18°

30°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Irma, Sirio e il caffè corretto

Ricevi gratis le news
0

Gianni Croci

Irma e Sirio avevano finito di pranzare. Risotto agli asparagi, specialità di Irma, cotoletta di vitello impanata ben cotta come piaceva a Sirio, contorno di fagiolini al Parmigiano-Reggiano, albicocche e susine di stagione. Irma, tolti i piatti dalla tavola e dopo una passata sotto il rubinetto dell'acqua calda, li aveva sistemati nella lavastoviglie. Essendo in due in famiglia non c'era bisogno di lavare tutti i giorni. Un po' di economia faceva bene al bilancio familiare. Era il momento canonico del caffè, che Irma stava preparando nella piccola moka per due, regalo dell'amico Alceste che voleva celebrare la coppia felice durante una vacanza trascorsa a Rapallo con Sirio e Irma, qualche anno prima.
«Senti, Sirio, tu mi devi dire la verità: nella tua vita c'è o non c'è un'altra donna? Da un po', con me, sei tiepido e non soltanto nella carne, ma anche nelle carezze, nei baci, nelle gentilezze, nelle sfumature che fanno la spia a qualcosa di cangiato. Ti sei allontanato».
«Irma, sei sempre alle solite. Non hai proprio altro a cui pensare? Il mio lavoro mi porta in giro e debbo sgobbare per il becchime per noi due; il tempo per le donne dove lo trovo, dando per scontato che tu, Irma, sei la donna della mia vita?».
«Balle», sentenziò Irma gelida. Spense il beccuccio del gas. Preparò tazzine e cucchiaini, la zuccheriera per Sirio e il dolcificante per lei. Non riuscivi mai a capire se Irma diceva il vero o il falso. Inventato. Sirio era un uomo non dozzinale: alto, giovanile, spalle larghe, bellezza provocatoria da maschio; un po' timido e un po' sbruffone. Aveva ancora una bella testa di capelli neri, ondulati, sempre pettinati; gli occhi scaltri a seguire i battiti del cuore e la strategia del cervello. 
«Intanto che sei andato a far pipì ti ho corretto il caffè corretto: al cianuro. Vediamo se hai il coraggio di bere o di dirmi la verità».
La miscela nera fumava sul tavolo, mentre Sirio si raschiava la gola con l'indifferenza di un uomo che la sa lunga, non teme le minacce di sua moglie e conosce a fiuto i trucchi delle donne. Irma aveva scolato il suo caffè con gioia e con lo schiocco finale della lingua. Guardava Sirio e aspettava; non aveva fretta. Irma era gelosa. Gelosa. Gelosa. Gelosa. E la sua gelosia aveva tempo e pazienza.
«Sempre la solita pazza. Posso attraversare un momento di stanchezza, sentirmi giù di corda in un periodo in cui il lavoro non gira come dovrebbe e il capo ti stringe la corda del budget su cui ti trovi ancora in ritardo? Non posso venire a casa, raccontare tutto e ... sentirmi anche peggio».
Era estate. Fuori il cielo era luminoso. Trasparente. Una di quelle giornate in cui quando esci di casa e respiri l'aria a pieni polmoni, pensi che in un giorno così è impossibile morire. La morte non si confida con la luce e le tenebre risultano sconfitte.
«Io ho bevuto il mio caffè. Bevi il tuo, Sirio, e dimostrami che non hai un'altra donna. Non bere e sarà come confessare che sei poligamo, fedifrago, infedele, ingannatore, traditore, che hai messo le corna a me, Irma, tua legittima sposa».
Irma, una donna bella e di carattere, non scherzava sui sentimenti di Sirio e il suo fiuto la sapeva lunga su dove Sirio trascorreva il suo tempo libero e perché, quando si coricava a letto, si addormentava come un morto di sonno o un uomo senza pensieri e desideri.
«Bluffa, la puttana. Irma maledetta» pensava Sirio mentre, la faccia livida, guardava la tazzina ancora colma. Irma colse lo sguardo ansioso, pauroso e preoccupato di Sirio, ma non abbassò gli occhi, limitandosi a seguirlo attraverso l'impercettibile movimento delle sopracciglia. Sirio bevve il suo caffè che si era raffreddato: la testa gli cadde riversa sul tavolo senza una parola, un gemito, un sussulto, un gesto. Solo gli occhi erano ancora fissi, gelidi, su qualcosa che Sirio già non poteva più vedere. Nel caffè non furono trovate tracce di cianuro. Sirio era deceduto per arresto cardiaco. Fulminante. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

ITALIA/MONDO

SPORT

SOCIETA'

MOTORI