-1°

COMMENTO

L'Italia corre seri pericoli

L'Italia corre seri pericoli
Ricevi gratis le news
11

Se abbiamo più volte espresso la nostra critica nei confronti della gestione della crisi di governo da parte del presidente della Repubblica, oggi dobbiamo riconoscere che, sul filo di lana, Mattarella ha ritrovato nella sua storia personale e familiare, nel suo passato politico, nella sua concezione etica del servizio dello Stato – e del popolo italiano – le ragioni per utilizzare il disposto dell’art. 92 della Costituzione: «Il presidente… nomina il presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri». Sulla base di esso, è lungo l’elenco delle denegazioni di nomina formulate da tanti suoi predecessori. Tutte fondate su quel potere di «nomina» che impone una valutazione dei candidati ministri, in relazione alle esigenze del Paese.
Il «casus belli» è stato rappresentato dal nome di Paolo Savona, diventato a torto o a ragione e per errori suoi personali e dei partiti che l’hanno patrocinato, l’emblema di una politica di scontro con l’Unione europea e, per li rami, con la Banca d’Italia.
Non a caso, il Capo dello Stato ha invocato i pericoli che stavano correndo i risparmiatori. Recita l'articolo 47 della Costituzione «La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito. Favorisce l'accesso del risparmio popolare alla proprietà dell'abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese».
Per queste ragioni evidenti, Mattarella s’è assunto la responsabilità di rifiutarne la nomina a ministro dell’economia, mostrando un coraggio e una fermezza insospettabili sino a ieri.
L’invocazione – da parte Di Maio – dell’art. 90 della Costituzione, la messa cioè in stato di accusa del presidente della Repubblica mostra – insieme all’idea di una specie di marcia su Roma di militanti leghisti e grillini – la disperazione per l’occasione perduta e il timore che militanti e simpatizzanti tirino le somme di due mesi di cincischiamenti e di equivoci, viste le incongruenze di un programma di governo, battezzato come «contratto», nel quale le istanze delle due parti si sono sommate dando vita a un complesso di proposizioni incompatibili con la situazione della finanza pubblica nazionale e con il nostro debito.
Occorre, tuttavia, riflettere sui pericoli che sta correndo l’Italia. Il primo – istituzionale – riguarda la tenuta del sistema democratico, mai come oggi a rischio dal 1945 a oggi (ancora più in pericolo che nel 1960, governo Tambroni). Il secondo – politico – è quello di imboccare una strada (uscita dall’euro, aggravamento del deficit di bilancio, incremento incontrollato del debito pubblico, etc.) che ci condurrebbe in pochi anni al Venezuela, peraltro indicato come modello da tanti sprovveduti in circolazione.
Questo ci sarà in gioco il giorno delle urne. Occorrerà che gli italiani, qualunque idea professino sulla base dei comuni principi di libertà, votino in modo responsabile e consapevole.
Un auspicio, più che una certezza.

www.cacopardo.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Immanuel

    30 Maggio @ 14.51

    "Questo ci sarà in gioco il giorno delle urne. Occorrerà che gli italiani, qualunque idea professino sulla base dei comuni principi di libertà, votino in modo responsabile e consapevole" Qualcuno mi spiega cosa vuol dire? Alle ultime elezioni, ad esempio , quale sarebbe stato un voto responsabile e consapevole? Perché è interessante questa affermazione fatta da un giornalista ...

    Rispondi

    • ab9pr

      30 Maggio @ 18.23

      alberto_bianco@alice.it

      mi trovo d'accordo ... troppe parole da parte di tutti, giornalisti compresi ... pochissimi fatti concreti, purtroppo.

      Rispondi

  • salamandra

    30 Maggio @ 10.20

    Questa cosa che l'elenco dei precedenti e' lungo non e' mica tanto vera. Mi si citi un esempio in cui il presidente ha mandato in fumo la formazione di un governo che avrebbe avuto la fiducia.

    Rispondi

    • ab9pr

      30 Maggio @ 18.26

      alberto_bianco@alice.it

      in nessun caso ... ci sono solo alcuni precedenti in cui è stato cambiato un ministro perchè il presidente della repubblica non reputava giusto il nome proposto (gov. berlusconi), senza però che il governo "andasse in fumo"

      Rispondi

  • Alessandro

    30 Maggio @ 09.09

    Buongiorno, quindi si fa intendere che votare in "modo responsabile e consapevole" significherebbe votare sempre e comunque governi europeisti, o meglio filo-tedeschi. E' il famoso "vota bene eh" che in maniera sibillina mi sentivio dire tanti anni fa. A questo punto perchè votare mi chiedo. E' possibile fare un dibattito serio sull'euro, sull'Unione Europea o sono dogmi da non mettere mai in discussione, accettandoli supinamente sempre e comunque? Se una decina di premi Nobel (Krugman, Tobin, Stiglitz e altri) hanno detto e scritto che l'unione monetaria è una rovina ci sarà pure un motivo, o no? Scusate ma poi quando mai si è data una moneta senza Stato?

    Rispondi

  • PAOLO

    29 Maggio @ 21.29

    Certo bisogna proprio imparare a votare... il voto dato a lega e m5s è una vergogna per la nazione... Il problema è che l'Italia non è un paese democratico non lo potrà mai essere finché la gente non viene rappresentata da chi vuole che la rappresenti non potrà mai esserlo finché o si è di sinistra o si é populisti, fascisti, razzisti, omofobi, xenofobi e antieuropeisti... Certo che c'è proprio da chiedersi dov'era Mattarella quando le banche hanno dilapidato i risparmi di migliaia d'italiani. Va bene così l'importante è che rimanga tutto così..

    Rispondi

  • Gio

    29 Maggio @ 15.56

    Giorgio R.

    Alla fine si dimentica sempre questo fondamentale : « L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. » (Articolo 1 della Costituzione italiana) il popolo ha votato esercitando il diritto dovere quindi perché cancellare milioni di voti ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

brad pitt & charlize theron

gossip

Brad Pitt e Charlize Theron stanno insieme (secondo la stampa inglese)

L'espressività della danza "catturata" in 25 scatti: mostra a Bibbiano

FOTOGRAFIA

L'espressività della danza "catturata" in 25 scatti: mostra a Bibbiano Foto Video

Marco eliminato, allievi Amici occupano la scuola

Foto da Instagram di Marco Alimenti

televisione

Marco eliminato dal professore di ballo: gli allievi di Amici occupano la scuola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il CineFilo

CINEMA

Da Maria Stuarda al film-realtà "Mia e il leone bianco": i consigli del Cinefilo Video

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

Ciclista caduto a Cabriolo: sul posto anche l'elicottero del 118

FIDENZA

Cabriolo: ferito un ciclista caduto in via Ponte Nuovo Video

L'uomo ha riportato ferite di media gravità

APPELLO

Massacro di Natale, i giudici: «Alessio senza pietà, ma subalterno al padre ed educato al cinismo e alla violenza»

anteprima gazzetta

Pm10: 8 sforamenti nei primi 20 giorni di gennaio

FELINO

Auto fuori strada a Poggio Sant'Ilario: gravi due ragazze

Soragna

Buttano i rifiuti in tangenziale ma il sindaco li fa multare

3commenti

san leonardo

Auto in fiamme in via Milano La spaventosa sequenza video

WEEKEND

Benedizioni degli animali, escursioni e falò: l'agenda della domenica

Gazzareporter

Suggestioni pazzesche con i colli parmensi e il castello di Torrechiara Le foto

FIDENZA

Chiusi fuori casa dai ladri

1commento

FIDENZA

È morto il professor Rossini

VIDEOSORVEGLIANZA

Il vicesindaco Bosi: «Palasport a rischio furti. Interverremo»

PARMA

Donati al Senegal i vecchi arredi della Scuola per l'Europa Video

COLLECCHIO

Addio a «Gigetto», casaro appassionato di moto

1commento

Intervista

Raphael Gualazzi: «A Parma torno sempre volentieri»

QUATTRO CASTELLA

"Il fantasma protegge il castello": il Bianello fra suggestione, storia e turismo Video-intervista

Sono tante le storie legate al maniero matildico. Parla l'assessore alla Cultura Danilo Morini

1commento

COMUNE

Domenica ecologica: niente veicoli inquinanti entro l'anello delle tangenziali fino alle 18,30

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Cesare Battisti e il peccatore che vive in noi

di Michele Brambilla

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

Migranti

Il cargo inviato da Tripoli ha raggiunto i profughi in difficoltà

aumenti

Da ansia a dolori muscolari, sale il prezzo di 800 farmaci

SPORT

20a giornata

Il Napoli piega la Lazio. Atalanta, che cinquina Risultati e classifica

Cortina

Vonn, annuncio choc: "Finisce qui". Quell'abbraccio con la Goggia che commuove Foto

SOCIETA'

cucina

"Il sale rosa dell'Himalaya è un bluff: è impuro e costa il doppio"

12 tg parma

A Parma il fenomeno "Momo": allarme sui cellulari dei giovanissimi Video

MOTORI

MOTORI

Citroën: ecco C3 Uptown, l'auto «pour homme»

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross