15°

24°

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

Perché l'atomica torna a fare paura
Ricevi gratis le news
3

La paura di una guerra nucleare sembrava un sentimento non più di moda, una cosa da secolo scorso, da archiviare assieme ai bunker anti-atomici, agli opuscoli su cosa fare in caso di attacco nucleare, alle discussioni sulla dislocazione dei missili americani in Europa in risposta alla minaccia dell'Unione Sovietica. Una paura, appunto, morta con l'Unione Sovietica, l'«impero del male» di reaganiana memoria.

E in effetti, dopo l'implosione del potere sovietico la strada sembrava tracciata. La certezza della «mutual assured destruction» - in acronimo «Mad», che in inglese vuol dire «pazzo» -, cioè la certezza che l'Unione Sovietica, gli Stati Uniti e il mondo più in generale, non sarebbero sopravvissuti a un conflitto nucleare era riuscita a mantenere l'equilibrio del terrore, e, in sostanza, a farci rimanere vivi. Ora con un chiaro vincitore - gli Stati Uniti - non c'era più bisogno di quella montagna di armi nucleari che le due superpotenze avevano accumulato. E in effetti, per anni, la diminuzione concordata dei due arsenali nucleari principali (quello russo e quello americano) è andata avanti in modo soddisfacente. Sembrava quindi che l'epoca del terrore atomico fosse sul punto di finire. Altre paure avevano preso il suo posto: la minaccia dell'estremismo islamico, per esempio, la preoccupazione per il riscaldamento climatico o per gli squilibri dell'economia mondiale.

In questi giorni, però, tutto d'un tratto, ci troviamo di fronte a un nuovo ritorno delle vecchie paure. Papa Francesco proprio ieri lo ha ricordato: «Si, - ha detto il Pontefice in viaggio verso il Cile - ho davvero paura. Siamo al limite. Basta un incidente per innescare la guerra. Di questo passo la situazione rischia di precipitare. Quindi bisogna distruggere le armi, adoperarci per il disarmo nucleare». Sabato scorso, poi, alle Hawaii un impiegato federale, schiacciando il bottone sbagliato, ha diffuso per errore un'allerta attacco missilistico e ha provocato il panico nello stato americano più vicino alla Corea del Nord. Nelle attuali condizioni, infatti, è una minaccia credibile.

E questo ci avvicina al cuore dell'attuale incarnazione del problema. E' venuto meno lo scontro titanico tra le superpotenze, ma i conflitti regionali sono rimasti e, se possibile, sono diventati più sanguinosi. Allo stesso tempo molte nazioni (Israele, Pakistan, India e Corea del Nord) in modo esplicito o implicito (Tel Aviv non ha mai confermato la propria capacità nucleare) hanno armi atomiche. E' probabile che anche l'Iran, nonostante gli sforzi internazionali e le azioni di disturbo da parte di Israele e Stati Uniti, nei prossimi anni possa entrare nel club. La tensione dell'area è, infatti, altissima e in queste condizioni è difficile far funzionare i trattati appena firmati e già in procinto di essere smantellati.

A questo si aggiunge un atteggiamento molto più aggressivo riguardo all'uso delle armi nucleari da parte di Russia e Stati Uniti. Nei prossimi mesi la Casa Bianca dovrà pubblicare la nuova «Nuclear Posture Review», il documento che spiega la politica nucleare statunitense. Le bozze che - attraverso una «soffiata» - sono arrivate alla stampa parlano dello sviluppo di nuove armi nucleari «leggere» e della possibilità di una risposta nucleare da parte Usa a un massiccio attacco non-atomico. Si tratta, appunto, di bozze e i documenti ufficiali saranno più sfumati. Ma l'orologio dell'Olocausto atomico si è rimesso in moto. E di questo dovremmo essere tutti preoccupati. Non solo il Papa.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ingeniere

    17 Gennaio @ 08.11

    la paura sicuramente c'è ma perché al mondo ci sono due teste come l'americano e il coreano che sembrano due bambini

    Rispondi

  • gigiprimo

    16 Gennaio @ 20.53

    vignolipierluigi@alice.it

    Mi preoccupo si! Ma non per le grandi potenze ma per quei piccoli stati che nulla hanno da perdere, Pakistan Corea del nord ( che se dovesse unirsi con quella del sud non so dove arriverebbero), Iran e forse altri. Non dimentico la Cina, ma quella va a braccetto coi primi due.

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    16 Gennaio @ 19.42

    la rivolta di atlante

    NON ERO PREOCCUPATO CON L' URSS FIGURATI CON PUTIN E TRUMP.... SI METTONO D' ACCORDO IN UN NANOSECONDO... SENZA NEMMENO TELEFONARSI... NON SONO DEI CLINTON-OBAMA.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

musica

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

Baccanale, gli amici di Angela: ecco chi c'era

FESTE PGN

Baccanale, gli amici di Angela: ecco chi c'era Foto

Gay Pride: spot a Pompei con Ciretta Cascina e Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra

CAMPANIA

Gay Pride: spot a Pompei con Ciretta Cascina e Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Chianti Governo», fresco e fragrante

IL VINO

Il «Chianti Governo», fresco e fragrante

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

'Ndrangheta, chiesti 30 anni per il boss Bolognino

Michele Bolognino in una foto d'archivio

Processo Aemilia

'Ndrangheta, chiesti 30 anni per il boss Bolognino

E' il presunto referente della cosca nel Parmense. Richiesta una pena pesante anche per Aldo Ferrari

noceto

I sindacati: "Tragedia annunciata: sospendere le lavorazioni alla polveriera" Video

L'operaio di 37 anni è stazionario

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Roberto Bettati, campione di sollevamento pesi: aveva 54 anni

Gioco d'azzardo: giro di vite sulle slot machine a Parma

politica

Pizzarotti: "A Conte direi scappa a gambe levate"

Il sindaco di Parma è stato intervistato su Rai Radio1 durante il programma "Un Giorno da Pecora"

8commenti

12 tg parma

Tormenta la cassiera di un market: divieto di avvicinamento per lo stalker Video

12 Tg Parma

Auto abbandonata fra i rovi e riempita come un cassonetto Video

12 tg parma

Il latte delle mamme donato ai prematuri: la "banca" arriva a Parma Video

12 tg parma

Dal 28 maggio la Polizia municipale al lavoro h24 Video

6commenti

PARMA CALCIO

Sabato la premiazione in Comune, domenica la festa. Poi si pensa al ritiro estivo Video

12 tg parma

Promozione in A, il video di Dino Baggio: "Coi gobbi chiamatemi"

taneto

“Vampirizzano" il serbatoio del tir: denunciati tre dipendenti infedeli di un'azienda parmense

Parco Ducale

Chi ha ucciso Milly, la «mamma oca» del laghetto? E' morta per difendere le sue uova

11commenti

Lutto

Addio a Tony Wolf, il «papà» del pinguino Pingu. Era nato a Busseto

1commento

GAZZAREPORTER

Il raduno della grande famiglia Peracchi: in 74 a Varano Marchesi

meteo

Sapore d'estate, nel weekend sole e punte di 30 gradi

Piogge e temporali fino a mercoledì, poi "rimonta" alta pressione

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

15commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quel patto sul premier è la fine del centrodestra

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 20 nuove offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MILANO

Litiga con la madre per il cellulare e cade dalla finestra: salva dopo un volo di 10 metri

SENTENZA

La Cassazione: "Ustica, i ministeri devono risarcire Itavia"

SPORT

calcio

L'Uefa rinvia a giudizio il Milan sui conti: Coppe a rischio

ciclismo

La Var anche al Giro: Aru penalizzato di 20 secondi

SOCIETA'

testimonial

Barilla, Federer-Oldani: nuove lezioni in cucina

REALITY SHOW

Grande Fratello, Mariana: "Bacio? Luigi ci ha provato con tutte" 

MOTORI

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più