17°

28°

EDITORIALE

Google, l'algoritmo diventa monopolista

Google, l'algoritmo diventa monopolista
Ricevi gratis le news
1

Chissà se Larry Page e Sergey Brin si immaginavano nel settembre del 1998 quando fondarono Google - a partire da un progetto che era la loro tesi di dottorato a Stanford - che un giorno avrebbero ricevuto una multa da 2,42 miliardi di euro (cioè, 2,7 miliardi di dollari) da parte dell'Unione europea. E soprattutto chissà se immaginavano di non avere poi troppi problemi a pagarla, se e quando la dovranno pagare, visto che la società che hanno fondato - che ora è un conglomerato che si chiama Alphabet - ha una liquidità di 92 miliardi di dollari. Avete letto bene, una liquidità di 92 miliardi di dollari. Quindi 2,7 miliardi - la multa più grande mai comminata dall'Unione europea, più del miliardo di dollari imposto a Intel negli anni scorsi - per il colosso della ricerca è una cifra neppure tanto problematica.

La multa è la fine di un lungo processo ed è ancora appellabile (e Google ha detto che farà appello) alla Corte di giustizia europea. Nasce da una contestazione di alcune aziende concorrenti in un campo abbastanza astruso: il mercato delle comparazioni dei prezzi d'acquisto. In pratica Google, secondo gli esperti dell'Antitrust europeo, abusa della sua posizione dominante - il 90% delle ricerche passano per i server della società di Mountain View - per schiacciare la concorrenza delle aziende più piccole. Questo avviene perché, secondo i regolatori, le posizioni più ambite della Serp, cioè la pagina dei risultati del motore di ricerca (Search Engine Result Page), sono occupate - con immagini - dal servizio di comparazione offerto da Google stessa (Google shopping) e dai contenuti sponsorizzati (a pagamento) dalle aziende. Poi vengono i risultati che invitano a cliccare sugli altri siti che fanno comparazioni che quindi non vengono censurati, ma semplicemente messi più sotto dei contenuti che, in qualche modo, forniscono introiti a Google. Non si può nemmeno dire che Google manipoli l'algoritmo di ricerca perché i contenuti «sponsorizzati» sono identificati graficamente come pubblicitari. Solo che per l'utente medio, non abbastanza sofisticato per capire la differenza tra i risultati genuini della ricerca e la pubblicità, questo non conta. Mentre conta - e molto - il posizionamento. Tendenzialmente il primo link è quello di gran lunga più cliccato e i primi dieci risultati, in pratica la prima pagina, coprono il 99% dei clic. Il restante 1% si distribuisce sulle decine di pagine di link che vengono dopo la prima.

Come vedete un bel pasticcio. Secondo l'Antitrust europeo Google usa i sui muscoli per strozzare gli altri siti, ma secondo Google sono gli utenti stessi che non chiedono di essere indirizzati altrove se possono avere un risultato accettabile sulle pagine del motore stesso. E se pensate alla vostra esperienza di utenti da telefonino - quando un ritardo di un paio di secondi appare un'eternità e l'apertura di un link esterno un'inutile perdita di tempo - non è una strategia di difesa troppo balzana.

Il problema vero è che quelle che sono 10-20 anni fa erano start-up ora sono diventati monopoli. Quello che vale per Google, infatti, vale anche per Facebook che monopolizza le nostre relazioni sociali o per Amazon e eBay che contano più di Google nei nostri comportamenti d'acquisto online. E a questo non c'è rimedio. Nemmeno con le multe miliardarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    30 Giugno @ 14.34

    reinard.alfa@gmail.com

    Io fossi in google perderei " qualche soldo " e inibirei google in Europa per 6 mesi e lascerei ai vari Stati dell'unione altri mezzi per fare le ricerche su internet. Poi tornerei in ogni singolo Stato solo previo compenso annuo. Google è ormai indispensabile a mio parere, non gli sta bene? Facciano altrimenti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"