21°

31°

ECONOMIA

L'agricoltura contro l'embargo russo

Coldiretti in piazza: ci è già costato oltre 600 milioni

L'agricoltura contro l'embargo russo
Ricevi gratis le news
0

 Le bandiere gialle dell’associazione al vento assieme al tricolore. Cartelli e striscioni con le scritte «Putin facciamo la pace» o «L'Europa si nasconde, l’Italia ci mette la faccia!». E ancora palloncini gialli nel cielo e una lunga fina di trattori.
Così Coldiretti ha radunato a Verona diecimila produttori e allevatori che hanno gremito il Cattolica Center per la manifestazione di protesta contro l’embargo russo. In prima fila il ministro per le Politiche Agricole, Maurizio Martina, il governatore del Veneto, Luca Zaia, e decine di sindaci con la fascia tricolore a testimoniare il legame indissolubile con il territorio e la piena solidarietà ad un comparto che sta scontando duramente la guerra commerciale con la Russia. Le cifre del primo bilancio dell’embargo, presentato oggi, sono pesanti: in quasi due anni (ma è destinato a prolungarsi almeno fino alla fine del 2017) il taglio delle esportazioni è stimato in oltre 600 milioni di euro, la metà per il totale azzeramento delle spedizioni di ortofrutta, formaggi, latticini, carni e salumi italiani interessate direttamente dall’embargo.
«Soprattutto questa situazione oggi rischia di aggravarsi con Brexit, con la svalutazione della sterlina e con la messa a rischio di un mercato, quello della Gran Bretagna, che per noi italiani rappresenta il quarto mercato estero di sbocco per il nostro agroalimentare» ha dichiarato il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo, che guida un milione e 300mila iscritti. Un timore, quello delle conseguenze post Brexit, subito stoppato dal ministro Martina che ha invitato a «non esagerare», sottolineando che si tratta di «scelte di ambito internazionale di cui l’Europa è protagonista, che noi non possiamo mettere in discussione in ragione della delicatezza del problema di politica estera».
Tuttavia Maurizio Martina ha riconosciuto che «l'embargo russo soprattutto per alcuni settori è stato oggettivamente un grande problema». Il presidente Moncalvo ha posto l’accento anche sui pericoli dalla contraffazione, ribadendo che «dobbiamo agire per andare oltre questa situazione, riprenderci gli scaffali dei supermercati russi che oggi sono pieni di prodotti che richiamano l’italianità che sono dei falsi, tutti prodotti rigorosamente in Russia». Mele, pesche, kiwi, uva da tavola, Grana Padano Dop e Parmigiano Reggiano Dop, Prosciutto di Parma Dopo e di San Daniele Dop, sono i principali prodotti Made in Italy che non possono più finire nei negozi, ristoranti e sulle tavole in Russia.
Se per il governatore del Veneto, Luca Zaia, l’embargo «è una battaglia, ma la vinciamo», il sindaco di Verona, Flavio Tosi, nel suo intervento ha posto l’accento «sull'assoluta mancanza di buon senso in Europa, non di tutti, ma di quei rappresentanti istituzionali che non dovrebbero fare demagogia e populismo. L'interesse nazionale è sopra tutto». Fino all’affondo sulla Brexit: «Quello che è successo in Inghilterra rischia di essere pagato da tutti. Una scelta illogica, insensata, è come quello che per fare dispetto alla moglie si taglia i cosiddetti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Public money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

droga

Arrestati i due pusher da 100mila euro in un anno e clienti tutti parmigiani

9commenti

anteprima gazzetta

Droga, 2 arresti, patente ritirata ai clienti: "La droga fa male"

1commento

Parma

Derubata e...denunciata: è clandestina. Tre interventi in un giorno per le Volanti

2commenti

regione

Fidenza, 500mila euro per il Ballotta: arriva la pista indoor

Anas

Mulattiera-Fraore, da martedì 24 luglio cantiere sullaTangenziale nord

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

carabinieri

Nessuno scippo: 75enne smascherato dalle telecamere e denunciato

polizia

Rissa a bottigliate in piazza della Pace. E lite in stazione

2commenti

via Mordacci

Picchia a sangue la ex e la rapina

12 tg parma

Nuovo Ponte della Navetta, posata la prima pietra. Fine lavori a marzo Video

12 tg parma

World series baseball: gli Usa negano il visto, e Daniel (Collecchio) resta a casa Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ladri "con i bigodini": raid nei saloni, caccia alla banda dei parrucchieri

Chiaia di Luna

Lo spaventoso crollo di rocce a Ponza

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita