-1°

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?
Ricevi gratis le news
7

Sono ormai trascorsi 50 giorni dalle elezioni del 4 marzo. Ma i passi avanti sulla strada della formazione di un nuovo governo sono stati fino a oggi quasi nulli. E il risultato delle elezioni in Molise, lungi dall'essere chiarificatore, ha, se possibile, confuso ancor di più le acque. Già, perché i 5Stelle affermano con orgogliosa baldanza, a Roma come a Campobasso, di essere la prima forza politica. Allo stesso tempo la coalizione di centrodestra si proclama vincente e con il diritto di guidare il Paese. Ma al suo interno resta aperta la conflittualità tra Lega e Forza Italia per reclamare il proprio «posto al sole». Ieri, come ampiamente previsto, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (che tutti lodano a parole, ma nessuno aiuta nei fatti), ha conferito un altro incarico esplorativo, questa volta al presidente della Camera pentastellato Roberto Fico. L'obiettivo è valutare la possibilità (che appare remota) di un accordo tra Cinque Stelle e Pd per il governo. Ma anche qui i veti incrociati (Di Maio che non vuole Renzi, che però appare ancora il «dominus» dei democratici e non sembra intenzionato a un accordo) sembrano destinati a far fallire il tentativo. Quali dunque le strade di fronte a Mattarella in questo stallo dovuto più a baruffe chiozzotte che a motivazioni politiche? Un «governo del presidente», non facile, o nuove elezioni, che Mattarella però non vuole. L'unica cosa certa è che, finora, tutti hanno pensato al proprio interesse e nessuno a quello dell'Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Roberto

    25 Aprile @ 11.54

    Non sappiamo come finira' ma alla luce di quanto successo ieri, sia M5S che PD dimostrano una totale incoerenza, se non voglia di poltrone, sarà bello vedere la reazione dei loro elettori, altro che inciucio. È possibile considerare Dx e PD alternativi?

    Rispondi

  • Giorgio

    25 Aprile @ 08.08

    gioger@alice.it

    Magari è ancora presto per dirlo, ma le premesse ci sono tutte. Dopo cinque anni di governi non voluti e non votati dal popolo cosa succede? Il popolo vota e al governo ci vanno quelli non votati dal popolo. Abbiamo cacciato il PD prima col referendum e poi con le elezioni e ora ce li troviamo di nuovo lì. Che strana democrazia è questa... e di maio (perdente) che fa il bello e il cattivo tempo come se fosse il duce... mah?

    Rispondi

    • Marcus

      25 Aprile @ 10.19

      Di Maio ha preso undicimilioniemezzo (11.500.000) di voti con una lista unica. Chi può dire altrettanto?

      Rispondi

      • Giorgio

        25 Aprile @ 10.26

        gioger@alice.it

        Sì, ma in democrazia e con questa legge elettorale in teoria dovrebbe vincere chi prende più voti, non il singolo... e chi ha preso più voti è la coalizione di centro-destra... così dice la democrazia... poi se vogliamo cambiare le regole qui, va bene...

        Rispondi

        • Marcus

          25 Aprile @ 11.44

          Siamo una Repubblica parlamentare, il che significa che le maggioranze si formano in Parlamento. Abbiamo tre poli quindi per formare la maggioranza due di questi devono mettersi d'accordo, indipendentemente da quali siano, l'essenziale è che abbiano la maggioranza cioè che rappresentino la maggioranza degli elettori votanti. Questo perchè la legge elettorale votata da PD, FI, e Lega (il Rosatellum) è per due terzi proporzionale, per un terzo con i collegi uninominali e non prevede un premio di maggioranza, come invece faceva il Porcellum. Può non piacerci ma le cose stanno così.

          Rispondi

  • Betti

    24 Aprile @ 23.49

    credo che la sinistra, se avesse un minimo di dignità, si farebbe da parte visto che nessuno l'ha votata

    Rispondi

  • Roberto

    24 Aprile @ 14.57

    Secondo me, il problema e' il Presidente della Repubblica, che dato che poi si arrivera' a governo di compromessoavrebbe gia' potuto essere un po' piu' autorevole gia dall'inizio e invece continua a cercare soluzioni che non ci sono, dato i veti di Mr: B, di Mr: Di Maio, di Mr. Renzi etc. etc. cosi' si arrivera' a formare il famoso governo di tutti, che cosi' come per i precedenti nessuno sara' responsabile di niente e come al solito saranno gli italiani a pagarne le consegeuenze. Gia' al momento della firma del mattarellum, il Presidente ha sbagliato ben sapendo che era fatto in modo da poter consentire accordo fra Berlusconi e Renzi o nel caso non fosse stato possibile (come e' successo), che nessuno avrebbe vinto. Quindi per me e' sbagliato elogiare il presidente , forse inadatto a ricoprire la carica. Cosi' torneremo in balia dell'Europa che cosi' sara' contenta di non doversi confrontare con chi magari potrebbe cambiare l'atteggiamento remissivo che i ns. governi hanno sempre dimostrato. hanno sforato tutti, e per anni i parametri, gli unici che non possono farlo, siamo noi anche se magari sarebbe utile per far muovere un po' l'economia, ma ci vuole qualcuno, non che batta i pungi sul tavolo (Renzi docet) ma che faccia quello che serve all'Italia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il concerto di Natale di Ian Anderson e Andrea Griminelli a Reggio Emilia

Musica

Il concerto di Natale di Ian Anderson e Andrea Griminelli a Reggio Emilia Video

Rock senza tempo: 60 anni dopo Buddy Holly torna nella Top 10 in Inghilterra

musica

Rock senza tempo: 60 anni dopo Buddy Holly torna nella Top 10 in Inghilterra

Miss Reginetta d'Italia

Foto da Facebook

fidenza

Miss Reginetta d'Italia: casting domenica con Passion model

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Federico Pizzarotti

Federico Pizzarotti

politica

Pizzarotti: "La Lega blocca i soldi dei Comuni". La Cavandoli: "Bugiardo. Abbassi le tasse" Videointervista

3commenti

SQUADRA MOBILE

"Tira fuori la droga": tre dominicani rapiscono un uomo e lo torturano a Vicofertile Video

Emergono nuovi particolari sui tre arrestati. Violenze inaudite su un connazionale per questioni legate allo spaccio

LA SFIDA

Il miglior anolino 2018 è di "Greci". Guarda il podio e la classifica

anteprima gazzetta

Come difendersi dagli amministratori "infedeli"

Soragna

Installata e subito rimossa la pista di pattinaggio

1commento

Zona Montebello

Bollette non pagate, palazzo al freddo

2commenti

Curiosità

Pausa caffè a Parma per Valentino Rossi e la fidanzata Francesca Sofia Novello

RUGBY

Zebre, ecco il calendario contro l'omofobia

Strasburgo

Il salsese Marco Ricorda racconta il dramma nell'Europarlamento

SOLIGNANO

Addio al ristoratore Giovanni Pettenati

12Tg Parma

Santa Lucia ha portato i suoi doni all'Ospedale dei Bambini Video - Gallery

FORNOVO

Galleria di Citerna: senso unico alternato anche nel fine settimana

La Provincia ha reso noto che è impossibile aprire al traffico nei due sensi, a causa dei lavori in corso

Intervista a Munari

«Sono pronto. Vorrei ancora giocare in A»

1commento

Calcio

Fidenza, tre squadre sono molte. Troppe?

12 tg parma

Cantiere sotto sequestro in via Spezia Video

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Poveri figli se i genitori rinunciano a educare

di Vittorio Testa

3commenti

ASTRI

L'oroscopo 2019 segno per segno

ITALIA/MONDO

GIALLO

Italiano rapinato e ucciso in Costa Rica

GUASTALLA

Travolta e uccisa da un'auto pirata nel Reggiano

SPORT

calciopoli

Juve a bocca asciutta, Cassazione: lo scudetto 2005/2006 resta all'Inter

EUROPA LEAGUE

Crollo Milan in Grecia: rossoneri eliminati

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

NATALE

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco