13°

23°

EDITORIALE

Il ritorno del protezionismo: i giochi pericolosi di Mister Trump

Donald Trump

Donald Trump

Ricevi gratis le news
1

Con la grazia tipica dell'elefante nella cristalleria, Donald Trump ha fatto irruzione a Davos preceduto dai frantumi deflagrati con l'annuncio di dazi all'importazione di pannelli solari e lavatrici. Che sono solo l'antipasto: il presidente Usa è pronto ad adottarne anche su alluminio, acciaio e proprietà intellettuale. Insomma, a un anno dal motto di insediamento «America first» arrivano i primi interventi protezionistici.

L'irritazione nel vecchio continente è evidente sia nelle parole di Frau Merkel, che rievoca spettri antichi e terribili come le guerre mondiali, sia in quelle di Mario Draghi, solitamente impassibile ma stavolta seccato dalle parole del segretario al Tesoro Usa Steve Mnuchin, gongolante per il dollaro debole. Siamo dunque di fronte a una precisa strategia di svalutazione del biglietto verde per favorire l'economia interna (in salute ma sotto il target del 3% fissato dalla Casa Bianca) e sostenere un feroce protezionismo fatto di muri verso il Messico e dazi verso il resto del mondo?

L'attesa, ieri a Davos, era per capire se quello di The Donald sia un piano politico-economico o se stia giocando al rialzo per sedersi in posizione di forza sui tavoli negoziali del commercio mondiale. In realtà non si è capito: pur riaffermando la linea dura Trump lascia scorgere messaggi di apertura sulla cooperazione e sulla volontà di non svalutare il dollaro: intanto America first, ha chiarito, non significa America e basta, quindi ha auspicato «un commercio giusto e reciproco» in grado di «creare un sistema che funziona non solo per gli Usa ma per tutti i Paesi». Il messaggio più forte è indirizzato al Far East: «Non tollereremo più pratiche scorrette nel commercio internazionale».

Il gioco di Trump è pericoloso perché rischia di innescare una guerra commerciale che non farebbe bene a nessuno, nemmeno agli Usa (che fanno parte del Wto...). Eppure invitando gli altri leader «a proteggere gli interessi dei loro cittadini come lo facciamo noi» ha dato il via a un braccio di ferro planetario. Davvero può permetterselo solo perché è la prima potenza economica mondiale? Una prima risposta a Trump è arrivata in settimana dal Partenariato transpacifico per il commercio (Tpp): il Giappone e altri dieci Paesi andranno avanti senza Washington; un segnale netto perché nel Tpp rientrano anche Canada e Messico, coinvolti negli intricati negoziati sul rinnovo del Nafta.

La globalizzazione è una storia maledettamente complessa e con correlazioni profonde: il debito americano è per larga parte nelle mani di Paesi esportatori che «finanziano» gli Usa, i quali a loro volta comprano i prodotti di importazione. Prendiamo, ad esempio, i dazi sui pannelli solari: Trump ha voluto dare una mano alle aziende di casa (sostanzialmente Suniva e SolarWorld Americas) ma forse non ha tenuto conto degli effetti collaterali: in primo luogo sono pochi i lavoratori americani impegnati nella costruzione di pannelli solari, circa 2000, mentre sono oltre 250.000 quelli impiegati nell'indotto. Ancora: se i pannelli solari non fossero più convenienti, il mercato potrebbe spostarsi rapidamente verso altre forme di energia alternativa (ricordate Reagan negli anni '80 con i microprocessori giapponesi?). Senza contare che le «vendette» degli altri Paesi sono quasi scontate. Decisamente preferibile, nella difesa dei propri interessi, è la mossa sul fronte interno con il varo della legge fiscale. Lo dimostrano Fca che investirà nel Michigan anziché in Messico e Apple pronta a rimpatriare 38 miliardi di dollari.

atagliaferro@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valerio

    29 Gennaio @ 11.24

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Oddio... Il protezionismo e' un'arma a doppio taglio. E' giusto proteggere le nostre olive, le nostre arance, il nostro latte? O e' meglio mettere tutto in un sacco e usare olive e arance dal Marocco e latte dalla Germania? Cosa e' meglio per noi? Meglio che le nostre ormai sparute aziende vengano completamente svendute all'estero o e' meglio proteggere i nostri lavoratori?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita.

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno