17°

29°

La trattativa

«Ricatto allo Stato? Napolitano ha detto sì». La testimonianza parmigiana

L'avvocato parmigiano Folli tra i legali al Colle racconta l'udienza alla Gazzetta

«Ricatto allo Stato? Napolitano ha detto sì». La testimonianza parmigiana
Ricevi gratis le news
5

Nel '93 Cosa nostra pose un aut aut per ottenere dei benefici per i detenuti. C'era la percezione di una matrice unitaria di ricatto allo Stato e destabilizzazione politica». Parola del testimone Giorgio Napolitano, davanti alla Corte d'assise di Palermo, ai magistrati e agli avvocati. Martedì, sala del Bronzino del Quirinale. L'aula di giustizia, a porte chiuse, si è trasferita sul Colle.

E tra i legali c'è anche lei, l'avvocato parmigiano Federica Folli. Insieme al collega palermitano Giovanni Di Benedetto, difende Antonino Cinà, il medico di Riina, Provenzano e Bagarella, condannato all'ergastolo per omicidio e imputato nel processo sulla presunta trattativa Stato-mafia. Se parti dalla domanda più scontata e banale («Era emozionata?»), si schermisce e poi (giustamente) liquida l'argomento in due parole: «L'idea di doverci andare era emozionante. Poi, è chiaro, il contesto era coinvolgente». 

Un presidente della Repubblica per la prima volta davanti a una Corte. Ma ha risposto a tutte le domande o, come ha sostenuto
qualche suo collega, in alcuni casi ha taciuto? 

Ha risposto, anche se in diversi casi ha detto «non ricordo», il che mi pare  assolutamente comprensibile, visto che si è parlato
anche di vicende di più di 20 anni fa..........L'intervista con tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ludovico

    30 Ottobre @ 22.13

    ...GENTE QUI BISOGNA FARE PULIZZIA ALTRIMENTI QUESTI CI CONTINUERANNO A PRENDERCI X IL CULO VITANATURALDURANTE....meditate gente!!!!

    Rispondi

  • Oberto

    30 Ottobre @ 08.18

    Il caso del Presidente Napolitano, tanto sbandierato sui giornali, il colle che dice si vado, poi no, poi si, poi no e poi finalmente si adegua alla costituzione italiana e come ogni cittadino, chiamato a testimonianza, si presenta davanti ai magistrati ( unico privilegio previsto per legge : essere ascoltato a domicilio) , non rappresenta la prima volta di un Presidente della Repubblica chiamato a testimoniare. In realtà non è il primo presidente, ma caso simile era capitato anche al Presidente Emerito Ciampi, sentito per il caso Telekom Serbia, che aveva acconsentito senza tante chiacchiere ad essere interrogato ( l'incontro con i magistrati avvenne a Castel Porziano, mi pare di ricordare). In quell'occasione il Presidente Ciampi rispose a tutte le domande, senza nessuna reticenza e senza nessun "non ricordo". Ah sapete poi come è finita la storia Telekom Serbia? In un modo molto interessante, mentre questa storia della trattativa mi puzza molto ( quando si comincia a dire "non ricordo" io mi agito).

    Rispondi

    • 30 Ottobre @ 11.43

      RISPONDE REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Napolitano è il primo presidente della Repubblica in assoluto ad essere sentito come testimone in un processo. Nessuno prima di lui. Ciampi, nel 2004, fu ascoltato dai pm di Torino nella fase di inchiesta per il caso Telekom Serbia.

      Rispondi

    • Alberto

      30 Ottobre @ 09.33

      condivido il fatto dei troppi "non ricordo". Secondo me ha taciuto la verità perchè troppo scomoda e imbarazzante per alcuni personaggi politici , lui compreso. Il dubbio rimane .

      Rispondi

      • HARRIS

        30 Ottobre @ 13.34

        C'è da chiedersi perchè fece distruggere le intercettazioni con Mancino. Ma a parte questo, io mi chiedo cosa ne pensano gli elettori del PD sul fatto che il loro partito ha voluto ancora Napolitano presidente.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Colpo nella notte al Mercatone uno di via Mantova

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

evento

Una suggestiva (senza auto) piazza Garibaldi pronta per la Notte del Terzo Giorno Video

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

1commento

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

1commento

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

CALCIO

I calciatori del Parma in municipio. Domani arriva Lizhang Video

Il ds Faggiano: "I big? Solo se hanno voglia"

GAZZAREPORTER

Auto in fiamme: l'intervento in viale Vittoria Video

Ecco un video sull'emergenza di ieri pomeriggio

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

PARMA

Anziana truffata da un finto addetto Iren in via Furlotti Video

E' intervenuta la polizia: ecco la notizia del 12 TgParma

OLTRETORRENTE

Premio da 10mila euro con un "gratta e vinci" in via D'Azeglio

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

1commento

MALTRATTAMENTI

Insulta, picchia e minaccia la compagna con un'accetta: condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

referendum

Irlanda, storico sì alla legalizzazione dell'aborto: 66,4%

PIACENZA

Investita del treno: gamba aputata ad una donna. Indaga la Polfer

SPORT

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

CICLISMO

Giro d'Italia: trionfo di Froome, a Roma in maglia rosa

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional