-1°

Alimentare

Rodolfi , tradizione e innovazione da 120 anni

Rodolfi , tradizione e innovazione da 120 anni
Ricevi gratis le news
0

Da 120 anni la famiglia Rodolfi produce conserva di pomodoro e anche oggi è alla guida di un'industria che figura tra le prime venti al mondo per volumi di pomodoro trasformato. In Italia un simile traguardo di longevità lo hanno raggiunto pochissime aziende. Ne va fiero il presidente Giuseppe Rodolfi, tuttora impegnato a tempo pieno in azienda insieme ai figli Aldo, Isabella e Maria Virginia.
«Confindustria a Roma ci premiò qualche anno fa tra le aziende che avevano oltre un secolo di attività alle spalle e ora il traguardo dei 120 è ancora più significativo - ricorda il presidente -. La nostra è una storia radicata nel territorio, nella terra di Ozzano Taro, espressione di tradizione e qualità». Ed è anche un bell'esempio di passaggio generazionale, aggiungiamo noi. Tutto cominciò in un piccolo laboratorio a San Pancrazio. «Ad iniziare l'attività nel 1896, fu Remigio Rodolfi, zio di mio padre Mansueto - spiega Giuseppe Rodolfi -. e proseguì con Mansueto e con la sua decisa volontà di creare un'industria a Ozzano Taro. Alla fine della seconda guerra mondiale, nel 1945, Giuseppe Rodolfi appena diciottenne entrò in azienda.
«In principio seguii mio padre Mansueto e mia madre Virginia nell'attività agricola e casearia - spiega -. A fianco c'era anche lo stabilimento di trasformazione del pomodoro, affidato prevalentemente a mio fratello Lucio, 25 anni più anziano di me. Iniziai a lavorare con passione e volontà partecipando anche alla campagna estiva di lavorazione del pomodoro. Fu un decennio difficile, portatore di grandi cambiamenti. Molte aziende del settore conserviero, che a Parma erano una settantina, non riaprirono. Per ripartire ci voleva tanto coraggio e impegni economici notevoli.
La mia famiglia era molto unita e mio padre, anche se non più giovane, dimostrò anche in quella circostanza il suo spirito di iniziativa: ci guidò con grande lungimiranza a investire, rinnovarci e potenziare le attività esistenti».
Con la morte del padre Mansueto la sua vita in azienda cambiò totalmente: più impegni e più responsabilità. «Entrai del tutto nel settore della produzione e commercializzazione del Parmigiano Reggiano e affiancai al tempo stesso mio fratello Lucio nell'attività conserviera - continua a raccontare -. Purtroppo nel 1976 in seguito alla morte di mio fratello rimasi solo e iniziai un nuovo periodo. Dovetti affrontare numerose difficoltà per definire le varie attività della famiglia e nel 1987 vennero costituite la Rodolfi Mansueto Spa, l'Azienda Agricola Qualatico di Giuseppe Rodolfi e il Caseificio per la produzione del Parmigiano Reggiano S.Elisabetta». Tra le tappe significative dell'azienda vanno citate l'cquisizione dello stabilimento di Castelguelfo nel 1930, l'acquisizione dell'azienda alimentare Von Felten, specializzata in semilavorati di pomodoro per l'industria, ortaggi essiccati, polvery spray dry, e semilavorati per la pasticceria nel 2013.
« In questo cammino certamente non facile ho sempre avuto la piena condivisione, e il sostegno di mia moglie, Gianna, - sottolinea Giuseppe Rodolfi- così come è stato fondamentale l'ingresso in azienda dei miei figli in azienda, negli anni '90. Il nuovo passaggio generazionale, dunque, è già realtà, «oggi le decisioni spettano a mio figlio Aldo» che ricopre il ruolo di vicepresidente. Tradizione e innovazione si intrecciano nuovamente.
«Abbiamo puntato sulla valorizzazione del prodotto locale, quasi a chilometro zero - spiega Aldo Rodolfi - e questo si riflette sulla qualità, tenendo conto anche degli aspetti ambientali, dall' utilizzo delle energie alternative al risparmio energetico e idrico. Siamo stati tra i primi ad operare nell'ambito del biologico e questo rappresenta indubbiamente un punto di forza. Un altro aspetto significativo è il legame che si è creato con il mondo agricolo con il quale abbiamo costruito un percorso condiviso». La Rodolfi Mansueto ha 3 stabilimenti, 120 dipendenti (se ne aggiungono altri 400 nel periodo estivo) con un fatturato che nel 2015 ha raggiunto i 70 milioni. Nel 2016 ha lavorato 245.000 tonnellate di pomodoro, l'export, in 60 Paesi, supera la quota del 50%.
«Siamo stati tra i primi a produrre sughi pronti - ricorda il vicepresidente - cercando di diversificare in base alle diverse esigenze dei consumatori e dei mercati». Intanto prosegue la marcia sul fronte ricerca e sviluppo. «L'ultima linea nata è Ortolina Kids - chiosa - sughi di pomodoro e verdure biologiche creati ad hoc per abituare al gusto delle verdure i bambini dai 4 anni in su, senza glutine, senza conservanti, senza coloranti e senza additivi. Tra le altre novità l' Ortolina piccante i pesti a base di basilico ed il pomodoro semy dry».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dopo il Grande Fratello: Benedetta Mazza torna in studio con Stefano Sala. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri

TELEVISIONE

Benedetta Mazza torna in studio con Stefano. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri Foto

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano: foto

MUSICA

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano Foto

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Foto dalla pagina Facebook di Laura Ciriaco

MUSICA

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

REPORTAGE

Sirene spiegate e adrenalina: una notte sulla volante a caccia di ladri

CENTRO STORICO

Furti e pedinamenti ai danni delle commesse di via Mistrali

weekend

Il trionfo di mercatini di Natale, presepi in mostra e cori: l'agenda della domenica

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

LO SFOGO

«Parma non sa gestire l'accesso alle ztl in modo intelligente»

Personaggio

Matteo Vezzani, lo stilista delle supercar

Provocazione

Quel cartello con le corna

Colorno

Dobermann attaccano la colonia felina: un gatto morto, 2 feriti e 5 spariti

Sorbolo

Demolita la casa abusiva di Bogolese

ATTENTATO

I colleghi parmigiani del giornalista ucciso: «Antonio, uno di noi»

MUSICA

Mario Biondi al Regio con i Quintorigo Foto Guarda chi c'era

PARMA

Legionella, controlli serrati dopo i nuovi 5 casi in città Video

carabinieri

Il gestore della palestra si insospettisce: incastrato il ladro seriale degli spogliatoi

12tgparma

Meteo, arriva la neve. Notte con gelate e minime sotto lo zero Video

vincita

La dea bendata fa una super tappa in via Monsignor Colli: "grattati" 500.000 euro

incidenti

Due auto fuori strada a pochi minuti di distanza: due feriti, uno è grave

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ma in famiglia il nemico è lo smartphone, non i compiti

di Patrizia Ginepri

NATALE

Due mesi di Gazzetta digitale con lo sconto del 50%

ITALIA/MONDO

Austria

Triplice omicidio in un castello: arrestato un conte

RETROSCENA

Brexit, e adesso? Ecco i 6 scenari possibili

SPORT

SERIE A

Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore

SONDAGGIO

La punizione più bella della storia recente del Parma? E' quella di Bruno Alves Video

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Regali di Natale: ecco quelli smart

CURIOSITA'

La cometa di Natale oggi "sfiorerà'' la Terra: tutti a naso all’insù

MOTORI

SUV

Audi Q3, 5 stelle (e 4 nuovi motori)

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole