18°

28°

EDITORIALE

Vincere la paura e riprendersi la città

Sicurezza a Parma, al via il sondaggio
Ricevi gratis le news
4

Ditelo all'impiegato, aggredito a calci e pugni in via Cairoli da una banda di ragazzini; ditelo al tabaccaio, pestato a sangue per avere difeso una ragazza che cercava di sfuggire alle molestie di tre trentenni; ditelo all'operaio, preso a forbiciate nel parco di via Milano dove aveva portato il figlio a giocare. Ditelo a loro - se davvero qualcuno ancora lo pensa sul serio - che va tutto bene. All'83enne gettata in terra nel cortile di casa, alla 35enne bloccata in tangenziale e minacciata con una pistola. E' vero, Parma non è Caracas: e nemmeno Baghdad.
Sarebbe ridicolo non solo scriverlo ma addirittura pensarlo. Ma è altrettanto vero che non si può più minimizzare, né fare finta di niente: oppure obiettare che c'è chi (indubbiamente...) se la passa peggio. Il nostro sondaggio sulla sicurezza non lascia adito a dubbi: in quelle oltre cinquemila risposte (a ieri) c'è una richiesta di aiuto. Un pieno di rabbia e di paura. Una voce forte e chiara che non può più rimanere inascoltata. I numeri sono netti: e pesano un quintale. L'89% di chi ha risposto ai quesiti sul sito della Gazzetta giudica Parma poco o per niente sicura. Non solo: oltre il 91% sostiene che la città è meno sicura rispetto a qualche anno fa. Che poi è un'innegabile - e amarissima - verità. La favola dell'«isola felice» non attacca più: e non da oggi. Ma basta mandare indietro la freccia del tempo, riavvolgere il nastro della memoria, per ricordare San Leonardo senza pusher o un Oltretorrente dove le ragazze non avessero paura a camminare nemmeno a tarda notte. E non è solo una questione di «percezione»: i due 40enni che fanno colazione in un bar di via Savani e poi minacciano la barista con un coltello non sono un'invenzione. E nemmeno le cameriere della pizzeria Orfeo, rapinate da due stranieri in via Carducci.
Ma episodi drammatici e sempre più frequenti di una città che cambia. In peggio. A testimoniarlo (ne diamo conto a pagina 10) siete voi, i nostri lettori: che a centinaia raccontate brutte storie di terrore e prevaricazione. Quelli che si sono trovati i ladri in casa, la donna a cui cercano di aprire la portiera mentre è ferma al semaforo, l'altra che per sfuggire a due malintenzionati è costretta a gettarsi in mezzo alla strada. Attimi di paura che non sempre si traducono in denunce: ma che lasciano segni profondi, cicatrici invisibili. Occorre intervenire: ma per farlo bisogna partire da lontano. Un Paese come il nostro in cui non esiste la certezza della pena è destinato a restare in balia dei criminali, a subire, continuamente, il ricatto dei balordi. E la perenne carenza degli organici delle forze dell'ordine certo non aiuta: la realtà, negli ultimi anni è profondamente cambiata, servono più uomini, più mezzi. Non solo: si parla molto (anzi, troppo) e si agisce poco (o mai). Da una parte lo Stato non può lasciare soli i Comuni davanti a un'emergenza di questo tipo: dall'altra sindaci e assessori devono mettere la sicurezza al primo posto della loro agenda. E costringere chi può aiutarli ad ascoltarli: non si può dire che questo, a Parma, non sia stato fatto. Ma nel silenzio del governo, bisogna battere strade alternative, cercare altre soluzioni, riappropriarsi di spazi che rischiano di trasformarsi in terre di nessuno. Riprendersi una città che la paura ci vuole rubare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    09 Novembre @ 22.13

    sottolineiamo chi ci governa, dato che qui molti si lamentano poi quando vanno a votare mettono sempre la x sullo stesso partito. E' IL PD AL GOVERNO DA 5 ANNI!!!

    Rispondi

  • filippo

    09 Novembre @ 21.36

    ma come si fa ad intervenire quando una parte delle autorità locali NEGA IL PROBLEMA, il prefetto si occupa di sistemare i profughi. il sindaco parla di PERCEZIONE, quelli di sinistra fanno le marce contro il razzismo a san leonardo, quartiere distrutto dalla criminalità nigeriana

    Rispondi

  • Biffo

    09 Novembre @ 20.51

    Mandiamo in giro soli, dopo mezzanotte, tuti i componenti della Giunta attuale, dal,sindaco in giù, consiglieri compresi, a S. Leonardo, in Viale Venezia e Piacenza e nei vari parchi cittadini. Forse capirebbero. Dimenticavo, facciamoli accompagnare da prefetto e questore.

    Rispondi

  • Tristar

    09 Novembre @ 20.06

    Belle parole, ma manca la volontà politica. La sicurezza costa soldi (più polizia, processi rapidi, espulsioni vere, ecc.) e i nostri amati politici preferiscono spendere i nostri soldi in altri modi. E poi per occorre levarsi di dosso l'ipocrisia. Non ci restano che i gessetti colorati, i palloncini e i sondaggi. Oppure emigrare.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"