21°

30°

EDITORIALE

L'Europa ha 60 anni. Ma non può far festa

Ricevi gratis le news
0

l 2017 si presterebbe a diverse celebrazioni continentali: il 25 marzo 1957 - 60 anni fa tondi - il Trattato di Roma posava la prima pietra di quella che oggi chiamiamo Unione Europea. Ancora: il primo gennaio 2002 (in qualche modo anche 15 anni sono un anniversario importante) l'euro diventava la nostra moneta mandando in soffitta marchi, lire, franchi, pesetas...
Eppure il condizionale è d'obbligo perché c'è ben poco da festeggiare. Il vecchio continente sembra avere smarrito quel senso di comunità che era negli intenti dei padri fondatori e la «crisi esistenziale» evocata da Jean-Claude Juncker lo scorso settembre nel discorso sullo stato dell'Unione sembra semmai acuita all'alba di questo 2017. Non che Juncker - ma nemmeno gli altri leader europei - abbia fatto molto da allora per rendere l'Europa più unita di fronte al rapido mutare della geopolitica mondiale.
Stretta al di là dell'Atlantico dall'irruzione di Donald Trump alla Casa Bianca, minacciata dai muscoli che Vladimir Putin flette con sempre maggior vigore a Est, inondata dai flussi migratori a Sud, minacciata dal terrorismo in ogni piazza, l'Europa è stata scossa alle fondamenta soprattutto dalla Brexit e corre il rischio di un forte ridimensionamento sullo scacchiere internazionale. Il 23 giugno 2016 il sogno si è rotto: con la picconata britannica l'Unione cessava di essere un obiettivo mentre la valanga dell'euroscetticismo - versione continentale di una certa anti-globalizzazione imperante - prendeva sempre maggior vigore. Il tweet con cui Martin Selmayr, braccio destro di Juncker, lo scorso maggio prefigurava uno «scenario del terrore» con Donald Trump, Marine Le Pen, Boris Johnson e Beppe Grillo al G7 rischia di trasformarsi in una sconcertante profezia.
Il problema è che il calendario del 2017 non promette nulla di buono per arginare l'avanzata populista che l'euroimmobilismo di Bruxelles ha colpevolmente alimentato: Amsterdam, Parigi e Berlino andranno al voto tra marzo e settembre (senza contare che l'Italia potrebbe accodarsi) rischiando fatalmente di bloccare intese comuni in settori strategici perché ognuno pensa alle faccende di casa propria.
Le puntate che rischiano di far saltare il tavolo sono molte: a parte quel pasticciaccio brutto della Brexit (per ora rallentata dalla Corte suprema inglese che potrebbe richiedere il via libera parlamentare), l'emergenza migranti è stata gestita male e le divergenze sulla redistribuzione dei profughi restano enormi.
I temi economici, in un continente che da anni non corre e ha un bisogno disperato di investimenti, fanno tremare i polsi: con il mondo del credito stremato da anni di crisi l'Unione bancaria resta zoppa perché priva del terzo pilastro, quello della garanzia unica sui depositi. L'annoso dibattito cui conti pubblici fra i falchi del rigore e le colombe della flessibilità rischia di lasciare sul terreno cadaveri eccellenti (il nostro in primis). Sul fronte energetico la ripresa del prezzo del greggio non farà bene alla nostra bolletta e nemmeno la caduta della moneta unica rispetto al dollaro. Non resta che aggrapparsi proprio alla discesa dell'euro verso la parità con il biglietto verde, ormai questione di settimane secondo diversi analisti: una boccata di ossigeno per il nostro export che con l'avvento di Trump ha già ripreso a crescere. Ma non illudiamoci che sia minimamente sufficiente per voltare pagina. Soprattutto per l'Italia, il cui Pil dalla crisi del 2008 è cresciuto meno della metà della media Ue.
atagliaferro@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Scoperti falsi crediti Iva per 14.000.000 di euro. Denunciati 59 responsabili e sequestrati beni per 4 milioni di euro

guardia di finanza

Falsi crediti Iva per 14 milioni di euro. Denunciati 59 responsabili

E' caccia ai due imprenditori "menti" del sistema: sono irreperibili. Sequestrati quattro fabbricati nel Parmense

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

1commento

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

maranello

Ferrari, Louis Camilleri è il successore di Marchionne?

Brescia

Ragazzina dispersa da quasi due giorni nel Bresciano

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita