19°

29°

EDITORIALE

Il disprezzo della sinistra per lo «sbirro» Minniti

Il disprezzo della sinistra per lo «sbirro» Minniti

Marco Minniti

Ricevi gratis le news
1

Gino Strada, come d'altronde è sua abitudine, non ha usato il fioretto contro il ministro dell'Interno Marco Minniti: «Minniti - ha detto dai microfoni di Radio Capital - è il ministro più apprezzato del governo Gentiloni? Bene, andiamo proprio bene! Minniti ha una storia da sbirro e va avanti su quella strada lì».

L'accusa è sempre la stessa: essere riuscito a rendere meno porosa la costa libica e aver impostato una strategia che - con la collaborazione delle autorità del Mali e del Niger - consente di ridurre il flusso di migranti in arrivo sulle nostre coste, senza, però, tener conto dei diritti umani dei migranti che rischiano di rimanere intrappolati nell'inferno del Nordafrica. Una preoccupazione giustificata, viste le numerose testimonianze sulla misera vita dei profughi nei campi libici e sulla violenza delle milizie del Paese, ma usata come una clava ideologica: a volte per ragioni di politica interna, a volte per sostanziare una visione del mondo che, nei casi migliori in assoluta buonafede, non tiene conto delle situazioni reali, ma solo degli imperativi astratti, consolatori e autocentrati, di quello che è stato chiamato, con qualche forzatura, «estremismo umanitario».

I risultati dell'azione del goveno italiano sono evidenti a tutti: secondo le stime Ue, diffuse proprio ieri, ad agosto c'è stato un calo dell'81% del numero di migranti che ha raggiunto l'Italia rispetto allo stesso mese dell'anno scorso e del 61% rispetto ai numeri di luglio che già erano in picchiata rispetto a quelli di giugno.

Non è un risultato ottimale, visto che il numero dei migranti si è ridotto, ma la composizione di chi arriva sulle nostre coste resta molto eterogenea perché non c'è ancora un sistema per distinguere preventivamente chi ha diritto alla protezione e chi, invece, pur spinto da motivi economici legittimi, dovrebbe seguire un diverso cammino. Eppure è un risultato senza il quale con ogni probabilità non sarebbe stato possibile impostare il lavoro di convincimento e paziente diplomazia che sta risolvendo in senso positivo per l'Italia la questione della ridistribuzione dei profughi a livello europeo. Proprio ieri una sentenza della Corte di giustizia Ue ha respinto i ricorsi di Slovacchia e Ungheria contro le «relocation» dei richiedenti asilo da Italia e Grecia rendendo ancora più debole la posizione giuridica degli Stati dell'Est Europa riuniti nel Gruppo di Visegrad. A questo si aggiunge la strategia - che ha l'appoggio di Francia, Germania e Spagna - per rivedere gli accordi di Dublino e rendere la posizione dei paesi di prima accoglienza meno gravosa. Un innegabile successo diplomatico che non sarebbe stato raggiunto se il numero dei migranti che approdano sulle nostre coste fosse rimasto altissimo e in crescita esponenziale. Provate a fare un esperimento mentale e a immaginare le reazioni europee nel caso in cui - come proposto più volte in questi mesi - l'Italia avesse dato un visto umanitario a tutti i migranti giunti nel nostro Paese permettendo loro, almeno in teoria, di varcare le frontiere. Pensate davvero che la libera circolazione all'interno dei Paesi Ue sarebbe rimasta in piedi? Il risultato più probabile sarebbe stato il ritorno ai confini nazionali e la fine della possibilità di aiutare le persone che hanno diritto all'asilo. Ma questa è una verità che molti preferiscono non vedere.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    08 Settembre @ 11.31

    Quando vedono calare i guadagni le varie ong danno il massimo. Se sono tanto preoccupati per la situazione il Libia, che vadano là ad aiutare!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse