14°

27°

EDITORIALE

La forza di un contagio

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
0

E' Natale e il vescovo di Parma giustamente ricorda che non si tratta di una festa d'inverno, o di famiglia, ma del giorno in cui si fa memoria di un avvenimento: la nascita di un bambino nel quale i credenti riconoscono il Messia. Da quella notte di oltre duemila anni fa, la storia stessa è spezzata in due: avanti Cristo, dopo Cristo. Come ha detto papa Francesco: «Se togliamo Gesù, che cosa rimane del Natale? Una festa vuota».
Ma oggi sono sempre meno gli uomini e le donne che credono in questo avvenimento: festeggiamo il Natale per consuetudine, magari anche con le migliori intenzioni di pace e di bontà, ma non pensiamo più che sia possibile quello che san Paolo chiamava «scandalo per i Giudei e stoltezza per i pagani»: cioè che Dio si è fatto uomo, è morto per noi ed e risorto, infine che ci attende in un Regno che non avrà fine. D'altra parte non è facile credere in una cosa del genere. Occorre una fede che porta ad andare oltre la ragione. Gli stessi cristiani dicono «Credo quia absurdum», io credo perché è assurdo, secondo una frase attribuita a Tertulliano, apologeta del II secolo.
Soprattutto nell'Occidente un tempo cristiano, il numero di coloro che credono in questo Assurdo è in costante diminuzione. E la conseguenza di questo calo la si vede (anche) nella riduzione dei presepi, dei canti natalizi, dei simboli cristiani. Così il Natale cambia nome, diventa una festa dei buoni sentimenti dai contorni indefiniti: nelle scuole anche i canti per i bambini sono stati depurati da qualsiasi riferimento a un certo Gesù, nato a Betlemme di Giudea al tempo di re Erode, con Cesare Augusto imperatore.
Tutta questa rimozione è motivata dall'intenzione di non offendere i non cristiani, con i quali occorre dialogare.

È una penosa bugia. Come ha scritto Massimo Gramellini sul Corriere della Sera nei giorni scorsi, allora non dovremmo neanche festeggiare il nostro compleanno per non urtare gli altri (più o meno il 99,99 per cento di chi ci sta intorno) che non compiono gli anni nel nostro stesso giorno. Quanto al “dialogo”, è chiaro che si può dialogare solo se si mette chiaramente in gioco la propria identità, le proprie idee, le proprie convinzioni: altrimenti il “dialogo” parte con una menzogna. Infatti, chi chiede di oscurare il Natale non sono mai gli immigrati fedeli di altre religioni: siamo noi, noi occidentali che non crediamo più in niente.
Contro questa censura del Natale si levano dunque, sempre più spesso, diverse proteste. Non sono però, quasi mai, le proteste dei cristiani: in genere sono beghe politiche: la sinistra nasconde il Natale, la destra insorge. Ma la fede, in tutto questo, c'entra poco.
Meglio sarebbe se i cristiani cogliessero questa nuova condizione di “inferiorità numerica”, insomma di minoranza, come un'opportunità. Invece di pretendere che il cristianesimo sia esibito per legge od ordinanza comunale, i cristiani dovrebbero chiedersi perché il Vangelo (la più bella notizia mai comunicata al mondo) ha perso attrattiva. Forse il problema, più che i sindaci che non fanno il presepe, sono i cristiani che non vivono più la fede con la passione degli inizi. La storia ci dice che le prime comunità cristiane non contavano nulla, politicamente ed economicamente: ma il loro modo di vivere, la loro diversità, contagiò il mondo e lo conquistò.
A ciascuno di noi e di voi che leggete, qualunque siano le più intime convinzioni, gli auguri di un buonissimo Natale. Questa è una storia che ci riguarda tutti.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii - Best moments live

MUSICA

Avicii, best moments live: i concerti più belli del dj svedese Video

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

serie tv

Arriva "Homeland 7" ma l'ottava serie sarà l'ultima

Star Smallville incriminata per traffico sessuale

televisione

Star di "Smallville" incriminata per traffico sessuale

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

2-1 al Carpi

Parma, tanto cuore per tornare al secondo posto. E lunedì tocca al Frosinone Risultati e classifica

"Vittoria incerottata e sofferta: 3 punti findamentali", Videocommento di Grossi - Barillà: "Vitoria dedicata a Lucarelli e Munari" Video

5commenti

serie b

D'Aversa: "Restiamo con i piedi per terra" Video

polizia

Il market dello spaccio? Installato nel greto della Parma. Cinque in manette Video

In tutto 13 arresti e oltre 65 chili di droga sequestrati

7commenti

scomparso

San Secondo, da 24 ore non si hanno notizie di Claudio. Chi l'ha visto?

Ospreys 37-14

Le Zebre chiudono (in casa) con una vittoria

incidente

Mezzano superiore, finisce con l'auto nel fossato: ferito un 65enne

felino

Parcheggiava con un permesso disabili falso intestato a un morto

3commenti

gazzareporter

Bici "parcheggiata" in via Marchesi

arte

Dondi protagonista al Fuorisalone di Milano

dopo il maltempo

Sicurezza del territorio: 62 interventi finanziati dalla Regione, da Colorno all'Appennino

carabinieri

Sborsa 30mila euro per una Porsche usata ma è una truffa: tre denunciati

1commento

VIA SIDOLI

Scende dall'autobus: 83enne assalita e rapinata

6commenti

FURTI

Notte di raid nelle assicurazioni: cosa cercavano i ladri?

5commenti

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

L'agenda

"Nel segno del giglio" e non solo: un sabato tra dischi in vinile, libri e musica

Tribunale

Picchia e perseguita la fidanzata: condannato a due anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Intese difficili. La prossima settimana è decisiva

di Domenico Cacopardo

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

India

Scatta la pena di morte per chi stupra le bambine

La Spezia

Rifacimento di piazza Verdi: due arresti per tangenti

SPORT

Moto Gp

Gp delle Americhe: pole per Marc Marquez

GAZZAFUN

Parma-Carpi 2-1: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GAZZAFUN

“La morta in Tär" e le belle storie in dialetto: rispondi al nostro quiz

Gran Bretagna

Star e colpi di cannone per il compleanno di Elisabetta

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia