15°

21°

EDITORIALE

Le note stonate contro Parma

Festival Verdi: stop ai finanziamenti

Le note stonate contro Parma

Ricevi gratis le news
4
 

Di certo, non avrebbe risolto tutti i problemi del Festival Verdi. Ma quel finanziamento stabile di un milione di euro all'anno avrebbe permesso di programmare le prossime manifestazioni in onore del Maestro con una certa tranquillità. Soprattutto sarebbe stato il definitivo riconoscimento da parte del governo e del Parlamento italiano che Verdi si merita un festival e che quel festival deve essere a Parma. Né più né meno di quanto succede a Torre del Lago in onore di Puccini o a Pesaro per Rossini. E invece no. Nulla. Anche nella prossima legge di stabilità quella noticina per parificare il Festival Verdi agli altri non ci sarà.

E dire che lunedì sera sembrava quasi fatta in commissione Bilancio alla Camera. Poi, verso mezzanotte, a bloccare tutto è arrivata l'opposizione del Movimento 5 Stelle, con il sostegno di alcuni esponenti leghisti. Non contenti di aver già definito il Festival Verdi una «marchetta localistica», i rappresentanti del movimento di Grillo hanno alzato un fuoco di sbarramento su un emendamento alla legge di stabilità. Poche righe di testo, che recepivano una richiesta della deputata Pd Patrizia Maestri, per inserire il Festival Verdi fra le manifestazioni finanziate ogni anno dallo stato. Motivo dell'opposizione dei Cinque stelle? Ufficialmente la giustificazione addotta è che nell'emendamento, oltre al finanziamento per Parma, ne era previsto anche uno analogo per la Fondazione Romaeuropa Arte e cultura diretta dalla moglie di un esponente romano del Pd. E così è stato chiesto dal gruppo M5S il ritiro di tutta la proposta, senza alcuna differenza fra i due destinatari dei finanziamenti. Nonostante il governo avesse già dato parere favorevole al testo, l'emendamento è stato ritirato dal Partito Democratico. Lo stesso Pd che è poi riuscito in extremis a recuperare le agevolazioni per il Maxxi di Roma diretto dall'ex ministra Melandri ma non per Verdi. Un pasticcio. In tutti i sensi. Che riporta Parma con i piedi per terra, ai soliti noti problemi italiani, dopo la soddisfazione di venerdì per la notizia arrivata da Parigi del meritato e importate riconoscimento dell'Unesco alla nostra cultura gastronomica.

Il sospetto è che ai deputati Cinque stelle non sembrasse vero di sparare addosso al Pd e intanto di sistemare qualche conto interno con il sindaco di Parma. Fu infatti in occasione della discesa a Roma di Pizzarotti per sostenere una proposta di legge in favore del Festival presentata da due parlamentari dissidenti che i fedelissimi di Grillo bollarono il tutto come una «marchetta localistica». Una definizione che per molte leggi proposte nel nostro Parlamento non stona affatto. Ma usata di fianco al nome di Verdi non è altro che un'attestazione d'ignoranza. Per anni a Parma si è dovuto fare i conti con lo scarso peso dell'ex Pci-Pds-Ds in Regione e con quella che veniva definita «l'ostilità di Bologna», non a torto, visto l'ultimo emblematico declassamento della Tirreno Brennero. Non bastava. Ora bisogna iniziare a temere anche le lotte intestine del movimento di Grillo?

Sia come sia, per il Festival Verdi adesso resta solo da sperare che la Camera approvi l'ordine del giorno già annunciato dalla Maestri e che il Governo stanzi i fondi. In attesa che a Palazzo Madama inizi il suo iter il disegno di legge presentato dal senatore Giorgio Pagliari.  Ma i tempi non saranno brevi. Peccato non si possano chiedere i fondi per il Festival all'Unesco. A Parigi, c'è da scommetterci, non conoscono solo il Parmigiano e il Prosciutto. Ma sanno anche chi è Giuseppe Verdi.

spileri@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Greg

    16 Dicembre @ 17.19

    Mi dispiace dissentire dalle sue considerazioni, ma paragonare Pesaro e Torre del Lago con un fantasma di Festival come quello a cui è ridotto il nostro è improponibile. Lasciamo stare Verdi, lo abbiamo già offeso abbastanza a casa nostra per allargare la cerchia dei denigratori. E' altresì vero che la politica più retriva cavalca l'avvenimento, ma onestamente dovremmo riconoscere che in quanto a coerenza i nostri eletti sono piuttosto carenti. Non conosco un altra città dove gli accordi da sottoscala sono così endemici. Le ricordo infine che neppure un sussidio certo può trasformare dei dilettanti in seri professionisti. Abbiamo avuto un Festival in passato degno di questo nome e la stessa politica che ora la nausea tanto lo ha distrutto. Pochi si indignarono ma prevalse l'interesse politico di chi era pronto a saltare sulle diligenza. Peccato che fosse un carretto sgangherato.

    Rispondi

  • Remo

    16 Dicembre @ 17.08

    il sempre rimpianto sindaco Ubaldi(lista civica) sapeva barcamenarsi tra gli sgambetti della regione Emilia-Ro(magna), matrigna verso Parma, e le lusinghe del governo Berlusconi(di destra, con ministro l'on.Lunardi di Parma, e quindi già favorevole di suo).Mentre il sindaco Pizzarotti ha contro sia Bologna che Roma, con il "reggiano" Prodi che tira ancora i suoi fili , e l'altro "reggiano" Del Rio che completa l'opera a Roma.Dulcis in fundo, ci si mettono anche i 5* a rompere...le uova nel paniere, affossando un decreto che, finalmente, faceva arrivare un po' di soldi a Parma:insomma, c'è li abbiamo tutti contro, l'unica speranza è nei nostri industriali, che abbiano ancora voglia di investire su Parma e provincia, e che battino i pugni sul tavolo a Bologna e Roma!Ma hanno già dimostrato con l'aeroporto e l'Unesco che ci sono, per fortuna...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant  convola a nozze con Anna Eberstein

cinema

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant convola a nozze con Anna Eberstein

L’ex gieffina Veronica Graf rilancia: presto in Italia per presentare la sua prima collezione di costumi

TELEVISIONE

Da Grande Fratello e Sex Time alla moda: Veronica Graf lancia una linea di costumi

Proposta di matrimonio sugli spalti di San Siro

Immagine da Sky Sport

MILANO

La proposta di matrimonio arriva con uno striscione... a San Siro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

FOTOGRAFIA

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

Lealtrenotizie

Esplosione alla polveriera di Noceto, una tragedia annunciata

noceto

I sindacati: "Tragedia annunciata: sospendere subito le lavorazioni alla polveriera"

L'operaio di 37 anni è stazionario

Parco Ducale

Chi ha ucciso Milly, la «mamma oca» del laghetto? E' morta per difendere le sue uova

4commenti

taneto

“Vampirizzano" il serbatoio del tir: denunciati tre dipendenti infedeli di un'azienda parmense

Lutto

Addio a Tony Wolf, il «papà» del pinguino Pingu. Era nato a Busseto

Borgotaro

La bomba nel Taro, riunione in prefettura

calcio

Parma, porta blindata

meteo

Sapore d'estate, nel weekend sole e punte di 30 gradi

Piogge e temporali fino a mercoledì, poi "rimonta" alta pressione

traffico

Tangenziale Nord, la pioggia allunga le code per lavori. Code "per fiera" in A1

FIDENZA

Rubano capi firmati all'outlet, catturato un ladro

1commento

IL CASO

Nessuno soccorre i caprioli investiti

3commenti

IL CASO

San Secondo: no ai cani nei parchi, protestano i padroni

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

10commenti

Fidenza

Camion perde una lastra di cemento a San Michele Campagna Video

Paura per una donna incinta, al volante dell'auto dietro al camion: è stata portata al pronto soccorso

PARMA

Da Forza Nuova un'intimidazione alla stampa

Il movimento minaccia presidi davanti le sedi delle testate parmigiane se non invieranno giornalisti alla loro manifestazione. La solidarietà di Fnsi, Aser e del sindaco Pizzarotti. La condanna del Cdr

GAZZAREPORTER

Vicomero e le auto che sfrecciano in paese: "Pericoli elevatissimi" Foto

PARMA

Grosso ramo cade in via XXII Luglio: strada chiusa, disagi anche sullo Stradone Foto

Problemi al traffico nel tardo pomeriggio anche in Strada Elevata a causa di un incidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quelli delle Br non furono “errori”: furono crimini

di Michele Brambilla

4commenti

L'ESPERTO

Lavorare per una società straniera: ecco come muoversi

di Daniele Rubini e Davide Manzelli

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Traffico illecito di rifiuti metallici, 4 indagati e perquisizioni

elezioni

Regionali in Val d'Aosta: exploit Lega, Pd fuori da Consiglio

SPORT

parma calcio

Lucarelli: "E ora possiamo dire a chi ci ha fatto male: 'Siamo tornati' " Video

2commenti

Motocross

Fontanesi seconda dietro all'imprendibile Duncan

SOCIETA'

turismo

Emilia-Romagna in cima nel Best in Europe

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

MOTORI

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più