le cose racchiudono le sole certezze della nostra vita, e insieme le incrinano partecipando della natura paradossale dell’universo.
 Forse, più che come strutture resistenti al caos, questi «Profili» vanno letti come i «balloons» di un fumetto in cui manchi il fondamento di una storia, un canovaccio di riferimento. Forse dietro le loro linee ingenue e bizzarre, e le parole che da esse trapelano, ciò che occhieggia è solo il nulla, uno zero da cui Malerba ci spia come un elegantissimo «pictor pessimus», come un sornione anti-Giotto del vuoto.
Profili - Archinto, pag. 96, euro 14,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"