19°

29°

EDITORIALE

L'asse franco-tedesco. E l'Italia sta a guardare

L'asse franco-tedesco. E l'Italia sta a guardare

Emmanuel Macron

Ricevi gratis le news
0

L'esigenza di rimettere in moto l’Europa, lasciando al loro destino di componenti di un mercato comune i paesi che hanno rifiutato l’euro, che hanno adottato leggi liberticide o, comunque, in contrasto con i principi dell’Unione europea, che hanno scelto di non contribuire al ricollocamento dei profughi, venendo meno all’obbligo di solidarietà orizzontale, ha trovato un’inattesa spinta nella svolta dell’America di Trump, isolazionista, protezionista, xenofoba: un ulteriore collante per spingere i paesi-guida (Francia e Germania) sulla strada dell’«up-grading» unitario, come s’è visto a Davos.

Qui, Emmanuel Macron (certamente in intesa con Angela Merkel) ha indicato i settori preferenziali su cui si misurerà l’avanzamento: economia digitale, difesa comune, migrazioni, investimenti, energia. Manca, per il momento, un unico ministro delle finanze, capace di definire un bilancio comunitario comprensivo dei bilanci delle nazioni coinvolte nel processo di rafforzamento (dell’integrazione).

Mentre Davos catalizza l’attenzione del mondo, è sfuggito ai media, soprattutto italiani, che, nel frattempo, dopo la decisione franco-tedesca di procedere all’omogeneizzazione dei due sistemi giuridici, è stato compiuto un altro passo in avanti, dal forte potere evocativo: i parlamenti dei due paesi, l’Assemblée nationale e il Bundestag, si sono riuniti in seduta comune a Parigi (con presidenza tedesca) e a Berlino (con presidenza francese). Le due nazioni mantengono la rotta: consolidano l’asse carolingio per costruire intorno a esso la nuova unione, quella marciante sulla via dell’integrazione.

Dà l’amaro in bocca l’assenza dell’Italia che di una simile svolta sarebbe la prima beneficiaria. Del resto, un’Unione senza l’Italia –uno dei tre paesi promotori- sembra un’assurdità. Prima di gettare la croce addosso agli altri, guardiamo però in casa nostra. Rendiamoci conto che un inestricabile incastro istituzionale (dopo lo sciagurato referendum del dicembre 2016), provocato dalla sentenza di incostituzionalità della legge elettorale, ha impedito elezioni nella primavera 2017. Cosa che ci avrebbe messo più o meno in pari con Francia e Germania.

Non basta. Il quadro politico offerto dalla campagna in corso ha reso problematico il futuro del paese. Prima di tutto per la possibile prevalenza di parlamentari e forze politiche che hanno votato «no» alla riforma costituzionale. «Bon gré mal gré» era il tassello più importante (col monocameralismo sostanziale) dell’accordo definito tra l’Unione e il governo italiano per l’omologazione del Paese sugli standard continentali. La prevalenza non significa maggioranza politica, certo, ma l’orizzonte è coperto di nubi, a dispetto della «vulgata» patriottica di Paolo Gentiloni. Nubi che comportano incertezza sugli orientamenti politici italiani e che attenuano la credibilità dei nostri attuali governanti.

Insomma, la Francia e la Germania non hanno alcuna garanzia sul futuro dell’Italia. E ora è la Spagna in «pole position» come terza gamba dell’intesa.

Il nostro domani è più incerto che mai. Crediamo poco nel salvagente Europa e sembriamo preferire le sirene autolesioniste. Se sarà notte dell’europeismo, il risveglio sarà duro.

www.cacopardo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse