19°

30°

EDITORIALE

La Catalogna scivola su un piano inclinato

La Catalogna scivola su un piano inclinato
Ricevi gratis le news
0

Ieri, come previsto, qualche minuto prima delle tre e mezza del pomeriggio, il Parlamento catalano ha proclamato, a scrutinio segreto e con il solo voto dei partiti indipendentisti, l'instaurazione della Repubblica e l'indipendenza della regione dalla Spagna. Nella piazza antistante al «Parlament» una folla di persone ha applaudito in modo euforico la decisione agitando le «esteladas», le bandiere catalane.
Pochi minuti dopo è arrivata la risposta da parte del Senato spagnolo: il governo di Mariano Rajoy è stato autorizzato a usare l'articolo 155 della Costituzione iberica che consente di commissariare la Catalogna, destituire governo e indire nuove elezioni. Il premier ha usato parole durissime definendo la proclamazione di indipendenza «un atto criminale» e «contro la legge» e annunciando che «il governo prenderà le misure necessarie per ripristinare la legalità». Il premier ha anche invitato gli spagnoli a «stare tranquilli» e ha promesso di «fare le cose per bene», agendo «con efficacia», ma anche con «moderazione». E nell'atteso discorso di ieri sera Rajoy ha cercato di attenersi a quando dichiarato nel pomeriggio limitandosi, pur usando un tono molto severo, a destituire il governo e il presidente e indicendo nuove elezioni il più presto possibile, cioè il 21 dicembre prossimo. Rajoy ha anche dichiarato che non si tratta di un «commissariamento» della Catalogna, ma piuttosto di un modo di far ritornare Barcellona nell'ambito della legittimità costituzionale con la sua autonomia intatta.
Un po' di «moderazione» l'ha anche portata il Senato spagnolo che ha negato al governo la possibilità di decapitare la tv e la radio regionale catalana, considerate uno dei bastioni del pensiero indipendentista e che l'esecutivo voleva «normalizzare» senza troppi complimenti. Il governo, però, potrà prendere il controllo dei Mossos d'Esquadra, la polizia regionale, che, con la propria inazione, aveva consentito lo svolgimento del referendum. Una consultazione che la Corte costituzionale aveva giudicato illegittima. Per questo il comandante dei Mossos è indagato per sedizione dalla procura di Madrid.
Ieri pomeriggio, come detto, gli indipendentisti catalani hanno festeggiato la ritrovata indipendenza, ma il rischio, per loro, è che anche questa volta il sogno di una nazione autonoma si dimostri, appunto, un sogno. Praticamente solo l'Abkhazia si è detta pronta a riconoscere il nuovo stato. Non l'Europa nel suo complesso, non i paesi europei (e tra essi l'Italia), non gli Stati Uniti. E c'è anche un piccolo problema, cioè il fatto che nemmeno l'Abkhazia , per la comunità internazionale, è uno Stato, ma una semplice regione autonoma della Georgia che si è autoproclamata indipendente.
L'impressione, quindi, è che questa mano l'abbia vinta Madrid che, dopo la disastrosa reazione violenta al referendum, ha affinato la sua strategia e sta comunicando molto meglio di Barcellona anche grazie al rassicurante grigiore di Rajoy. I prossimi giorni diranno se la reazione degli indipendentisti riuscirà a riprendersi la scena. Ma è difficile giocare alla nazione oppressa quando il «nemico» ha indetto elezioni democratiche tra meno di due mesi.
pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"