15°

EDITORIALE

E' sempre più intricato il rebus della Corea del Nord

Il rebus Corea del Nord sempre più intricato
Ricevi gratis le news
0

Doveva colpire a sud, verso l’isola di Guam come aveva più volte annunciato. E invece Kim Jong-un ha colpito a nord, spiazzando tutti e facendo capire che c’è del metodo nella sua – percepita – follia. Non è, infatti, la prima volta che un missile nordcoreano sorvola lo spazio aereo giapponese – era già accaduto nel 1998, nel 2009, nel 2012 e nel 2016 – ma è la prima volta che Pyongyang riconosce che si tratta di un missile balistico a raggio intermedio (con tutta probabilità un Hwasong-12) capace di trasportare una testata nucleare e non di una prova per il lancio di qualche fantomatico satellite come negli anni scorsi. Forse per questo le reazioni giapponesi sono state così veementi e preoccupate.
Sentire le sirene che suonano e gli altoparlanti che intimano alla gente di cercare riparo – questo è quello che è successo nell’isola di Hokkaido – perché sta passando un missile è stato uno choc in un paese dove è ancora viva la memoria della carneficina nucleare di Hiroshima e Nagasaki. Ancora più choccante è stato per i giapponesi capire che la coperta della loro difesa anti-missile è drammaticamente corta. Ufficialmente le autorità hanno assicurato che non si è tentato di intercettare il missile nordcoreano perché si è valutato che avrebbe sorvolato il paese senza fare danni, come poi è effettivamente successo, visto che il razzo è caduto in mare a più di mille chilometri dalla costa. Ma il dubbio di un esercito – anzi di una «Forza di autodifesa», visto che Tokyo non ha un esercito vero e proprio – preso alla sprovvista resta. Ed è pesante. Questo avrà conseguenze in un paese sempre più tentato di fare a meno della sua costituzione pacifista e che sta aumentando di anno in anno il suo budget per la difesa. Una tendenza che ha già scatenato grosse tensioni, visto che la lotta contro l’imperialismo giapponese è il mito fondante di praticamente tutti i paesi dell’area. Non è un risultato da poco per un test balistico – il 18° da inizio anno – che dimostra una volta di più i progressi dell’esercito nordcoreano in fatto di missili.
Ieri Donald Trump ha twittato che «dialogare non è la risposta», visto che ormai sono 25 anni che gli Stati Uniti «dialogano» e sottostanno alle «estorsioni di denaro» della Corea del Nord. Resta da capire quale sia la risposta adeguata, visto che l’opzione militare è molto improbabile: anche in caso di un massiccio attacco preventivo convenzionale, infatti, a Pyongyang resterebbero abbastanza armi per scatenare un inferno a Seul che dista una cinquantina di chilometri dal confine e probabilmente per lanciare, dai sottomarini e dalle piattaforme mobili, missili contro il Giappone. Forse non nucleari, quasi sicuramente con testate chimiche. Uno scenario da incubo. D’altronde l’opzione di un «fist strike» nucleare è fuori dalla realtà. Forse l’unica risposta possibile è fare pressioni vere sulla Cina e rassegnarsi a un’adeguata politica di «containment», cioè contenimento, dell’ormai raggiunta capacità nucleare della Corea del Nord. Magari facendo sentire Corea del Sud e Giappone tanto sicuri dell’ombrello nucleare Usa da rinunciare a scatenare una pericolosa corsa agli armamenti atomici nell’area. Sempre che la Casa Bianca prenda sul serio il suo ruolo. Cosa che per ora, nonostante tutti i proclami, non sembra fare: per esempio Trump deve ancora nominare l’ambasciatore a Seul.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

TELEVISIONE

Fornelli sfortunati per Sandra, seconda sconfitta alla Prova del cuoco

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare

RAI1

I Soliti ignoti: Mauro Coruzzi e il fidentino Luca fra i personaggi da indovinare Foto

Il fascino e la voce di Paola Turci in concerto al Regio (19 novembre)

concerto

Il fascino e la voce di Paola Turci in concerto al Regio (19 novembre)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

Tonnellate di rifiuti non autorizzati, sequestrata area a Sorbolo

12Tg Parma

Tonnellate di rifiuti non autorizzati, sequestrata area a Sorbolo Video

2commenti

Seminario

Burioni all'Università di Parma: "Vaccinazioni, un 2018 estremamente positivo"

compiano

E' un 37enne il pedone investito e ucciso da un'auto a Sugremaro Video

CONDOMINI

Condannato l'amministratore Alberto Occhi. E spunta un altro maxi buco

5commenti

truffa

Come comportarsi quando il conto del condominio viene svuotato

Polizia stradale

"Truck and bus", (con i controlli) la sicurezza sulle strade diventa europea

traffico

Attivo definitivamente il varco ZTL2 tra borgo Giacomo Tommasini e via Nazario Sauro

1commento

Inchiesta

Lotta alla droga, che cosa fa la Polizia municipale?

13commenti

economia

Giorgia, family banker: da Compiano al set di Armando Testa

La giovane parmense, da dieci anni nella squadra di Banca Mediulanum, scelta per la nuova campagna pubblicitaria

il caso

Bollette non pagate? Pioggia di raccomandate a Berceto. Ed è scontro con Montagna 2000

Interviene Confconsumatori: "Già inviata lettera". La replica della società

ABUSO D'UFFICIO

Assunzioni nelle partecipate, Piermarioli e Vento rinviati a giudizio

gazzareporter

"Invasione o allevamento?" Il video di un lettore dal prato delle nutrie

1commento

12Tg Parma

Lucarelli: "D'Aversa sa cosa fare, dobbiamo essere ottimisti" Video

1commento

gazzareporter

Via Digione: campane di vetro o...carrozziere? - Le foto

Beduzzo

Bocconi killer, cane salvato dal padrone

IMPRESE

Laterlite acquisisce Ruregold, nuove aree di business

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Via anche Honda, l'auto trema. E non solo per la Brexit

di Aldo Tagliaferro

EDITORIALE

Per Salvini i Cinque stelle si dimenticano il giustizialismo

di Vittorio Testa

1commento

ITALIA/MONDO

moda

Addio al "Kaiser" della moda - Lagerfeld e le sue muse, le foto

cassino

Omicidio di Serena Mollicone, gli investigatori: "Uccisa da Mottola"

SPORT

il caso

"Frasi sessiste", le scuse non bastano: la Rai sospende Collovati

12Tg Parma

Parma, oggi la ripresa. Malmesi: "obiettivo sempre stato la salvezza" Video

SOCIETA'

astronomia

E' il giorno della Superluna più grande dell'anno: pronti a fotografare?

scuola

Maturità, online gli esempi della prima prova di italiano

MOTORI

MOTORI

Nuova Ford Focus ST

ANTEPRIMA

DS3 Crossback: il Suv di lusso si fa compatto