11°

26°

EDITORIALE

M5S, nuove regole e voglia di governo

M5S, nuove regole e voglia di governo
Ricevi gratis le news
0

Per qualcuno sono la fine prematura dei veri ideali del Movimento 5 Stelle. Per altri, l’inevitabile e necessaria trasformazione di una forza politica che ambisce ad arrivare alla guida del governo del Paese. Comunque le si veda, le nuove regole interne, varate poco prima della fine dell’anno, segnano una trasformazione epocale per il movimento creato da Beppe Grillo.
A poco più di due mesi dalle elezioni politiche del 4 marzo, secondo tutti i sondaggi, il centrodestra del redivivo Berlusconi si avvia ad essere la coalizione più votata. Ma, sempre secondo tutti i sondaggi e a meno di improbabili cataclismi, i Cinque stelle dovrebbero essere di gran lunga il primo partito con un netto vantaggio sul Pd di Renzi. Naturale dunque che Luigi Di Maio, il neo capo politico del Movimento, stia cercando di costruire le condizioni per non passare un’altra legislatura nel ruolo di spettatore. Certo, spettatore con un posto privilegiato, da capo della principale forza politica, ma pur sempre fuori dai giochi che contano.
E’ questo lo scopo delle nuove regole interne che trasformano e non poco il pianeta M5S. Il movimento rivisto e corretto è solo un pallido ricordo di quello delle prime ore, quello dei meet up, quello della regola «uno vale uno», quello dei «vaffa» strillati in faccia agli avversari. Nei regolamenti vengono stabilite varie sanzioni per quel che riguarda gli eletti che decidessero di prendere delle posizioni in contrasto con il movimento, o di cambiare gruppo parlamentare. Sanzioni popolari fra i grillini ma che sembrano di dubbia efficacia e applicabilità visto che sono in contrasto con la Costituzione e con il divieto del vincolo di mandato. Le vere novità sono altre. Prima di tutto, cade il divieto di stringere alleanze. Dunque, i cinque stelle potranno formare un governo di coalizione con altri partiti. E lo stesso Di Maio, se riceverà un incarico dal presidente della Repubblica, potrà andare a trattare. Non c’è che dire: un bel cambiamento. Se è in meglio o in peggio, lo giudicheranno gli elettori. Ma è comunque una rivoluzione per chi aveva il divieto assoluto di mischiarsi con il resto del mondo. E non è il solo muro che cade: i candidati alle elezioni non dovranno più essere per forza iscritti e votati dalla base ma potranno essere scelti da Di Maio e Grillo anche fra i non iscritti. A loro due, al capo politico e al capo «vero», viene dato pure il potere di escludere eventuali nomi, anche se votati dagli iscritti, nel caso le posizioni di questi candidati fossero giudicate in contrasto con il codice etico o con i programmi. Non basterà più invece un semplice avviso di garanzia per essere marchiati ed esclusi dal Movimento, come era successo al sindaco di Parma Federico Pizzarotti, il primo sindaco di un capoluogo eletto dai Cinque stelle e poi cacciato da Beppe Grillo proprio con la scusa di un’inchiesta (poi archiviata). Lui, Pizzarotti, intervistato ieri su La7, ha espresso una speranza in vista delle elezioni del 4 marzo: «Auspico una vittoria dei Cinque stelle», ha detto. E subito dopo, con una punta di malizia, ha aggiunto: «Così vedremo di cosa sono capaci». Ecco, al di là delle polemiche e delle guerre di potere interne, questa è la vera sfida che aspetta di Di Maio e i suoi, perché certe proposte raffazzonate o senza coperture finanziarie sentite in questi giorni, come quelle sul reddito di cittadinanza, sulla riforma delle pensioni o sui temi ambientali, rischiano di far ben presto rimpiangere la vecchia politica e i suoi vecchi e malconci partiti.

spileri@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' nato il terzo royal-bay: è un maschio

Gran Bretagna

E' nato il terzo royal-baby: è un maschio

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Le matricole: il Trash party d'apertura. Le foto della festa

TONIC

Le matricole: il Trash party d'apertura Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

INSERTO

Domani in omaggio lo speciale agricoltura

Lealtrenotizie

Claudio Lombino

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

Incidente a Pastorello

Federico Miodini, «il Miodo» giovane padre innamorato della vita

PARMA

Spazzatura accumulata su scale e corridoi di un palazzo del centro  Foto

3commenti

PARMENSE

Superenalotto: vincita da oltre 41mila euro a San Secondo

CARABINIERI

Trovata a Fidenza dopo 13 giorni la ragazza scomparsa da Piacenza

RISSE

Via d'Azeglio, la lite finisce a morsi di pitbull

5commenti

METEO

"Salvo" il ponte del 25 aprile, 1°maggio a rischio pioggia Video

GAZZAREPORTER

Grosso ramo cade al Parco Ducale: le foto di un lettore Foto

Foto di Massimo Mari

1commento

Serie B

Stasera Frosinone-Empoli. Lucarelli su Facebook: "Non esiste sconfitta nel cuore di chi lotta" Video

1commento

Soragna

Ragazzi rapinati, notte di terrore alla «Ponzella»

Noceto

Morto improvvisamente a 47 anni Filippo Virgili, lavorò per il Papa

1commento

CARABINIERI

Pusher in bici fermato con 30 grammi di marijuana a Salsomaggiore: denunciato

Si tratta di un 26enne nigeriano, che ha cercato di allontanarsi alla vista di una pattuglia

1commento

FIDENZA

Svincolo killer, finalmente i lavori per renderlo sicuro

PARMA

Bersaglieri ciclisti: i fanti piumati in festa per le strade della città Foto

alimentare

Anno da record per il Parmigiano Reggiano

I dati del 2017: 3 milioni 650 mila forme prodotte, +5,2% rispetto 2016 nonostante l'aumento dei prezzi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Trattative perditempo: Mattarella in campo

di Vittorio Testa

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

8commenti

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella: "Mandato a Fico per esplorare un'intesa tra Pd e M5S

Scuola

Insegnante sostegno arrestato: gridava alla classe "porci", "maiali"

SPORT

RUGBY

Zebre: pullman per i tifosi sabato a Treviso

parma calcio

Al Tardini la nascita delle Parma Legends e il raduno di “Serie A: Operazione nostalgia” Foto

SOCIETA'

Gran Bretagna

Insegna il saluto nazi al cane: multato per "crimine d'odio"

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover