18°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Il gelsomino sulla duna

Ricevi gratis le news
0

Marta Silvi Bergamaschi

Era una ragazzetta in apparenza svitata, che entrava in un bar e ordinava: «Subito un Campari».  Se lo beveva con tanto gusto che il cameriere le chiedeva: «Ma davvero le piace tanto?». «Mi piace -  rispondeva lei - contribuisce a farmi vivere nelle mie illusioni, come in un meraviglioso bozzolo». Il cameriere scrollava la testa. Lei usciva e nella splendida luce estiva incontrava Marco. «Ciao, piccola scimmia. Hai bevuto anche questa mattina, vero?». «Ma come ti permetti; faccio ciò che mi pare. E non chiamarmi “piccola scimmia”, mi irrita». «Scherzavo, lo sai bene: sai e fingi di non sapere». «Io non fingo, so benissimo tutto, carissimo Marco: soltanto che non voglio. Ricordi quell’antico canto che ci divertiva? “E’ farfalletta libera e giuliva/ che vola nell’azzurro senza nubi/ indugiando su un fiore o su una riva/ finché giunga il fanciullo che la rubi.''  Io non voglio essere rubata, vorrei soltanto essere amata. Ma non è più di moda; oggi, mio caro, occorre immediatamente essere disinibiti». «Sono invenzioni tue le amare parole che pronunci: chi ti ha chiesto di fare subito sesso; dimmelo, per favore». 
«E’ risaputo. A quattordici anni si mette al mondo un figlio. Anche a tredici. Sentissi le esclamazioni addolorate di mia nonna. E’ un mondo, dice, che dall’alto e non, manca di esempi, fatto soltanto di apparenza e di denaro. Ognuno vuole tutto e subito. Così ogni sentimento si uccide, conclude la nonna». «Sono cambiate molte cose, è vero. Evoluzione? Progresso? Un modo nuovo di pensare? Non so - rispose Marco -  però l’amore esiste, è dentro di me e arde, te lo assicuro. E’ un fuoco continuamente alimentato». 
«Ecco il mare -  esclamò Cristina -  immobile e sfolgorante, ha un sorriso azzurro e una carezza di seta. E’ bellissimo così vuoto nel primo mattino. Le ricordi le parole di Deledda? “Tutta la spiaggia grigia e dorata rassomigliava a un largo viale lungo il giardino azzurro del mare”». 
«Ti affascina la letteratura: non fai che citare. Ma io vorrei essere nella tua bella testolina e sapere veramente ciò che pensi»  disse Marco. 
«I pensieri -  rispose lei - sbocciano come corolle o sono ispidi ricci che pizzicano il sangue. Questi nostri pensieri rubati dal vento come fiori appassiti! Meglio non parlarne». «Possiedi, mia cara, l’abilità di non rispondere mai. E’ una perfida astuzia?». «L’astuzia non mi va, lo sai bene, se un poco mi conosci. Basta. Parliamo troppo. Osserva la bellissima duna che ci attende. Una deliziosa gobba abbellita da un arbusto verde. Pare anche fiorito. Meraviglia! Marco, è un gelsomino. Il vento, con i suoi magici voli, ha donato al mare un gelsomino. Questi sono i bellissimi eventi della vita». 
 Sedettero sulla sabbia. Lei avvolta nel copricostume azzurro - era bella - i ricci biondi le cascavano lucenti sulle minute spalle, gli occhi grandi, azzurri come genziane, infantili, elementari come il quieto rumore dell’onda, osservavano ogni minima cosa, la bocca era piccola, una fragola messa lì sui candidi denti. Era bella e Marco tremava. Era semplice e bella. Semplice? Era lei, unica. E Marco tremava. 
Cristina s’avvicinò al gelsomino: i piccoli fiori bianchi emanavano un profumo dolcissimo. 
«Bello è l’amore dei fiori. Così pulito, così semplice! Devo confidarti una cosa Marco». «Dimmi»  rispose lui. «Quando seppi che si fa tutto lì, sai bene dove... soffrii moltissimo. Quale orribile fantasia, pensai. E lo chiamano: facciamo l’amore!».  Marco prese a ridere, rideva tanto che gli occhi gli lacrimavano. «Tu, Cristina, sei rimasta piccola. Tu sei una bambina che beve il Campari. L’amore è nel cervello, o nel cuore, tanto per essere romantici. Certo, ciò che hai detto può anche essere vero. Ma è una legge della vita. Poi tutto si trasfigura: è l’amore che illumina e purifica. Essere una carne sola, una sola anima. Sei una ragazzetta unica e sai bene che io ti amo». 
«Torniamo, stasera?» chiese Cristina. «Torniamo». Tornarono. Adagiata sulla duna una luce di madreperla somigliava a una grande coperta. Il mare dormiva, immoto, senza sogni. All’orizzonte dondolavano le lampade tremule dei pescherecci. La luna vagava nel cielo e Cristina notò un sorriso sul volto lontano. «E’ un sorriso?» chiese a Marco. «Lo è, puoi starne certa».
S’adagiarono ai piedi del gelsomino che aveva serrato i minuscoli fiori in un riposo lieve.
Si amarono con tenerezza, parole confuse uscirono dalle labbra arse: fu una canzone del corpo e dell’anima. La luna, soddisfatta, li guardava. «Berrai ancora il Campari?» chiese amorosamente Marco. «Mai più»  rispose Cristina. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

1commento

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

7commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel