12°

EDITORIALE

Liceo breve: la formazione si può davvero compattare?

Liceo breve: la formazione si può davvero compattare?
Ricevi gratis le news
3

Anche a Parma si può giocare la carta del liceo breve: un'opzione sperimentale che riduce i tempi di «percorrenza» della scuola superiore in quattro anni, proponendo un nuovo modello didattico al passo con i tempi. Siamo sicuri? Due mamme ne parlano sedute al tavolino di un bar del centro. Nei prossimi mesi i figli dovranno scegliere e l'idea di «compattare» non dispiacerebbe affatto. Le madri sono contrarie. Hanno un ricordo ben preciso che cozza con l'idea di ridurre il percorso: i lamenti continui dei professori per i programmi oceanici a fronte di un tempo limitato. Perché, in nome dell'omologazione comunitaria, ci orientiamo come se il bagaglio culturale di una persona fosse una zavorra di cui disfarsi? Dall'Europa, peraltro, non arriva alcun diktat. In Germania e nei paesi scandinavi si studia fino a 19 anni e in Gran Bretagna e Francia, dove si finisce un anno prima, l'impianto scolastico è totalmente diverso. Pensando a una riforma organica, forse occorrerebbe partire dalle medie, il vero punto critico della scuola italiana. In ogni caso, in un’epoca di sfide globali, l’ultima cosa di cui i ragazzi hanno bisogno è arrivare un anno prima e impreparati all'università o al lavoro. Il saggio «Faster» di James Gleick metteva in guardia già anni fa sui danni provocati dalla velocità/superficialità del nostro tempo: una corsa senza fine, un progresso senza fondamenta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andrea barbieri

    07 Settembre @ 14.10

    Le parole spesso mascherano e, quando si trasformano in etichette, facilmente ingannano. Il “Liceo breve” non mira a «compattare» e «ridurre il percorso» di cinque anni in quattro, bensì vuole riflettere sui nuclei fondanti delle discipline per eliminare il troppo e il vano dei «programmi [inutilmente] oceanici», intende aprire spazi per una reale cooperazione fra docenti della stessa classe ben oltre la stretta gabbia dell’orario tradizionale, punta ad applicare nuove strategie didattiche a supporto della classica lezione frontale per incidere davvero sull’interesse dei ragazzi che giustamente pretendono una motivazione di senso al loro studio. Nessuna «omologazione comunitaria» perché i professionisti della scuola italiana, pur consapevoli delle criticità del sistema, sono orgogliosi della propria tradizione e sanno compiere scelte autonome. Nessuna «zavorra di cui disfarsi», bensì una doverosa risistemazione del «bagaglio culturale» per consentire ai ragazzi di viaggiare leggeri ma con tutto il necessario per comprendere e interpretare la complessità del reale. Nessun «progresso senza fondamenta» perché è sulla base delle proprie esperienze e competenze che ogni serio insegnante traccia per i suoi studenti i percorsi giornalieri, settimanali, mensili, annuali, quadriennali o quinquennali. È con questo spirito che, come docente del liceo Ulivi, a partire dal prossimo 10 settembre, affronto con i miei colleghi questa nuova sfida, certo che il successo di un progetto educativo si misura non soltanto sul tempo ma soprattutto sulla qualità dell’insegnamento. Andrea Barbieri

    Rispondi

  • Oberto

    06 Settembre @ 17.10

    no

    Rispondi

  • paolo

    06 Settembre @ 14.49

    il problema non è se si può fare tutto in 4 anni, ovviamente no se non riducendo i programmi, il problema è che si chiama esame di maturità. Maturità psicologica, emotiva e formativa. E' bene avere un anno in più per decidere cosa fare nella vita, che Università scegliere, costringere di fatto dei giovani a nemmeno 18 anni di decidere cosa fare porterebbe a scelte errate con perdite per tutti. Ricordo che i test di ingresso o altre valutazioni si fanno durante il quinto anno nel secondo quadrimestre. MA perchè non si interpellano gli esperti di crescita invece di copiare il peggio degli altri stati.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Victoria's Secret Fashion Show 2018, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

moda

Victoria's Secret Show, niente modelle Lgbt e plus size: è polemica Foto

Mike Piazza e consorte a Parma

paparazzato

Mike Piazza e consorte a Parma

Adriano Panatta e Serena Grandi

Adriano Panatta e Serena Grandi

GOSSIP

Serena Grandi: "Storia d’amore segreta con Panatta durata 2 anni»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

Lealtrenotizie

Furto alle "Ombre Rosse", ladro in fuga con l'intera cassa

Nella notte

"Ombre Rosse", ladro in fuga con la cassa. Dopo un bicchierino di amaro Video

incidente

Tragedia a San Secondo: 73enne muore travolto da un'auto

1commento

meteo

E in Alta Valparma e Alta Valtaro arriva la prima neve Foto Le previsioni

carabinieri

Preso il pusher di borgo delle Colonne: dava anche ospitalità ai clienti per consumare Video

4commenti

calcio

Il Parma è la squadra più italiana della Serie A

calcio

Milan, out anche (contro il Parma) Romagnoli. Ma nemmeno i crociati sorridono

curiosità

Un poker di multe (vere) per la 600 perennemente multata Le foto

3commenti

CINEMA

Chiude il Parma film festival...un ghiotto resoconto Video

anniversario

70 anni del Circolo Inzani: festa al Palazzo del Governatore Le foto

NOTTE DI PAURA

«Noi, narcotizzati e derubati»

soragna

Tragedia a Diolo, auto in un canale: muore il 36enne Simone Sorrenti

Lutto

Oltretorrente, si è spento il sorriso di Patrizia Fochi

gazzareporter

L'incivile di via XXII Luglio colpisce ancora: in diretta video

2commenti

WEEKEND

November Porc, foto in mostra e tanta musica: l'agenda del sabato

Sanità

Sempre più casi di sifilide tra i giovani. Anche la scabbia è ricomparsa

1commento

In centro storico

Il declino di via Garibaldi. E la voglia di rilancio

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'alleanza della via Emilia trampolino di Parma 2020

di Aldo Tagliaferro

GAZZAFUN

10 negozi che hanno fatto la storia di Parma: quale ti manca di più?

3commenti

ITALIA/MONDO

Manifestazione

Protesta "caro carburante", la protesta di 282mila gilet gialli: Francia in tilt, un morto e 227 feriti

Olanda

Messa "maratona" contro la deportazione di una famiglia

SPORT

test match

Australia troppo forte. L'Italrugby nettamente sconfitta 26-7

Motori

Moto Gp, a Vinales la pole di Valencia. Pazzesco Marquez

SOCIETA'

teatro

"Ogni bellissima cosa"  allo Spazio Shakespeare 1

l'appello

Associazione vittime strada: "Bisogna fermare la strage di giovani"

MOTORI

AMBIENTE

In Emilia Romagna 596 auto elettriche (+19,7% rispetto al 2016). Parma è quarta

IL TEST

Jeep Compass, il Suv buono per tutte le stagioni