16°

28°

EDITORIALE

Il terrorismo islamico e il nodo immigrazione

terrorismo
Ricevi gratis le news
0

Manhattan, in zona «Ground zero», è la «location» dell’ultima strage dell’ottobre 2017, un mese che, purtroppo, ne ha viste altre.

Raccapricciante il particolare dei cinque caduti argentini appartenenti a una comitiva di ex compagni di scuola.

La «normale», efferata dinamica dell’attentato non deve farci perdere il senso delle proporzioni e la ragione. Non è in questo modo che i terroristi vinceranno.

Non possiamo, però, dimenticare che il comune denominatore degli attentati si chiama Islam. Una religione (e un testo: il Corano) nella quale gli estremisti trovano la giustificazione etica delle loro violenze. Certo, sappiamo bene che sono tante le comunità pacifiche, dedite al lavoro e a un parziale rispetto della legge (visto che, per esempio, la pratica della poligamia – che viola le norme – viene praticata mediante la celebrazione delle nozze successive nei paesi di origine), che contribuiscono quindi al sostegno dell’economia nazionale. Ma i dati che ci vengono da Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Belgio e Olanda (tutte nazioni che ci hanno preceduto e di molto nell’accoglienza di immigrati islamici) ci dicono che i terroristi provengono da simili pacifiche comunità insediate da tempo: esse sono il terreno di reclutamento di giovani pronti a radicalizzarsi anche per il disagio scolastico, occupazionale, sociale dei loro «slums». Al quale si aggiunge, come elemento effettivamente catalizzatore, il bipolarismo quotidiano nel quale vivono: una società affluente e di liberi costumi che, in qualche modo, li emargina ed esclude.

Quanto a noi, la svolta del ministro Minniti ha posto per la prima volta un freno all’immigrazione illimitata e incontrollata. I flussi si sono ridimensionati e, forse, siamo arrivati a numeri gestibili, soprattutto se e quando si riuscirà a separare i rifugiati da coloro che non hanno diritto di restare in Europa. Le autorità di pubblica sicurezza, poi, hanno a disposizione l’istituto dell’espulsione che esercitano nei confronti di chi rappresenta una reale minaccia.

La politica, che normalmente soffre di lentezze e di strabismo, non può tuttavia ignorare che il fenomeno costituisce un pericolo anche per gli italiani. E deve quindi regolarsi, affrontando, per esempio, la questione – diventata fondamentale – dello «ius soli». Chi intende introdurlo, cela che l’art. 4, comma 2 della legge 5 febbraio 1992, n. 91, dispone: «(… omissis …) Lo straniero nato in Italia, che vi abbia risieduto legalmente senza interruzioni fino al raggiungimento della maggiore età, diviene cittadino se dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana entro un anno dalla suddetta data».

L’unica differenza vera tra l’art. 4 e la proposta (del Pd) è che con la norma vigente si rispetta la volontà del non-italiano che può liberamente decidere di diventare o di non-diventare (come accade frequentissimamente) nostro connazionale. Con la nuova, a chi nasce in Italia verrà imposta la cittadinanza. Conseguenza più grave: chi si radicalizzerà (fatalmente non pochi) non potrà essere espulso.

Peraltro, anche oggi i nativi italiani (che risiedono legalmente) dispongono dei nostri stessi diritti sociali ed economici. Non è chiaro, perciò, il senso di questa innovazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

10commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Firenze

Un sedicente artista rompe un quadro in testa a Marina Abramovic

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse