-0°

15°

EDITORIALE

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni
Ricevi gratis le news
9

Come “questa o quella” per il Duca di Mantova, così Lega o Pd “pari sono” per il leader Cinquestelle Luigi Di Maio, intento a un’operazione di pragmatismo estremo sconfinante nella più scoperta spregiudicatezza. Certo, la politica a volte deve mediare tra interessi diversi, arrivando a compromessi in vista del bene comune: ma non si era mai visto che un programma, propagandato in campagna elettorale come alternativo a quelli di avversari accusati d’ogni infamia, divenisse infine un canovaccio adattabile agli uni e agli altri. Fallita, o, meglio, incagliata la trattativa con Salvini, entrato in scena come esploratore il presidente della Camera, Roberto Fico, grillino ritenuto sinistrorso, Di Maio si è fatto sirena con i Democratici, invitandoli a cercare un’intesa per governare il Paese. Il che significherebbe la nascita di un governo sorretto da uno dei vincitori e dal peggior perdente delle elezioni del 4 marzo, rappresentanti parte dell’elettorato del centro Italia il Pd e quello del Sud il Movimento 5 Stelle: con all’opposizione Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, “padroni” politici delle ricche regioni del Nord.
Ma il Pd, al solito, è diviso: e poi i numeri sono risicatissimi, sarebbe una maggioranza a rischio. E’ destinato a scoprire giorno dopo giorno panorami sempre nuovi d’ingovernabilità, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, allibito dal comportamento dei partiti.
Nel Centrodestra Salvini e Berlusconi in gara per la premiership si sono danneggiati a vicenda: con il perdente, il signore di Arcore, dedicatosi da sempre a evitare che il leghista potesse diventare capo del governo. E a sua volta bloccato dall’ostracismo di Di Maio contro Berlusconi, ben felice di ricambiare con insuperabile avversione l’astio dei Cinquestelle. Il Centrodestra si è rivelato un cartello elettorale, senza una vera intesa strategica comune: Berlusconi sostenitore persino di un accordo con il Pd per un governo “moderato” in grado di limitare l’aggressività antieuropea di Salvini e isolare all’opposizione il M5S paragonato addirittura a Hitler. Salvini all’opposto, tenacemente dedito a cercare l’accordo con Di Maio. La confusione è totale: al punto che il Centrodestra ha definito «schiacciante vittoria» il risultato delle regionali in Molise dove Forza Italia ha avuto il 9,4 per cento (16,1 alle politiche), la Lega 8,2 (da 8,7) e FdI 4,4 per cento (da 3,1). Senza Udc, Popolari e Orgoglio Molise, il candidato De Toma avrebbe perso contro un M5S al 31 per cento.
Ora Salvini spera di trarre nuova forza dal successo che va profilandosi domenica prossima in Friuli. Un’altra attesa? La pazienza di Mattarella sembra giunta al lumicino. Tempo pochissimi giorni e o Salvini lascia Berlusconi per allearsi con Di Maio oppure il Pd si accorda con il M5S. Altrimenti Mattarella dovrà approntare un governo di transizione e preparare nuove elezioni. Forse, grazie all’irresponsabilità dei partiti, la soluzione peggiore.
vittorio.testa@comesermail.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remigrante

    27 Aprile @ 10.15

    (Premesso che non penso proprio che sia l'ultima occasione, e che non simpatizzo PD, e che credo che per molte ragioni questo governo M5S-PD sarebbe pessimo sia per l'Italia che per entrambi i partiti) Ma che vuol dire che gli elettori NON vogliono il PD al governo? Mica c'erano due schieramenti, uno ha preso il 30% l'altro il 70% e si fa governare quello con il 70%! Siamo repubblica parlamentare col proporzionale, quindi si fanno le alleanze in parlamento che dovranno sostenere il governo! Quanta ignoranza istituzionale...

    Rispondi

    • Roberto

      27 Aprile @ 11.42

      Ma queste percentuali da dove escono, le ha lette sul manifesto ??

      Rispondi

  • Giorgio

    27 Aprile @ 09.18

    gioger@alice.it

    Ragazzi, non scherziamo: il PD è stato CACCIATO dagli italiani, prima col referendum e e poi con le elezioni. E adesso questi incompetenti BAMBINI CAPRICCIOSI (fico e di maio) vogliono riportare in auge (tradendo anche il mandato dei loro elettori, per la maggior parte contrari a questo fatto) quello che noi italiani siamo finalmente riusciti a cancellare. E' una cosa inaudita, che solo in Italia può succedere: dopo 5 anni anni di governi non votati dal popolo, quando finalmente riusciamo a votare, il partito che vince viene messo da parte e quello che perde va al Governo. Neanche nel Togo! (senza offendere il Togo naturalmente). Confesso che una volta (una sola per fortuna) ho votato anch'io 5 stelle, e fino a poco tempo fa avevo ancora una certa simpatia verso quello che ritenevo "il nuovo che avanza". Ora mi sono ricreduto: sono della peggior razza di "smanettatori di poltrone". Quanto al PD, è logico che accetteranno tutto, pronti a calare le braghe di fronte a questa "grazia ricevuta" (anche se per il momento cercano ancora di farci credere che "ci stanno pensando"). Altro che paese di Pulcinella: mi sa che stiamo diventando lo zimbello del mondo intero.

    Rispondi

  • giorgiop

    26 Aprile @ 17.20

    giorgiop

    Perchè dovrebbe essere la soluzione peggiore ? In fin dei conti ridare la parola al popolo non sarebbe altro che un ulteriore momento di democrazia. Il problema è la scelta dei tempi; se arrivano troppo presto la situazione non cambia e tutto ritornerebbe a questo teatrino poco edificante per l'Italia.. Quanto agli apparentamenti, beh... quest'ultimo mi pare abbastanza anomalo; il PD ha nettamente perso le elezioni e non sarebbe giustificabile un rientro dalla finestra dopo essere uscito dalla porta. Quanto ai 5s, al di là delle interpretazioni date dall'autore del pezzo sui rapporti nel cdx (non dimentichiamo anche quelli del csx), mi pare che la faccenda sia una sola: con quelli lì al governo non ci vuole andare nessuno e se uscirà un matrimonio col PD al posto dei voti dei renziani i 5s saranno costretti a chiamare Grasso, D'Alema, Bersani, la Boldrini e ciarpame vario ad un appoggio, se glielo daranno.... Evviva, evviva, evviva.

    Rispondi

  • Indiana

    26 Aprile @ 16.06

    Indiana

    Gli italiani si sono già espressi con il voto del 4 Marzo: NON vogliono il pd al governo! Rimettecerlo significherebbe andare, come sempre, contro il volere del popolo. Andiamo a rivotare!

    Rispondi

  • Valerio

    26 Aprile @ 14.37

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    SIII!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Calcio: Paolo Rossi duetta con 'Ridge' di Beautiful

strana coppia

Paolo Rossi duetta con "Ridge" di Beautiful in Toscana Video

Morto Franco Rosi, 'fu' il Telegattone

TELEVISIONE

E' morto l'imitatore Franco Rosi, la voce del Telegattone Video

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

festival del cinema

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

bar cocktail

esercizi commerciali

Pioggia di multe nei bar: 15 violazioni e un "conto" da quasi 10mila euro

1commento

lago ballano

Comitiva di ciaspolatori in difficoltà per il ghiaccio: interviene il Soccorso alpino

dopo l'uccisione

Fontevivo, coi cani in piazza per ricordare Moon e Shadow Foto

Fontevivo

Raid della «banda dei profumi», ma arrivano i carabinieri

ambiente

Fino alle 18.30 la domenica è ecologica - La mappa

3commenti

SERIE A

D'Aversa: "Dobbiamo ritrovare la cattiveria del girone d'andata"

COLLECCHIO

Centrosinistra, oggi le primarie. Dondi o Galli, chi sarà la candidata sindaca?

Fiere

Francesco Moser al Travel Outdoor Fest: «Così mi tengo in forma»

FIDENZA

Riaperto il cantiere sulla via Emilia, prime code a Parola

UNIVERSITA'

Burioni a Parma per un seminario sui vaccini

FIDENZA

Addio a Colabove, ex carabiniere e impiegato bancario

ASSOCIAZIONE

Centro aiuto alla vita, da 40 anni accanto a chi ha bisogno di sostegno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

CALCIO

Il pagellone di Cagliari - Parma: votate

EDITORIALE

Silvio e Matteo amici-nemici. Il centrodestra si sgretola?

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Simula il pagamento dei mobili antichi e le prosciuga il conto: denunciato

social network

Raccoglie carte e cicche nel centro storico, il sindaco di Pesaro la cerca su Fb

SPORT

Serie A

Bergamo: il Milan, trascinato da Piatek, batte l'Atalanta (3-1)

como

Sasso contro l'auto di Wanda Nara. A bordo c'erano anche 3 figli

SOCIETA'

ARCHEOLOGIA

Pompei, dopo Leda affiora uno strepitoso affresco con Narciso Foto

ANIMALI

Gatti, oggi è il giorno della loro festa nazionale

MOTORI

MOTORI

Auto: dal 2020 sarà obbligatoria la frenata automatica d'emergenza

motori

Crazyrun: 500 km di divertimento a bordo di una supercar