17°

27°

EDITORIALE

I catalani vittime di apprendisti stregoni

I catalani vittime di apprendisti stregoni
Ricevi gratis le news
2

Caixa Bank, Gas Natural Fenosa, Banco Mediolanum, Abertis, Cellnex, Colonial, Aguas de Barcelona, Oryxon, Dogi, Service Point, Ballenol, Mrw sono i nomi di alcune primarie aziende che, per i recenti avvenimenti, stanno abbandonando o intendono abbandonare la Catalogna. Una sola grande società, la Grifols, biofarmaceutica, quotata, ha deciso di rimanere.
L’economia - il principale condizionamento della Generalitat, del suo presidente Puigdemont, del suo Parlamento - ci dice che il Pil pro-capite Spagna è di euro 24.100; Catalogna 27.600 (Italia 2016 30.527).
Dopo il referendum di domenica 1° ottobre, la grande manifestazione unionista dell’8 ottobre, e dieci giorni di frenetici contatti con le autorità spagnole ed europee e con i potentati finanziari e industriali, martedì Puidgemont s’è presentato nel suo Parlamento definendo la strategia: l’indipendenza è dichiarata in relazione all’avvenuta manifestazione della volontà popolare (il referendum illegale).
Tuttavia, la dichiarazione di indipendenza è sospesa, in attesa che si apra un serio negoziato (l’«Hablamos» dei negoziatoristi), con il governo di Madrid.
Nel demenziale «cul de sac» in cui si sono cacciate le autorità catalane a cominciare dal presidente, questa è parsa una trovata «furba»: passare il cerino accesso - e ustionante - dalle proprie mani a quelle di Mariano Rajoy, presidente del consiglio spagnolo.
L’altro ieri, si pensava che la questione -così posta- avrebbe impegnato a lungo le autorità madrilene, alle prese - secondo i catalani - con la responsabilità di scegliere tra la trattativa (e la pace) e la rottura (e il conflitto).
In realtà, ieri a Rajoy sono bastate un paio d’ore per rispondere a Puidgemont: gli ha infatti chiesto di uscire dalle formule equivoche e di confermare o smentire esplicitamente di aver «dichiarato la secessione». Questa non è soltanto la restituzione del cerino di cui sopra. È la premessa per l’attivazione dell’articolo 155 della Costituzione spagnola, in base al quale, previo voto del Senato, lo Stato può sciogliere la Generalitat, commissariandola in attesa che si creino le condizioni per restituire ai catalani la loro autonomia (prevista dalla Costituzione vigente).
E non poteva che essere così, vista l’indisponibilità della materia. Il territorio spagnolo è un valore costituzionale e non può essere modificato che con una riforma (costituzionale) approvata con i 3/5 o i 2/3 dei parlamentari con referendum opzionale (a richiesta del 10% dei deputati o dei senatori). La Spagna è una nazione composta da comunità locali. Oltre a quella catalana, l’andalusa, la castigliana, l’asturiana, la basca... Ed è ovvio che se lo Stato si incamminasse sulla strada della riforma costituzionale per l’indipendenza della Catalunya, ci sarebbe la dissoluzione del Paese.
E tralasciamo le conseguenze comunitarie, finanziarie (lo «spread» è già ripartito), economiche e sociali.
I catalani - la minoranza che ha abbracciato l’indipendentismo - hanno perso. Si sono fidati di sprovveduti apprendisti stregoni e, oggi, si ritrovano a zero. Non finirà così, né del tutto pacificamente. Ma - per fortuna - la guerra non è nemmeno iniziata e la prima battaglia ha già registrato la loro sconfitta.
www.cacopardo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salamandra

    13 Ottobre @ 08.53

    Boh, anche con la brexit si paventavano sfracelli. Poi non ci sono stati.

    Rispondi

  • Valerio

    12 Ottobre @ 16.29

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Poveri indipendentisti, e' bastata una telefonata di Tusk per far capire chi comanda. Ora purtroppo a loro (sti poveretti) dopo aver preso le botte, non gli resta che piangere. Perche' il loro capo alla fine le botte non le ha prese...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Foto d'archivio

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Vigile del fuoco precipita da 7 metri e muore ad Ancona Video

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"