14°

EDITORIALE

Olanda: la diga tiene. Ma fino a quando?

Olanda: la diga tiene. Ma fino a quando?

Mark Rutte e Jesse Klaver, il carismatico capo dei verdi olandesi

Ricevi gratis le news
0
 

Alla fine, seguendo una facile metafora, visto che parliamo d'Olanda, la diga ha tenuto e la temuta marea populista non ha tracimato, anche grazie all'aumento della partecipazione popolare che si è attestata al 77,6%, tre punti in più rispetto alle ultime politiche, quelle del 2012. A voti contati - c'è voluto un po' di tempo perché per paura degli hacker russi si è deciso per lo scrutinio manuale - gli exit poll sono stati confermati. Il partito liberale (Vvd) del premier Mark Rutte si è confermato al primo posto con il 21,2% dei voti che corrispondono a 33 seggi (ne avevano 41). I populisti del Pvv, dello sfidante Geert Wilders, figurano al secondo posto con il 13,1% e 20 seggi, solo uno di più dei democristiani del Cda (12,4%) e dei centristi riformatori del D66 (12,1), entrambi con 19 seggi.

Crollano invece i socialdemocratici del Pvda, il partito che esprime il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, ministro delle Finanze del governo uscente. I socialdemocratici, infatti, passano da 38 seggi a 9, una disfatta cocente che li mette dietro ai socialisti con 14 seggi (uno in meno rispetto al 2012) ai verdi sempre con 14 seggi (ne hanno guadagnati 10). I socialdemocratici probabilmente non faranno parte del nuovo governo di coalizione, visto che la scelta di collaborare con Rutte è stata bocciata dai loro elettori.

E qui cominciano le note dolenti. Infatti la coalizione tra il partito di Rutte, i democristiani (che in Olanda sono su posizioni di centrodestra) e i centristi riformatori non raggiunge la maggioranza dei seggi della camera bassa del parlamento: dovrebbero essere almeno 76 e sono invece 71. E quindi serve almeno un altro partito (o due piccoli partiti) per una coalizione a quattro o a cinque. Una novità anche per il frammentato panorama politico olandese. Un'opera di alchimia politica che potrebbe richiedere mesi di paziente lavoro diplomatico.

Insomma le elezioni di mercoledì hanno uno sconfitto vero, cioè Wilders e il suo movimento populista che non ha sfondato, nonostante sia aumentato in consensi e seggi. Wilders, secondo i sondaggi, aveva la possibilità di superare i consensi di Rutte o, in subordine, di perdere di misura e invece è rimasto a distanza siderale dai liberali del primo ministro. Però Wilders ha dettato l'agenda. Senza la propaganda anti-islam e anti-immigrati del Pvv, infatti, Rutte non avrebbe ingaggiato il braccio di ferro ad alta visibilità mediatica con la Turchia di Erdogan che, con tutta probabilità, gli ha giovato elettoralmente e anche i programmi si sono spostati a destra. Un solo esempio: nella piattaforma dei democristiani c'è la richiesta che i ragazzi della scuola dell'obbligo cantino in aula l'inno nazionale e Rutte ha diffuso una lettera aperta in cui ha chiesto agli immigrati di aderire agli ideali della democrazia olandese o andarsene. Non sono le richieste di Wilders che proponeva di mettere al bando il Corano, chiudere tutte le moschee e uscire dall'Unione europea, ma in ogni caso lo spostamento in senso nazionalista è evidente. Come c'è stata una analoga polarizzazione a sinistra dove hanno vinto le forze, come i Verdi del giovanissimo Jesse Klavier, che sono su posizioni molto progressiste. Insomma un sistema polarizzato e frantumato dal sistema elettorale proporzionale. La navigazione di Rutte si preannuncia difficile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

TELEVISIONE

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare

RAI1

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare Foto

Uto Ughi: «Io e il violino, un amore iniziato a 5 anni»

Intervista

Uto Ughi: «Io e il violino, un amore iniziato a 5 anni»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

Burioni ospite a Parma: "I danni da vaccini non esistono, sono fake news"

incontro

Burioni e i vaccini, pienone all'Università: "I danni non esistono, sono fake news" Video

natura

La superluna incanta (anche) Parma - Gallery 1 - Gallery 2- Invia i tuoi scatti

politica

Pizzarotti bacchetta (ancora) il M5s: "Attivisti chiamati al voto quando fa più comodo Video

anteprima gazzetta

Pensioni, quota 100: a Parma (ora) sono 2.600 Video

12Tg Parma

Tonnellate di rifiuti non autorizzati, sequestrata area a Sorbolo Video

2commenti

compiano

E' un 37enne il pedone investito e ucciso da un'auto a Sugremaro Video

CONDOMINI

Condannato l'amministratore Alberto Occhi. E spunta un altro maxi buco

5commenti

truffa

Come comportarsi quando il conto del condominio viene svuotato

traffico

Attivo definitivamente il varco ZTL2 tra borgo Giacomo Tommasini e via Nazario Sauro

1commento

Inchiesta

Lotta alla droga, che cosa fa la Polizia municipale?

13commenti

gazzareporter

"Invasione o allevamento?" Il video di un lettore dal prato delle nutrie

1commento

il caso

Bollette non pagate? Pioggia di raccomandate a Berceto. Ed è scontro con Montagna 2000

Interviene Confconsumatori: "Già inviata lettera". La replica della società

ABUSO D'UFFICIO

Assunzioni nelle partecipate, Piermarioli e Vento rinviati a giudizio

Polizia stradale

"Truck and bus", (con i controlli) la sicurezza sulle strade diventa europea

Beduzzo

Bocconi killer, cane salvato dal padrone

gazzareporter

Via Digione: campane di vetro o...carrozziere? - Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Via anche Honda, l'auto trema. E non solo per la Brexit

di Aldo Tagliaferro

EDITORIALE

Per Salvini i Cinque stelle si dimenticano il giustizialismo

di Vittorio Testa

1commento

ITALIA/MONDO

moda

Addio al "Kaiser" della moda - Lagerfeld e le sue muse, le foto

cassino

Omicidio di Serena Mollicone, gli investigatori: "Uccisa da Mottola"

SPORT

il caso

"Frasi sessiste", le scuse non bastano: la Rai sospende Collovati

12Tg Parma

Parma, oggi la ripresa. Malmesi: "obiettivo sempre stato la salvezza" Video

SOCIETA'

inchiesta

Truffa sui diamanti, maxi sequestro. Tra i clienti raggirati Vasco Rossi e la Panicucci

economia

Giorgia, family banker: da Compiano al set di Armando Testa

MOTORI

MOTORI

Nuova Ford Focus ST

ANTEPRIMA

DS3 Crossback: il Suv di lusso si fa compatto