17°

28°

EDITORIALE

Sicurezza, la città ha parlato: ascoltiamola

spaccio bivacco oltretorrente
Ricevi gratis le news
6

Stavolta l’editoriale l’hanno scritto i parmigiani. L’hanno scritto non con le parole, ma con i numeri: il numero, elevatissimo e per certi aspetti sorprendente, di chi ha voluto partecipare al sondaggio sulla sicurezza lanciato dalla Gazzetta; i numeri, schiaccianti e senza possibilità di appello, con cui i lettori hanno risposto ad alcune delle domande proposte, delineando un quadro che più netto non si può, sebbene le tinte di quel quadro siano quantomai fosche.
Cosa emerge da questo quadro? Un’analisi dettagliata delle risposte è già stata fatta sul giornale ieri, in concomitanza con la pubblicazione dei dati definitivi, ma quello che si può dire e ribadire con certezza, e anche con non poco sconforto, è che l’idea di una Parma non più Parma, di una città pericolosamente avviata sull’insidiosa china del depauperamento in materia di sicurezza e decoro, non può più solo essere confinata al campo della “percezione”. Un concetto, quest’ultimo, spesso usato da taluno per sminuire un malessere profondo e ridimensionarlo a suon di statistiche sui reati, le quali però non sempre fotografano fedelmente la vita reale dei cittadini.
Quando oltre seimila persone decidono di partecipare al sondaggio e, di questa moltitudine, il 90 per cento non esita a descrivere una città poco o per niente sicura, non siamo più nel campo della percezione, ma siamo di fronte a un dato di fatto, a un solida e certificata realtà. E quando percentuali altrettanto bulgare sentenziano che il presente è nettamente peggio del passato e che per il futuro c’è da aspettarsi solo un peggioramento, si capisce che la situazione è molto seria e che il punto di non ritorno potrebbe anche essere già stato superato. E poi c’è la descrizione, inquietante e stupefacente, di centinaia e centinaia di episodi di cosiddetta microcriminalità, alcuni anche molto gravi: un autentico vaso di Pandora che - una volta aperto grazie all’opportunità di dire la propria offerta dal sondaggio - ha permesso di far venire alla luce circostanze che non sempre i cittadini, per varie ragioni, hanno denunciato, ma che stavolta hanno voluto rendere pubbliche in occasione dell’iniziativa della Gazzetta.
Un’iniziativa, questa, con la quale in fondo non si è fatto altro che dare voce a un sentire che ora veramente possiamo definire unanime. Un disagio, derivante dall’assistere impotenti al cambiamento in peggio di una città, che molti, moltissimi, probabilmente aspettavano solo l’occasione di poter esternare in modo civile, ordinato, ma anche fermo e perentorio. Questa occasione ha voluto offrirla la Gazzetta, da sempre attenta a ogni mutamento della situazione del territorio: l’ha offerta con la precisa idea di dare voce non alla pancia di Parma, ma allo spirito di civiltà di una comunità che da tempo prova disagio e perfino vergogna per la degenerazione di certe situazioni nell’evoluta ed elegante città ducale.
Spiace che, nonostante li abbiamo interpellati, Prefettura e forze dell’ordine non abbiano voluto commentare l'esito del sondaggio.
I parmigiani hanno detto cosa si aspettano da chi ha la possibilità di decidere, a partire da più forze dell’ordine, più iniziative per rivitalizzare i quartieri e più divieti del Comune. Non si può sempre aspettare che, come sta avvenendo in Oltretorrente, gente volenterosa e animata da senso civico inforchi la bici e scenda in strada per riprendersi il proprio quartiere. Quello che serve - e che la gente si aspetta - lo si sapeva prima e se ne è avuta conferma ora. Chi può intervenga, al più presto. Sperando di essere ancora in tempo.
fbandini@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo

    13 Novembre @ 13.00

    Brava Gazzetta. Un bel colpo ai sedicenti sostenitori del "fascisti, razzisti"...dei "quando si da la colpa a chi sta peggio di noi...", dei "la colpa non è loro...". Siete una testata giornalistica tra le più antiche. Spero che testate con diffusione maggiormente nazionale prenda i risultati e le divulghi il più possibile. Non potranno voltarsi dall'altra parte per sempre. Ad un certo punto dietro loro ci saremo noi....ed allora sì che preferiranno tirare dritto ed affrontare il problema.

    Rispondi

  • Michele

    12 Novembre @ 23.53

    mandra_sala@libero.it

    Purtroppo questa giunta è sorda. Per 5 lunghi anni non ha sentito.... Casa pluriassessore con all'attivo plurifallimenti epocali nondimeno e non fa nulla. Sembra quasi che se ne freghi.....

    Rispondi

  • Angelo

    12 Novembre @ 20.32

    Bene più iniziative nei Quartieri ma no alle solite iniziative sempre e solo in alcune strade dei quartieri del centro

    Rispondi

  • Indiana

    12 Novembre @ 18.57

    Indiana

    Ne stampi delle copie su delle lenzuola e le attacchi per Parma e provincia (non vi dimenticate di noi che viviamo in provincia e che abbiamo gli stessi problemi della città)

    Rispondi

  • matgabil

    12 Novembre @ 18.24

    Poi dicono che la gente perde fiducia nelle istituzioni. ....per quello che la gente vede e ascolta ne abbiamo anche troppo. Purtroppo credo che la situazione peggiorerá e nessuno farà niente. Dispiace solo lasciare ai nostri figli e nipoti una città in mano a questi delinquenti cui viene permesso tutto impunemente

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Giulia: «Volate oltre l'odio»

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

PARMA

Gervinho, che gol!

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"