stranieri

Se la famiglia è lontana gli importi delle rimesse aumentano

Andrea Lasagni (Università di Parma): il denaro che esce oggi può creare consumatori interessati al Made in Italy

Se la famiglia è lontana gli importi aumentano

Foto d'archivio

Ricevi gratis le news
0

Quando la famiglia è lontana, gli stranieri mandano più soldi in patria, mentre dalla seconda generazione in poi il legame tende a diventare più blando. I casi sono diversi fra loro e non tutte le comunità inviano denaro allo stesso modo. Degli oltre 5 miliardi di euro rilevati l'anno scorso, 3,2 sono stati spediti in appena dieci Paesi. E' vero che cifre cospicue escono dal nostro mercato ma in questo modo potrebbero emergere classi medie interessate in futuro ai prodotti Made in Italy. Lo spiega Andrea Lasagni, docente di Economia applicata dell'Università di Parma, che studia tra l'altro i temi economici legati all'immigrazione. «Le rimesse sono abbastanza concentrate - dice -. In Italia i senegalesi sono al 14esimo posto fra le comunità più numerose ma sono quarti nell'invio di soldi (e al secondo a Parma, ndr). L'Albania è un Paese di storica immigrazione verso l'Italia ma i flussi di denaro sono in discesa». «Il ruolo della famiglia è ancora ai primi posti: fra i motivi dichiarati è tra i più diffusi - aggiunge Lasagni, citando il Rapporto sull'inclusione finanziaria del Cespi -. Probabilmente a un maggior bisogno corrisponde maggiore domanda, ad esempio, da parte dei Paesi asiatici dove non sembrano esserci miglioramenti delle condizioni di povertà».

«C'è un duplice canale per le rimesse - continua il professore -. Quando si mandano in media 150-200 euro l'invio avviene attraverso i money transfer. Si tenga conto che strumenti digitali e pagamenti con il telefono sono diffusi in Africa e in altri continenti, perché sono immediati e senza problemi di bancabilità. Per inviare importi maggiori, come 3mila euro per l'acquisto di un'auto o di una casa, si sceglie la banca. E gli istituti di credito si “attrezzano”, offrendo agli immigrati i servizi che li rendano loro clienti». La Banca d'Italia ha studiato anche i canali informali. Oltre alle rimesse «visibili», gli stranieri spedirebbero fra il 15 e il 45% in più. Le rimesse «non visibili» rappresenterebbero quindi dal 10 al 30% di quelle totali. Sembra che comunque i flussi di denaro informali sarebbero calati di circa il 20% negli ultimi dieci anni. E' stato rilevato anche un calo delle rimesse verso la Cina. «Si è scoperto che imprese cinesi mandavano soldi come fossero rimesse - spiega Lasagni -. I dati sulla Cina quindi erano stati in parte riclassificati». Questo aspetto non spiega tutte le tendenze sui flussi verso la Cina e altri Stati ma dovrà essere studiato ancora.

La quantità di denaro che ogni anno viene spedita nel mondo fa anche discutere, perché si tratta di milioni che non vengono spesi sul nostro mercato. Lasagni pone l'accento però sull'altro lato della medaglia. «E' vero che 5 miliardi vanno nei Paesi di origine di queste persone - dice -. Ma se quei Paesi potranno in futuro diventare consumatori di prodotti italiani, ciò avverrà perché avranno raggiunto un livello di reddito più alto di prima. E' un discorso che dovrebbe interessarci». Gli immigrati che lavorano in Italia come dipendenti, inoltre, spediscono denaro ma - fa notare il docente - versano anche i contributi al nostro sistema previdenziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Parsons Dance: 16 e 17 febbraio 2019

spettacoli

Parsons Dance, la magia della danza atletica sbarca al Regio

Wanda Nara

Wanda Nara

"STRISCIA"

Tapiro d'oro a Wanda Nara: "Icardi? Rinnova..."

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

gossip

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng: matrimonio (e amore) al capolinea

Notiziepiùlette

"Nonostante, libera" di Bruna Orlandi

La copertina del libro

LIBRI

"Il Bugiardino" di Marilù Oliva - "Nonostante, libera" di Bruna Orlandi

Lealtrenotizie

Arrestato dalla Polizia di Stato con 24 gr. di cocaina

OLTRETORRENTE

Via Musini, quel via vai da una casa che ha insospettito i residenti: pusher arrestato Video

incidente

Scontro in centro paese a Corcagnano: una delle auto si ribalta Video

borgo retto

Sorpresi dai vicini mentre scassinano le porte di alcune abitazioni: arrestati Video

Prevenzione

Via Trento, bar chiuso per ordine del questore

BERCETO

Montagna 2000, i lavoratori contro Lucchi: "A rischio 42 posti in un territorio difficile"

1commento

WEEKEND

Un sabato d'inverno tra sci, teatro e... festa del gelato: l'agenda

FIDENZA

Muore all'improvviso l'appuntato Biagio Vetrugno

QUATTRO CASTELLA

Bianello: il fantasma «parmigiano» entra nel percorso turistico

la segnalazione

Corcagnano e Carignano senza luce da ore

12 tg parma

A Parma il fenomeno "Momo": allarme sui cellulari dei giovanissimi Video

LANGHIRANO

Banda del buco svaligia la tabaccheria

TRAVERSETOLO

Addio a Valter Petrolini, pilastro del volontariato e della Barilla

12 tg parma

Borgotaro: sarà triplicata la linea di produzione alla Laminam, 100 assunzioni Video

POLIZIA STRADALE

Nel 2018 aumentati gli incidenti e le vittime

Collecchio

Raid di un ladro in un parcheggio: condannato a 2 anni

LUTTO

Addio a Bruno Paletti, maestro antiquario

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Fuga dal voto (17 milioni) contro la rissa dei politici

di Vittorio Testa

5commenti

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

lecce

Detersivo al posto dell'acqua, asportato lo stomaco a un 28enne

SICUREZZA

Trenta nomi di terroristi sulla scrivania di Salvini: 14 sono in Francia

SPORT

PARMA CALCIO

Jiang Lizhang annuncia il "suo" aumento di capitale

1commento

12 TG PARMA

Mercato: il Parma sempre su El Kaddouri, in attacco sfida Stepinski-Diabatè Video

1commento

SOCIETA'

società

Lunedì arriva il blue monday, il giorno più triste dell'anno

USA

Class action contro Oracle: paga meno le donne

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai