10°

EDITORIALE

Per Macron vittoria netta ma niente assegni in bianco

Francia, i media belgi diffondono i primi exit poll: in testa Macron, seconda la Le Pen

Emmanuel Macron sarebbe in testa secondo i primi exit poll diffusi dai media belgi

Ricevi gratis le news
0

Emmanuel Macron ce l’ha fatta. I giornali di ieri certificano la sua vittoria. Il titolo di testa di «Le Monde » è «Législatives: le pari réussi de Macron», cioè «Legislative, la scommessa riuscita di Macron» e Le Figaro ripete lo stesso concetto: «Après l’Élysée, L’Assemblée», cioè «Dopo l’Eliseo (la Presidenza) anche l’Assemblea (la Camera)». Una vittoria che non ha le dimensioni pronosticate dai sondaggi che parlavano di oltre 400 seggi in un Parlamento che ne ha 577, ma che, con i 308 seggi di «La République en Marche» a cui si aggiungono i 42 degli alleati di «Mouvement Democrate», il partito di François Bayrou, fa 350, ben oltre la maggioranza assoluta. Anzi, anche il movimento di Macron da solo ha i numeri per essere autosufficiente, visto che bastano 289 seggi per avere la maggioranza.

Agli altri sono rimaste le briciole, ma non quel nulla che aveva fatto preconizzare – e temere – una Franca totalmente macronizzata. In effetti Jacques Chirac nel 2002 aveva fatto meglio di Macron con 365 seggi per la sua «Union pour un mouvement populaire». Giova anche ricordare che Chirac, quell’anno, divenne presidente battendo al ballottaggio Jean Marie Le Pen dopo aver conquistato al primo turno un misero 19,88%. Questo per dire che il sistema maggioritario a doppio turno dà quasi sempre maggioranze schiaccianti al vincitore. E Macron in questo senso non ha inventato nulla. Il nucleo più forte dell’opposizione resta quello gollista con «Les Républicains» che conquista 130 seggi, ma riescono a formare un gruppo parlamentare anche socialisti e estrema sinistra. Marine Le Pen, quella che secondo alcune analisi avrebbe potuto essere la prima donna a occupare l’Eliseo, entra alla Camera, ma il suo Front National non riuscirà a formare un gruppo parlamentare e quindi avrà un’operatività fortemente limitata nei lavori d’aula.
Quello che potrebbe indebolire il trionfo di Macron, invece, è la bassissima affluenza: l’astensione, è arrivata quasi al 60% (57,4%), cioè quasi sei francesi su quattro non hanno votato. Se si riportano questi numeri a livello di collegi, come ha fatto «Le Monde», si vede come solo nove dei 573 eletti al secondo turno (4 erano passati senza ballottaggio) hanno ricevuto più del 30% dei voti totali degli elettori del loro distretto elettorale. Se si aggiunge che più del 9% delle schede nelle urne sono bianche o nulle si capisce la rilevanza del problema. Bisogna anche dire che in Francia – se si contano anche le primarie dei principali partiti – si vota senza soluzioni di continuità da circa sei mesi. E un po’ di noia nel recarsi alle urne è quasi giustificata.

Ma ci sono anche parecchi lati positivi nella vittoria di Macron che, come fanno notare i giornali francesi, non è un assegno in bianco. Per esempio il fatto che la Camera si è rinnovata come non mai: sono 434 i novizi tra i banchi dell’Assemblea legislativa. Poi l’età media si è abbassata a 48,6 anni (rispetto ai 54,8 del 2012), e il 38,6% dei deputati sono donne, un record. In più, ed è forse la cosa più importante, gli elettori di Macron sono, secondo tutti i sondaggi, molto più ottimisti della media dei francesi e se – come nota Marcel Gauchet in «Comprendre le malheur français» – la malattia della Francia è il pessimismo su questo piccolo capitale di speranza Emmanuel Macron potrebbe fare grandi cose. Questo anche e soprattutto in un momento in cui la sfida del terrorismo islamista, una piccola guerra a bassa intensità sulle strade di Francia, è quotidiana
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giornata di sole sul LungoParma: le foto di Luca Radici a Michelle Maccagni

fotografia

In posa sul LungoParma in una giornata di sole Foto

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte

PGN

Langhirano: i bellissimi delle feste alla Taverna Ponte Ecco chi c'era: foto

Pronti per l’ultima stagione del Trono di spade? Ecco come prepararsi all’evento tra mappe interattive e le location della serie di culto_got

HI-TECH

Trono di spade: come prepararsi all’evento fra mappe interattive e le location della serie

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Locanda del culatello

CHICHIBIO

«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

Lealtrenotizie

I ladri fanno esplodere il bancomat della Cassa Padana nella notte

Viarolo

Cercano di far esplodere il bancomat della Cassa Padana ma il colpo fallisce

L'anniversario

La mamma di Filippo Ricotti: «Sono passati due anni. Ma per mio figlio nessuna giustizia»

Intervista

Giulia ce l'ha fatta: «Vado a Oxford a studiare matematica»

PARMA

Incidente in viale Duca Alessandro: disagi al traffico ma nessun ferito Foto

IL MATCH DELLA FOLLIA

Il senegalese Diakite: «Insulti razzisti? Io non ho sentito nulla»

PARMA

Aeroporto Verdi, siglato l'accordo con Bologna per il rilancio e nuovi voli  Video

2commenti

Tribunale

Perseguita un uomo con messaggi anonimi: collecchiese condannato per stalking

Sentenza

Guerra dell'acqua, Montagna 2000 deve 600mila euro a Berceto

1commento

Zibello

È morto Corrado Tencati: preparò lo strolghino record del November Porc

AUTOSTRADA

A1, scontro fra due camion: fino a 9 chilometri di coda tra Fidenza e Piacenza questa mattina

Autocisa: pioggia tra Fornovo e Pontremoli

INTERVISTA

Amanda Sandrelli: «La seduzione secondo Mirandolina»

TRIBUNALE

San Giovanni, entra in sagrestia e tenta di rapinare due monaci: condannato

GAZZAREPORTER

"Il cielo di un giovedì mattina" Foto

JUNIORES

Insulti razzisti e rissa sugli spalti: 75 euro di multa per Marzolara e Fontanellato e fino a 6 turni di squalifica

1commento

Triste record

41enne parmigiana arrestata tre volte in dieci giorni

pablo

Polizia allertata dai consiglieri di quartiere: e i pusher scappano abbandonando le dosi

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

May, sconfitta devastante. Ma non c'è alternativa

di Paolo Ferrandi

ITINERARI VINTAGE

Il viaggio e l'avventura: l'età dell'autostop

di Italo Abelli

ITALIA/MONDO

USA

Voleva attaccare la Casa Bianca, arrestato un uomo

MISTERO

Sequestrato un 45enne nel Bresciano: ricerche in corso

SPORT

CALCIO

1-0 al Milan, la Juventus vince la Supercoppa italiana

FORMULA 1

Ferrari, l'uomo giusto è il parmigiano Almondo?

SOCIETA'

catania

L'aspetta all'aeroporto col palloncino "Mi vuoi sposare". Lei lo lascia

TRIBUTO

Il bollo auto senza segreti: quando, come, dove si paga

MOTORI

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross