-1°

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

Michele Brambilla

Michele Brambilla

Ricevi gratis le news
2

Tira una brutta aria attorno al Parma. E girano brutte voci: si parla di pressioni sui giudici sportivi per convincerli a privare i crociati della serie A conquistata sul campo. Ora, noi alle voci non vogliamo credere. Però un fatto è certo: il Parma, intendo la società, è stata mandata a processo per responsabilità oggettiva senza che alcun suo dirigente sia mai stato convocato, né come testimone né come indiziato, dalla Procura federale. È una mostruosità procedurale, forse in linea con la giustizia sportiva, ma certo inaccettabile in uno Stato di diritto. Sarebbe come se, in un processo penale, una persona venisse rinviata a giudizio senza mai essere stata convocata, per un interrogatorio, durante l’istruttoria.
Insomma se le voci di pressioni sono tutte da confermare, le storture della giustizia sportiva sono lì da vedere: e basterebbe questo per chiedersi che razza di mondo sia mai quello del calcio, a quali logiche obbedisca, da quali personaggi sia guidato. Uno vede tutto questo e si chiede anche per quale motivo un imprenditore serio e perbene dovrebbe investire nel calcio.
Alcuni giorni fa abbiamo scritto che questo contro il Parma è il più assurdo dei processi. Ne siamo più che convinti. Proviamo a ricapitolare i fatti. Un giocatore del Parma, Emanuele Calaiò, prima dell’ultima partita di campionato contro lo Spezia manda alcuni sms a un suo ex compagno di squadra: Calaiò, infatti (particolare che non va mai dimenticato), fino a due anni fa giocava nello Spezia, e là ha lasciato parecchi amici. Calaiò scrive in dialetto parmigiano, che non è il suo (è di Palermo, come la squadra che andrebbe in serie A al posto del Parma, sia detto solo per dovere di cronaca e come segno degli scherzi del destino), chiama “pippein” l’ex compagno, gli dice “non rompete il cazzein mi raccomando”, e Dio solo sa che cosa gli faremmo tutti quanti, a questo sciagurato Calaiò, per una sciocchezza del genere. Ma la domanda seria è: davvero si compra una partita in questo modo? Con un sms, senza mai incontrarsi, senza promettere soldi, con un cazzeggio fra un solo giocatore e un altro? Ripeto, tira una brutta aria. Ma se dovessero condannare il Parma, saremmo curiosi di vedere quali parole potrebbero usare per motivare una sentenza che non avrebbe precedenti. Neanche in un manicomio come il mondo del calcio.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michela

    25 Giugno @ 10.31

    Egregio Direttore, il problema è che cè qualcuno che non accetta di non essere arrivato alla serie A. E sta facendo di tutto per non scomparire dal calcio che conta. Tutto questo ai danni del Parma., che in maniera onesta pulita e con tanto lavoro, e aggiungiamo anche un po di fortuna, (se non ricordo male fino all' 88 minuto eravamo ai playoff),si è meritata la promozione diretta.

    Rispondi

  • Valerio

    25 Giugno @ 07.40

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Beh... potrebbero senz'altro motivarsi sul buon italiano scritto e portare il tutto davanti al Gran Giuri' dell'Accademia della Crusca.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Animali Fantastici 2 subito al top

Locandina di "Animali fantastici 2"

SPETTACOLI

Cinema: Animali Fantastici 2 (I crimini di Grindenwald) subito al top degli incassi

Victoria's Secret Fashion Show 2018, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

moda

Victoria's Secret Show, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

1commento

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

Lealtrenotizie

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

PRIMI FIOCCHI

Attesa per questa notte un'imbiancata sulla città

VIA SIGNORELLI

I ladri in casa: «Mi hanno rubato perfino le scarpe»

STALKER

Picchia e minaccia la ex: «Ti sgozzo»

STRADONE

Addio agli storici ippocastani

Il caso

Lizhang all'attacco: "Pronto a vie legali per riprendermi il Parma". Nuovo Inizio: "Socio non adeguato, riacquisto legittimo"

6commenti

PARMA

Incidente in via Torelli: coinvolto un autobus

GASTRONOMIA

Tenzone del Panettone, la grande bontà

GAZZAREPORTER

"Good morning Parma": risveglio con i vetri ghiacciati

La foto del lettore Carlo

VIGATTO

Gli Hawks in concerto dopo trent'anni

SALSO

Il vicesindaco Porta: «Vere e proprie discariche in centro città»

Intervista

L'ex Gazzola lancia la sfida al Sassuolo

furti

Ladri e furbetti della cassa in azione in due supermercati Esselunga Video

Indagine Italia Oggi

Qualità della vita, Bolzano sempre al top. Parma sale un gradino ed è sesta

1commento

Medesano

Incendio alla ex fornace di Felegara, quella dell'allarme "eternit sulle coperture"

Parma calcio

Sondaggio - La coppia-gol che ci ha fatto sognare di più? Ça va sans dire Chiesa-Crespo. I risultati

12Tg Parma

Ancora grave (ma stazionario) il 41enne vittima dell'incidente mortale di Diolo Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché è giusto ricordare la guerra dei nostri nonni

di Michele Brambilla

2commenti

L'ESPERTO

Le agevolazioni per l'acquisto della prima casa

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

FORLI'

Adescava minori sui social network: 35enne arrestato per violenza sessuale

VENEZIA

Fa i suoi bisogni sulla Basilica della Salute: 3mila euro di multa

SPORT

TENNIS

Sorpresa finale: Zverev strapazza Djokovic

F3

Pauroso incidente al Gp di Macao: frattura vertebrale per la tedesca Floersch

1commento

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta  - Mele al forno rivisitate

VELLUTO ROSSO

Lodo Guenzi (Stato Sociale), la storia dell'Impressionismo e "Ogni bellissima cosa"

MOTORI

ANTEPRIMA

Aston Martin DBX, il primo Suv non sarà elettrico

RESTYLING

Mercedes Classe C, l'ammiraglia compatta