18°

droga

Nascondeva l'eroina in un cespuglio: arrestato

23enne fermato in stradello Porta Pia. Ma solo una notte in cella

Nascondeva l'eroina in un cespuglio: arrestato
Ricevi gratis le news
12

Gli investigatori della sezione Narcotici della squadra mobile hanno arrestato un 23enne tunisino trovato in possesso di circa 25 grammi di eroina. Il pusher nascondeva la droga in un cespuglio di stradello porta Pia. È stato arrestato e in attesa di processo rimesso il libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    17 Luglio @ 17.19

    ricordo a tutti, che dal 30/06/2014 è vietato l'arresto per reati c.d. leggeri come spaccio, furto o stalking ( 25 gr di eroina una volta si rischiavano 10 anni di carcere) quindi chi è al governo? Berlusconi? o renzi? e poi questi secondo alcuni ci pagano pure la pensione...

    Rispondi

  • piadinainfranti

    17 Luglio @ 15.06

    indi se in stradello dagnino e salemi si vede sempre lui meglio evitar di tel alle forze dell'ordine si risparmiano i soldi del tel, benzina auto poliza o carabinieri, ore lavoro forze dell'ordine e soprattutto il mercato degli italiani che acquistano non ne risente!

    Rispondi

  • Straziato

    17 Luglio @ 14.43

    A chi la vendeva l'eroina questo personaggio??? Purtroppo è la legge della domanda e dell'offerta!! Iniziamo a creare una culturo del NO alle droghe e vedrete che buona parte di questi delinquenti sparirà, oltre a togliere grossi introiti alle mafie, nostrane e non!

    Rispondi

  • jumbler

    17 Luglio @ 13.31

    @ Maurizio -- Ah quanto rimpiangiamo quei bei tempi, era il 1997, quando un'ondata di profughi albanesi, minacciati da una guerra civile imminente erano pronti a lanciarsi verso le coste italiane. Ministro dell'Interno era Giorgio Napolitano, che nel Marzo 1997 ebbe a proclamare: "ai profughi albanesi non va dato l’asilo, ma va fornita solo assistenza” e ancora nell' Agosto 1997 : “i campi profughi per accogliere gli albanesi vanno sì fatti, ma non da noi, bensì a casa loro”, Un Napolitano che fissò scadenze inderogabili per il rimpatrio dei disperati, fregandosene degli albanesi che davanti alle telecamere innalzavano striscioni e cartelloni dallo slogan unico “Meglio morire che tornare in Albania”......E i compagni di partito futuro Pd ? Tutti zitti. Tutti pronti ad appoggiare il ministro, che il 22 dicembre dello stesso anno, nonostante le proteste dei clandestini, annunciò trionfante : “in Italia non ci sono più profughi”, aggiungendo che i pochi scappati alla cattura sarebbero stati rimpatriati al più presto. Insomma, un Napolitano più leghista dei leghisti, teorizzatore di campi di accoglienza a casa loro, contrarissimo alla concessione dell’asilo e fiero annunciatore dell’Italia ripulita dai profughi.......Comportamenti che a Salvini fanno un baffo e che lo fanno diventare un buon samaritano nei confronti del nostro presidente, vero uomo, duro e puro.

    Rispondi

  • sabcarrera

    17 Luglio @ 08.26

    Quant'è che continuerete a dare la colpa a Berlusconi. Abbiamo avuto diversi governi )imposti dal MEC) che non hanno fatto niente che spennare gli italiani.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale in auto con una ragazza: è morto "Zanza" , re dei playboy della Riviera romagnola

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

genova

Crollo del ponte, ferrovia a pieno regime dal 4 ottobre

SPORT

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel