14°

EDITORIALE

I 5 Stelle al governo e la fine del grillismo

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
5

Le parole che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha pronunciato (anzi ha gridato: da un palco, come in un comizio) ieri alla festa della Repubblica segnano simbolicamente la fine del grillismo. Conte ha infatti detto che è sbagliato pensare che l’Italia sia un Paese corrotto; che ci sono «episodi di corruzione, che vanno combattuti», come in tutto il resto del mondo; e infine che è «da provinciali» ritenere che da noi sia peggio che altrove. Sono parole che seppelliscono tutta la violenta (verbalmente violenta) campagna che Beppe Grillo ha cominciato oltre dieci anni fa con i Vaffa day in tutte le piazze d’Italia, e che è proseguita con una propaganda aggressiva che ha dipinto l’intera classe politica e imprenditoriale italiana come una banda di delinquenti. Il Movimento Cinque Stelle è cresciuto certo per una serie di problemi percepiti dagli italiani, ma soprattutto sull’onda di una rabbia popolare e sulla contrapposizione, creata da Grillo, fra «i cittadini onesti» e «il Palazzo corrotto». La fine del divieto ad allearsi con altri partiti e la leadership almeno apparentemente moderata di Luigi Di Maio avevano già cambiato faccia al Movimento. Ora, con la presa del potere, si attenuano pure i toni, e si invitano i cittadini ad avere buon senso e a rinunciare alle ghigliottine. Per chi conosce la storia, sono maturazioni, o conversioni, già viste.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la rivolta di atlante

    05 Giugno @ 08.58

    la rivolta di atlante

    CERTO CHE NON CI SONO PIÙ IDEALI PER LA VETRINA POLITICA... PERCUI É UN MONDO DI PROMOZIONI SPECIALI..... MA NON É LA FINE DI UN MOVIMENTO POLITICO É IL SUO CONSOLIDAMENTO NELLA QUOTIDIANITÀ AMMINISTRATIVA..... LENIN DOPO LA RIVOLUZIONE NON HA TAGLIATO LA TESTA A TUTTI I BUROCRATI DELLO ZAR DI RUSSIA.... E NON PENSO CHE NÉ DI MAIO O SALVINI VOGLIANO DISTRUGGERE TUTTO L'APPARATO STATALE ITALIANO MA LIMARLO E ALLEGGERIRĹO SETTIMANA PER SETTIMANA..QUELLO NE SONO CERTO.

    Rispondi

  • Puzzi

    03 Giugno @ 18.27

    egr. Direttore, mi spiace che confonda i fenomeni di corruzione, che sono comuni in tutto il mondo (Transparency ha dichiarato che le denunce per corruzione in Germania sono maggiori che in italia, per fare un esempio), con la capacità di uno Stato civile di reagire al fenomeno della corruzione, che in Italia è assolutamente e vergognosamente inadeguata, paragonabile alle dittature di repubbliche delle banane. Beppe Grillo ieri dal palco ha spiegato, anzi, ha urlato, che i primi "vaffa" sono nati perché l'Italia era all'epoca l'unica nazione al mondo (o del terzo mondo, bisognerebbe dire?) che aveva 24 condannati in via definitiva che sedevano in Parlamento, la maggior parte dei quali per reati contro la Pubblica Amministrazione! I vaffa che di cuore pronunciavano tutti i cittadini onesti sono stati canalizzati, dai bar e dai nuclei famigliari, in un MoVimento di onesti, che continuerà sempre, ripeto SEMPRE, a lottare contro il "palazzo corrotto", così come sempre vi sarà una guerra fra guardie e ladri, sebbene i ladri sappiamo tutti che non scompariranno. E' il rinunciare alla guerra come ha fatto lo Stato in questi decenni a far salire la rabbia di tutti i cittadini, non soltanto dei grillones, come ci chiamano all'estero, i quali hanno, a differenza di altri, avuto il grande merito di dare corpo alla rabbia, trasformandola in un progetto politico. Chi non è corrotto non ha mai avuto nulla da temere da noi, chi lo è, invece, verrà cacciato dal trono dove è stato messo dai partiti della kasta, beninteso, senza voler essere giacobini, ma riportando per mano lo Stato nell'alveo della legalità con strumenti perfezionati da professori di diritto che il M5S ha a bizzeffe. Le ghigliottine le lasciamo alla Boldrinova, noi siamo solo, e modestamente, gli onesti

    Rispondi

    • bastiano

      05 Giugno @ 08.01

      Eh amico mio non è propriamente come dici. Anche solamente toni come stai usando adesso, morigerati e razionali, non sono certo quelli urlati e violenti che usava Grillo fomentando quelle masse che si muovono solo sull'onda dell'urlo e della violenza verbale. Non conta quello che dici ma solo quello che urli e come urli il tuo odio. Siate sinceri, ci avete marciato e parecchio. Guarda solo cosa avete fatto con Mattarella dopo il primo no a Conte: tutti pronti a rilanciare il delirio salvo poi dopo poche ore a " normalizzare". Questa è la chiave di lettura di tutto quanto. Adesso che siete al potere si passa alla cosiddetta normalizzazione. Ed anzi vi stupite come mai ci sono le critiche da parte di chi è stato oggetto di odio e violenza verbale per anni. Temo che ogni giorno ce ne sarà una. Non ci annoierei purtroppo.

      Rispondi

  • Patrizia

    03 Giugno @ 17.54

    SEGUE 1 la sfida di questo governo è trovare vivibilità x tutti i cittadini quando, fra 20 anni, le ore di lavoro saranno ridotte a 4 al giorno. Bisogna abbandonare le abitudini della vita per come sono pensate adesso perché molti lavori non esisteranno più e quindi inventarne dei nuovi. GRILLO sta girando per il mondo nelle più grandi aziende cinesi ed americane per capire il futuro e portare ľitalia ancora competitiva nel mondo. Basta aggrovigliarsi su problemi ridicoli che sono ormai vecchi e triti e non contribuiscono al VERO cambiamento. Questa è la sfida dei 5 STELLE al Governo.

    Rispondi

  • Patrizia

    03 Giugno @ 17.45

    Egr. Direttore come ha spiegato GRillo ieri adesso non è più necessario alzare i toni né usare i vaffa. Prima si doveva urlare per attirare ľattenzione dei cittadini perché chi era al potere e, specialmente, i giornalisti compiacenti, non facevano trapelare alcuna notizia se non il modo in cui si esponevano. Piano piano, anche grazie alľuso alternativo dei canali di comunicazione tipo internet, hanno fatto sì che i cittadini cominciavano a sensibilizzarsi ai ns. Messaggi ed in contemporanea i vaffa ed i toni di Grillo si sono attenuati. Per cui, Direttore, non confondiamo il diminuire i toni perche ci ascoltano tutti ormai colľuniformarsi al lassismo di Palazzo. Questo non succederà anzi! La ns. Politica andrà oltre la destra e la sinistra, oltre alľuscita dalľeuro perché sono già vecchie queste strade. La sfida di questo governo è fare crescere ĽITALIA in modo che quando la tecnologia robotica verrà a soppiantare definitivamente il lavoro umano noi saremo pronti. SEGUE

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello

REALITY SHOW

Grande Fratello, stasera la finale: il televoto salverà Benedetta?

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

gusto

Panettoni creativi: premiato Claudio Gatti di Tabiano

Miss Mondo viene dal Messico

Vanessa Ponce de Leon

Bellezza

Miss Mondo viene dal Messico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

velluto

VELLUTO ROSSO

Un weekend a teatro tra comicità e danza: da Feydeau allo Schiaccianoci

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Rapina in banca in via Emilia Est: minacciano l'impiegato con un cutter e svuotano la cassa

Parma

Rapina in banca in via Emilia Est: minacciano l'impiegata con un cutter e svuotano la cassa

SCUOLE

Marcia della pace a Parma: gli studenti sfilano in centro Foto

Celebrata la "Giornata mondiale d'azione per i diritti umani"

ILLUMINAZIONE

Luci a led, fioccano le lamentele

5commenti

PARMA

Tentato furto a Malandriano: il mastino mette in fuga tre ladri

Ecco la segnalazione di un lettore

TORRILE

L'omicidio di Filomena Cataldi: per lo psichiatra, Fang è incapace di intendere e volere Video

I dettagli nel video del 12TgParma

FORNOVO

Oggi l'addio a Sara, volontaria per missione: aveva 47 anni

Tragedia di Ancona

«Così controlliamo le discoteche di Parma»

PARMENSE

Incidente a Montechiarugolo: un ferito, si cerca un'auto che si sarebbe allontanata

Parma

Ponte di Colorno, la Provincia vince un nuovo ricorso: "In settimana il contratto"

AGGRESSIONE

Giovanni, il fisarmonicista di strada, preso a pugni sotto casa

5commenti

Intervista

Mario Biondi: «Un concerto a Parma mi emoziona sempre»

VARANO MELEGARI

La Dallara apre alle scuole le porte dei laboratori della sua Academy

Proposte visite guidate di tre ore ai laboratori didattici

Serie A

Solo un punto per il Parma

1commento

GAZZAREPORTER

"Completamente buio un tratto di via Colorno dopo l'Autosole": la segnalazione di un lettore

Foto e segnalazione di Gigi

LUTTO

Don Dino Cardinali, l'umiltà al servizio della Chiesa

CARIGNANO

Nuova vita per l'ex asilo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati

di Domenico Cacopardo

EDITORIALE

La lezione di Parma a un Paese sfiduciato

di Michele Brambilla

1commento

ITALIA/MONDO

NELLA NOTTE

Incendio a Reggio: 2 morti e 38 intossicati. Una bimba e due adulti a Fidenza in camera iperbarica

PAVIA

Spray urticante in una scuola: soccorsi 30 ragazzi

SPORT

il commento

Grossi: "Parma deluso ma il punto conquistato muove la classifica" Video

serie a

D'Aversa: "Possiamo recriminare: meritavamo di vincere" Video

1commento

SOCIETA'

roma

Ubriaco scende con l'auto la scalinata di Trinità dei Monti: denunciato

Roma

"Spelacchio is back". Acceso l'albero di Natale parlante della Capitale

MOTORI

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco

ANTEPRIMA

Gladiator: il nuovo pick-up di Jeep