14°

editoriale

La normalità fragile dell'età del terrorismo

La normalità fragile dell'età del terrorismo
Ricevi gratis le news
0

La prima pagina di «Le Monde» di ieri aveva come titolo di apertura un'inchiesta sul ritorno del turismo in Francia. E le conversazioni a Parigi sono monopolizzate dall'ingaggio record di Neymar, non certamente dalle minacce dell'Isis. Tutti segni di una ritrovata normalità dopo gli anni delle stragi, iniziati con la mattanza del Bataclan. Solo l'anno scorso, lo ricordiamo, l'attentato della sera del 14 luglio a Nizza, a cui era seguita, il 26 luglio, la morte per sgozzamento di padre Jacques Hamel mentre stava celebrando la messa a Saint-Étienne-du-Rouvray, vicino a Rouen, avevano sprofondato la Francia nella paura e certamente non avevano aiutato il turismo.
Eppure ieri c'è stato l'ennesimo attacco - nel 2017 le forze di sicurezza francesi sono state attaccate sei volte, undici volte negli ultimi tre anni - ai militari che pattugliano le strade di Francia con l'operazione «Sentinelle». Per fortuna questa volta - al contrario di quanto accaduto il 20 aprile scorso quando, a pochi giorni dal primo turno delle elezioni presidenziali, un poliziotto fu ucciso a colpi di kalashnikov sugli Champs Elysées e altri due colleghi furono feriti - nessuno dei sei militari investiti volontariamente da un'auto è in pericolo di vita, anche se tre sono gravi. L'attentatore è stato preso dopo poche ore con un'operazione estremamente decisa. Ora è ricoverato all'ospedale per le ferite d'arma da fuoco. Il copione è il solito. Si tratta di un algerino di 37 anni con piccoli precedenti penali. La polizia è alla ricerca di eventuali complici. Gli sviluppi dell'inchiesta ci diranno se e quando si è radicalizzato anche se sulla matrice terroristica non sembrano esserci dubbi. Insomma, il fantasma dell'Isis è tornato ad aggirarsi per la Francia. Anche se fa meno paura. E, soprattutto, è diventato un fantasma familiare, visto che ormai è entrato nelle nostre vite. Ne teniamo conto e ci comportiamo di conseguenza.
Il primo ministro, Edouard Philippe, per esempio, ieri durante il suo intervento all'Assemblea nazionale, ha ricordato l'esigenza «di uscire dallo stato di emergenza che è uno stato transitorio». Lo stato d'emergenza, lo ricordiamo, è in vigore in Francia dalla strage del Bataclan e da allora è stato sempre prorogato. Ma non per questo la vigilanza e le misure antiterrorismo saranno allentate. La minaccia - ha ricordato il primo ministro - «è elevata e non sparirà».
Solo che per combattere questa minaccia servono leggi ordinarie mirate - come quella che dovrebbe entrare in vigore all'inizio di novembre quando terminerà lo stato d'emergenza - e non misure transitorie. Perché, appunto, la possibilità di attentati islamisti non verrà meno. Anche se l'Isis sembra ormai sull'orlo del collasso in Siria e in Iraq e anche le cellule europee mostrano segni di indebolimento sia dal punto di vista logistico che dal punto di vista militare. Gli attentati più sanguinosi di quest'anno sono stati portati a termine in Gran Bretagna con armi improvvisate come auto e coltelli. Tutti tranne uno - quello terribile e sanguinoso di Manchester all'uscita del concerto di Ariana Grande - dove è stato impiegato dell'esplosivo. Ma si tratta di un atto terroristico pensato in Libia, anche se ispirato dall'Isis.
Il terrorismo islamista è un'idra dalle cento teste. Il Califfato è stato sconfitto sul terreno, ma questo sposta soltanto il problema. E in attesa della prossima ipostasi del terrore dobbiamo rafforzare le difese, continuando a vivere le nostre vite, ma sapendo che non è finita.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

TELEVISIONE

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare

RAI1

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare Foto

Uto Ughi: «Io e il violino, un amore iniziato a 5 anni»

Intervista

Uto Ughi: «Io e il violino, un amore iniziato a 5 anni»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

Burioni ospite a Parma: "I danni da vaccini non esistono, sono fake news"

incontro

Burioni e i vaccini, pienone all'Università: "I danni non esistono, sono fake news" Video

natura

La superluna incanta (anche) Parma - Gallery 1 - Gallery 2- Invia i tuoi scatti

politica

Pizzarotti bacchetta (ancora) il M5s: "Attivisti chiamati al voto quando fa più comodo Video

anteprima gazzetta

Pensioni, quota 100: a Parma (ora) sono 2.600 Video

12Tg Parma

Tonnellate di rifiuti non autorizzati, sequestrata area a Sorbolo Video

2commenti

compiano

E' un 37enne il pedone investito e ucciso da un'auto a Sugremaro Video

CONDOMINI

Condannato l'amministratore Alberto Occhi. E spunta un altro maxi buco

5commenti

truffa

Come comportarsi quando il conto del condominio viene svuotato

traffico

Attivo definitivamente il varco ZTL2 tra borgo Giacomo Tommasini e via Nazario Sauro

1commento

Inchiesta

Lotta alla droga, che cosa fa la Polizia municipale?

13commenti

gazzareporter

"Invasione o allevamento?" Il video di un lettore dal prato delle nutrie

1commento

il caso

Bollette non pagate? Pioggia di raccomandate a Berceto. Ed è scontro con Montagna 2000

Interviene Confconsumatori: "Già inviata lettera". La replica della società

ABUSO D'UFFICIO

Assunzioni nelle partecipate, Piermarioli e Vento rinviati a giudizio

Polizia stradale

"Truck and bus", (con i controlli) la sicurezza sulle strade diventa europea

Beduzzo

Bocconi killer, cane salvato dal padrone

gazzareporter

Via Digione: campane di vetro o...carrozziere? - Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Via anche Honda, l'auto trema. E non solo per la Brexit

di Aldo Tagliaferro

EDITORIALE

Per Salvini i Cinque stelle si dimenticano il giustizialismo

di Vittorio Testa

1commento

ITALIA/MONDO

moda

Addio al "Kaiser" della moda - Lagerfeld e le sue muse, le foto

cassino

Omicidio di Serena Mollicone, gli investigatori: "Uccisa da Mottola"

SPORT

il caso

"Frasi sessiste", le scuse non bastano: la Rai sospende Collovati

12Tg Parma

Parma, oggi la ripresa. Malmesi: "obiettivo sempre stato la salvezza" Video

SOCIETA'

inchiesta

Truffa sui diamanti, maxi sequestro. Tra i clienti raggirati Vasco Rossi e la Panicucci

economia

Giorgia, family banker: da Compiano al set di Armando Testa

MOTORI

MOTORI

Nuova Ford Focus ST

ANTEPRIMA

DS3 Crossback: il Suv di lusso si fa compatto