14°

26°

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

Colpito il simbolo della gioia di vivere
Ricevi gratis le news
1

Il primo ricordo che ho di Barcellona è quello di alcuni marinai americani che trasportano sulle spalle, apparentemente senza sforzo, una cassa piena di bottiglie di birra nel caos pomeridiano delle Ramblas. La loro provvista d’alcol per la serata che stava iniziando e che probabilmente poi è finita con il ritorno verso il porto nella notte, sicuramente barcollanti, forse felici. Non avevo ancora finito il liceo e la Spagna sembrava più che addormentata, quasi catatonica: non si era ancora ripresa dalla lunga agonia del Caudillo Francisco Franco. Una cappa plumbea che sarebbe stata spazzata via solo con il ritorno a pieno titolo in Europa. Eppure Barcellona era diversa: c’erano ancora i murales che inneggiavano alle imprese del «Tertio», la Legione straniera spagnola, il nerbo dell’esercito franchista durante la «guerra civil», ma anche quelli che chiedevano la libertà della Catalogna. E soprattutto c’erano le Ramblas, piene di vita (e di borseggiatori) con i negozi dove si vendevano i «churros» e i bar dove trovavi le «caracoles picantes», le lumache piccanti che si pescano con uno stuzzicadenti. Allora come oggi.

Questo per dire che le Ramblas sono il simbolo di Barcellona. Più della Vergine Nera di Montserrat. Non un simbolo religioso, quindi. Ma il simbolo della gioia di vivere. Per questo Barcellona è stata colpita.

Si è molto discusso sul fatto che la Spagna sia un obiettivo legittimo, secondo la propaganda del terrorismo jihadista, perché una volta faceva parte del Califfato. E c’è una parte di verità in questo. Ma per quel che ne sappiamo la maggioranza dei terroristi islamici non è granché erudita. Pochi hanno studiato, quasi sempre si sono avvicinati alla religione tardivamente e da autodidatti. Gente che odiava le sottigliezze e le giustificazioni storiche ancor prima di radicalizzarsi. Semplicemente gli serve un «gancio» per mettere in atto il loro progetto di martirio, per spettacolarizzare il gesto che, attraverso la morte, darà un senso alla loro vita, secondo il loro credo distorto.

Quello che conta è il risultato, ed è lo stesso se si colpiscono civili inermi, donne e bambini: per loro siamo tutti colpevoli di vivere una vita al di fuori delle loro rozze regole pseudoreligiose. Nessuno è innocente. Nessuno ha diritto a essere risparmiato.
E non c’è nulla di meglio di un posto dove si possono colpire persone di tutte le nazionalità – i morti e i feriti provengono da più di 30 paesi – con il minimo sforzo. Le Ramblas, appunto. Ma potrebbe essere qualunque altro luogo pieno di gente, magari con meno rilievo mediatico: a Turku in Finlandia come a Wuppertal in Germania.

E veniamo ora alle armi dei terroristi. Il commando che ha agito a Barcellona ha provato a usare le bombe. Ma mentre le stavano assemblando sono riusciti a far esplodere il loro covo. Poi hanno pensato di affittare un camion, ma nessuno aveva la patente adatta. Alla fine hanno optato per due furgoni e alcuni coltelli. Terrorismo «low tech», quindi, ma non per questo meno letale.
L’unica soluzione sono difese passive: barriere che lascino passare i pedoni, ma blocchino i veicoli, anche sulle Ramblas. E apparati investigativi che si insospettiscano quando un appartamento scoppia per l’esplosione contemporanea di più bombole di gas. Non c’è una pallottola d’argento. Solo la prevenzione e la pazienza ci permetteranno di vincere la guerra.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valerio

    22 Agosto @ 11.57

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Carissimo Paolo, purtroppo non c'e' barriera che riesca a contenere la stupidita' umana. Diceva un corollario sulla legge di Murphy che gli idioti sono piu' furbi dei mezzi "anti idioti" che inventiamo ogni giorno. blocchi di cemento??? dove, come... Ieri ero a Brugge, un bellissimo villaggio in Belgio e? centinaia di persone lungo le strade, agli incroci ad aspettare di attraversare. Qualche giorno fa ero in un centro commerciale, pieno, gente felice, mamme con bambini. Basta un idiota a scatenare il panico e mietere decine di vittime. Non e' con i blocchi che si ferma l'idiozia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

1commento

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36% Video

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

4commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

7commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

Superenalotto

Esce il 6: vinti oltre 51 milioni di euro

SPORT

mondiali

Inghilterra a valanga su Panama, 6-1: è agli ottavi

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

SOCIETA'

fine divieto

Arabia Saudita: da oggi le donne possono guidare

2commenti

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse