-1°

EDITORIALE

La cecità dell'Europa sul nodo immigrazione

La cecità dell'Europa sul nodo immigrazione
Ricevi gratis le news
2

Il mal d’Europa, sin qui latente, si sta materializzando sulla questione migranti: cartina di tornasole del sostanziale rifiuto di Francia e Germania (con noi la storica troika di testa dell’Unione) di andare avanti nel processo unitario, scegliendo quegli egoismi nazionali che in passato hanno mandato in rovina l’Europa.
Alla fine i nodi sono venuti al pettine: ci siamo giunti dopo una serie di errori politici comunitari. Lo sciagurato allargamento a 26 ha reso ingovernabile l’Unione. Il fallimento della costituzione bocciata dai referendum in Francia e in Olanda. L’improvvida primazia tedesca che, introducendo la politica di austerità cieca e totale, ha aggravato la crisi delle nostre economie sociali di mercato, premessa e conclusione di un benessere ampio e condiviso.
La cecità, tuttavia, con la quale è stato affrontato il nodo dell’immigrazione coinvolge i tre paesi guida dell’Unione. A partire da noi italiani che non solo abbiamo accettato supinamente (senza renderci conto dei danni che ci avrebbe arrecato) l’Accordo di Dublino (governo Berlusconi III) e le sue reiterazioni (Monti ed Enrico Letta), ma ci siamo fatti carico, prima con la missione «Mare nostrum» poi con Frontex, della responsabilità totale della gestione di un fenomeno migratorio mai visto prima. La superficialità con la quale tutti i migranti sono stati ammessi nel territorio nazionale, con l’illusione che, poi, sarebbero sciamati negli altri paesi europei senza il loro consenso, ha prodotto frutti velenosi: un rifiuto generalizzato che rende «politico» e solo politico il problema (gli aspetti umanitari sono usciti dalle coscienze degli europei), talché in Italia ha ottenuto la maggioranza chi intendeva e intende serrare col catenaccio le migliaia di accessi che abbiamo nel Mediterraneo. Basta girare un poco, proprio un poco, per osservare quanti poveri giovani immigrati ciondolino nelle nostre piazze, nei nostri giardini, spesso con le birre in mano, usando il «soldo» loro veicolato da organizzazioni caritatevoli e non, in attesa di essere ingaggiati dalla malavita o dai caporali. Senza una speranza di inserirsi con un lavoro dignitoso. Non poteva capitare in un momento peggiore quest’invasione: la più grave crisi economica e sociale dopo quella del ’29 che ha provocato una disoccupazione patologica e, allo stato, irresolubile.
Francia e Germania non hanno ritenuto di cooperare nella gestione del problema. La solidarietà avrebbe comportato una crescita e un rafforzamento comunitari, evidentemente sgraditi.
La dissoluzione diventa possibile: il sogno Ventotene s’è arenato.
E il Consiglio d’Europa dopodomani approverà le solite fumose formule di compromesso che nulla risolveranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • corra

    28 Giugno @ 15.06

    Domenico Capocardo ha fatto una analisi esatta del problema.Bravo!

    Rispondi

  • Francesco

    28 Giugno @ 06.53

    brundofrancesco@libero.it

    Ecco la vera natura dell'Europa, solo chiacchiere ed interessi nazionali a discapito di altri membri europei, i buonisti come sempre si sono nascosti dietro le parole e si fanno smentire dai fatti, non c'è bisogno di uscire dall''euro, tra due anni l'Europa si scioglie come neve al sole a ferragosto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Queen: "We will rock you", nuova data a Parma l'11 aprile

Foto d'archivio

Teatro Regio

"We will rock you": nuova data a Parma giovedì 11 aprile

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola deifamosi

Ghezzal quando giocava nel Parma (foto d'archivio)

Canale 5

C'è anche un ex calciatore del Parma all'Isola dei famosi

Quasi 6 mln e 21.9% per 1/a parte Adrian

ASCOLTI TV

Quando c'è il Molleggiato in scena quasi 6 milioni di spettatori per "Adrian"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Ladri-vandali devastano la sede della squadra di calcio del Felino

12tgparma

Ladri-vandali devastano la sede della squadra di calcio del Felino Video

12tgparma

Parma facciamo squadra: 227mila euro per i bambini più fragili Video

carabinieri

Sorpreso a spacciare in stazione e arrestato (dopo colluttazione)

GOVERNO

Il Viminale sblocca fondi per edifici pubblici e strade: 2,6 milioni di euro a 42 Comuni del Parmense

bardi

Fiamme in un'abitazione: due intossicati da fumo e casa parzialmente inagibile Foto Video

fidenza

Violenza sessuale sulla figlia dell'ex compagna: operaio finisce in carcere

MALTRATTAMENTI

Nasce la figlia e lui diventa violento: condannato

SPACCIO

Due anni e mezzo allo studente che teneva in casa quasi 2 chili di marijuana

incidente

Eia, tamponamento nella notte: due feriti

Romagnosi

«La mia civetta? Un simbolo dell'antica Grecia»

BALI LAWAL

Da top model a operatrice culturale: «Insegno ai giovani ad essere liberi»

Borgotaro

È morto Marco Terroni, il prof cercatore di funghi

BERCETO

Addio al consigliere comunale Roberto Ablondi

LUTTO

Maria Gorreri stroncata da una malattia rarissima a 60 anni

Teatro Due

RezzaMastrella, l'adrenalina in scena

immigrazione

"Caso Cara", Pizzarotti: "Pagina nera del governo"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il ritorno di Berlusconi. La sua sfida più difficile

di Luca Tentoni

LA BACHECA

Ecco 78 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Le offre un passaggio, poi la porta in un appartamento e la violenta: arrestato 45enne

TRAGEDIA

Incidente stradale tra un furgone e un tir sulla A1: due morti e un ferito

SPORT

12tgparma

Un nome nuovo per l'attacco del Parma: Iturbe, ex Roma Video

calciomercato

E' fatta, Piatek va al Milan (per 40 milioni)

SOCIETA'

buone notizie

Onlus cerca un'ostetrica (senza retribuzione) per l'Uganda: si offrono in 60

WASHINGTON

Le cascate del Niagara ghiacciate Video

MOTORI

MOTORI

Ecotassa: quanti paradossi. Ecco chi vince e chi perde

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo