14°

EDITORIALE

La protesta dalla piazza al Palazzo

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
3

Anche se un po' di cautela resta d'obbligo – visto il manicomio di questi ultimi tre mesi – sembra che possiamo affermare, come diceva Bossi, che è stata trovata la quadra. Abbiamo un governo. E questa, comunque la si pensi, è una buona notizia. Intanto, è una buona notizia perché andare due volte al voto nel giro di pochi mesi sarebbe stato un delirio. L'Italia si sarebbe coperta di ridicolo e si sarebbe esposta ai rischi di una drammatica instabilità.
Secondo, è una buona notizia perché è un governo politico: e dopo vari esecutivi tecnici o «del presidente», la politica aveva il diritto e il dovere di riprendersi il proprio ruolo. Terzo, è una buona notizia perché evita all'Italia un clima da simil guerra civile cui sembrava potessimo andare incontro nei giorni scorsi, con richieste di impeachment e annunci di piazze tumultuose.
Infine, crediamo che sia una buona notizia anche il fatto che la maggioranza di governo sia composta dalle due forze che negli ultimi anni hanno incarnato la protesta, a volte anche la rabbia, degli italiani; delle due forze “anti-sistema”, come si dice. 
E qui è necessario sgomberare il campo dagli equivoci. Noi non siamo per nulla convinti - e lo abbiamo scritto - che Lega e Movimento Cinque Stelle siano la medicina adatta per curare i mali del Paese. Anzi. Ma è una medicina che non potevamo evitare di ingurgitare. Il vento (elettori) soffia in quella direzione, e organizzare una qualche manovra di palazzo per escludere dal governo le due forze politiche oggi prevalenti sarebbe stato un grave errore. Inutile dire perché: Salvini e Di Maio avrebbero gridato al golpe, e molti italiani li avrebbero seguiti.
Lega e Movimento Cinque Stelle vanno dunque a governare l'Italia ed è un bene che sia così. Perché i casi sono due: o aiuteranno l'Italia a rialzarsi, e allora ne saremo tutti contenti; oppure non riusciranno ad attuare le loro promesse - che paiono irrealizzabili a molti osservatori - e così gli stessi italiani che li hanno votati non li rivoteranno più: e sarà la fine di un equivoco.
Anche se - va detto - le due forze che compongono la maggioranza non sono proprio la stessa cosa. La Lega, pur cambiata (e di molto) dai tempi di Bossi, ha una lunga esperienza di governo: sia a livello nazionale, sia soprattutto nelle amministrazioni locali. Il Movimento Cinque Stelle no. Né hanno, i grillini, il radicamento sul territorio e la forma-partito che ha il partito di Salvini. Quindi, non è detto che il destino di questi due movimenti debba correre sempre in parallelo.
Infine, una cosa va riconosciuta. Almeno stando a quel che s'è visto finora, il Movimento Cinque Stelle ha dato prova di essere cambiato, rispetto al movimento arrogante e irresponsabile di cinque anni fa, quando maltrattò Bersani in diretta streaming, in nome di una purezza che non ammetteva alleanze. Di Maio è stato a lungo soggiogato da Salvini, ma alla fine ha evitato, con la marcia indietro sull'impeachment e mettendo il leader leghista con le spalle al muro sul caso Savona, la follia del voto estivo. Di Maio ha saputo rinunciare a qualcosa: lo avrà fatto per interesse personale, ma lo ha fatto. Quanto a Salvini, fino all'ultimo abbiamo pensato che non avesse alcuna intenzione di andare al governo, aspettando nuove elezioni che lo avrebbero visto trionfare. Invece, alla fine anche lui si è preso la propria responsabilità.
Per tutti e due - Di Maio e Salvini - è arrivato il momento di passare dall'onore della protesta all'onere del governo. Insomma di passare dalle parole ai fatti. Vedremo come se la caveranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    02 Giugno @ 09.16

    tutti commentatori dei gruppi editoriali di riferimento devono convenire che il racconto degli avvenimenti politici con la ritualità di un tempo è cambiato ed è divertente sentire e leggere i protagonisti dei salotti, che ,incalzati e spiazzati dalle mosse e contromosse del Colle e degli aspiranti attori di governo cambiano veloci i palinsesti e rifanno al volo i "pezzi" ora dopo ora ed è anche ridicolo e triste, a proposito di toni da guerra civile,sentire exministri ed esponenti della sinistra, forse frustrati e rintronati dalle batoste elettorali, che evocano regimi e gite in montagna col fazzoletto(rosso?) al collo ,certo, perdere il potere in questa maniera non fa piacere, ma tutti i giorni costoro ci impartivano lezioncine e rilasciavano "patenti" di democrazia a destra e a manca, sono arrivati i nuovi barbari? governo di estrema destra(bau,bau)?, deriva populista? Se ne facciano una ragione.

    Rispondi

    • Pacifico

      02 Giugno @ 22.53

      A Luca, aspetta,aspetta

      Rispondi

  • Ivo

    01 Giugno @ 22.12

    Direttore , Bersani ( ci sono i video originali su YouTube ) non voleva allearsi con il Movimento 5 Stelle , ma voleva solo i voti ( non sono mica pazzo cit Bersani )

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Maneskin

Maneskin

MUSICA

Primo tour in Europa per i Maneskin. Ecco le date all'estero e in Italia

Grande Fratello

REALITY SHOW

Grande Fratello: sempre più baci appassionati fra Giulia e Francesco Video

Birrifici in fiera a Sorbolo: ecco chi c'era - Foto

FESTE PGN

Birrifici in fiera a Sorbolo: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

A Parma 30mila auto inquinanti

SMOG

A Parma 30mila auto inquinanti

4commenti

VIA EMILIA

Lavori sul cavalcavia, ancora code e tamponamenti

Colorno

Al funerale le ultime parole di Panciroli

Pgn

L'influencer Paola Turani si racconta: le giornate in tuta e il suo matrimonio con tre abiti

Ponte sul Po

Ricorso al Tar, cittadini e amministratori preoccupati. Ecco cosa succederà

1commento

BUSSETO

Alessandra Barabaschi, successo nel nome di Stradivari

GAZZAREPORTER

Via Torelli: "Con l'arrivo dei lampioni a led, marciapiede e ciclabile al buio"

5commenti

FAMIJA PRAMZANA

Una rassegna di selezioni d'opera in Sant'Evasio

SALSO

Lezione in piazza sull'uso del defibrillatore

FUNERALE

Colorno, addio al libraio: la voce di Alberto Panciroli risuona nella "sua" Reggia Video

Sospettato bracconiere

Auto colpita da un proiettile vagante

1commento

furti

Salgono dal balcone e fanno razzia di gioielli. E in via Farini svaligiato un negozio

2commenti

Fidenza

Un infarto stronca Bruno Bernardo, 44 anni

violenza sulle donne

"Com'eri vestita?": all'Università la mostra che scardina gli stereotipi Foto

PARMA

Online l’archivio storico della Barilla: digitalizzati oltre 35mila tra oggetti, foto, video e pubblicità

Il sito contiene la memoria di 141 anni del gruppo di Pedrignano

SOTHEBY'S

Lettere inedite di Giuseppe Verdi all'asta a New York in dicembre

Andrà all'asta una collezione che include anche lettere e scritti di Oscar Wilde, Charles Darwin, Beethoven, Brahms, Puccini e altri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Libia, la sfida della tregua dopo il summit di Palermo

di Domenico Cacopardo

PGN

I party in Taverna e al Black Queen. I concerti a Ronco e al Campus Industry

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Frenata improvvisa in metro a Milano: 13 persone in ospedale

Londra

Si dimettono due ministri e il sottosegretario per l'Irlanda del Nord

SPORT

SPORT

Agnieszka Radwanska dice addio al tennis Foto

parma calcio

Biabiany: "Dopo l'infortunio ho recuperato e sto bene. Pensiamo alla salvezza" Video

1commento

SOCIETA'

MOSTRA

Le foto di Furoncoli raccontano il Sessantotto a Parma

WORLD CAT

Ecco la classifica settimanale. Mandate le foto dei vostri gatti

MOTORI

PRIMO TEST

Nuova BMW X5: gli highlights  fotogallery

MODEL YEAR 2019

Renault rinnova il top di gamma. Nuovi motori per Koleos, Espace e Talisman