-2°

EDITORIALE

Ciclisti indisciplinati: serve un giro di vite

Necessario un giro di vite verso i ciclisti indisciplinati
Ricevi gratis le news
17

È normale, ormai, in città assistere a continue rischiose violazioni del codice della strada da parte di ciclisti: percorrono a tutta velocità marciapiedi non ciclabili, imboccano in senso vietato stradine e borghetti nei quali è difficile evitarli, soprattutto agli incroci, viaggiano di notte senza luci di posizione e attraversano passaggi pedonali senza curarsi delle auto che sopravvengono. A parte il costante, sconsiderato uso dei cellulari.

Le cronache quotidiane confermano questo stato di cose che sarebbe ben peggiore senza il senso di responsabilità di automobilisti e pedoni che, consapevoli delle violazioni, si muovono con maggiore prudenza del normalmente necessario, privandosi, perciò, di uno spicchio della libertà loro garantita.

S’è diffusa l’idea che i ciclisti, avendo di norma la peggio negli incidenti, siano esonerati dagli obblighi imposti agli altri utenti della strada.

Non è così. Il codice, infatti, assimila «a tutti gli effetti la bicicletta agli altri veicoli …». E, all’articolo 68 dispone che i velocipedi «devono … essere muniti di pneumatici … avere dispositivi funzionanti per la frenatura, per le segnalazioni acustiche … e le segnalazioni visive …».

La giurisprudenza, inoltre, ha unanimemente stabilito che anche ai ciclisti si applica l’articolo 140 che sancisce l’obbligo di comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione 

e comunque in maniera che sia salvaguardata la sicurezza stradale. Non ci sarebbe altro da aggiungere, salvo che le pubbliche autorità sembrano avere rimosso la questione, talché è ben raro (impossibile in alcune ore) vedere un vigile che fermi un ciclista per violazioni del codice o guida pericolosa.
Di notte, poi, è normale incontrarne qualcuno che si infila in un passaggio pedonale non illuminato e non ciclabile, senza rallentare per vedere se sia in arrivo qualche auto.

Sin qui nulla di particolare, diranno i lettori. Ma c’è da considerare che esiste un obbligo giuridico a carico degli amministratori della città che, se non onorato, costituisce comportamento censurabile sotto il profilo della «culpa in vigilando» e dell’omissione di atti d’ufficio.

Insomma, è forse ora che le Polizie municipali decidano di affrontare con decisione un problema che è diventato un’emergenza. Un atteggiamento severo può aiutare tutti a comprendere i rischi cui si sottopongono ogni giorno e a evitare il perpetuarsi di condotte pericolose.

Non è mai troppo tardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • leoprimo

    11 Dicembre @ 17.30

    ... e degli automobilisti che "montano " sulle piste ciclabili vogliamo parlarne? dei pedoni che scorrazzano sulle medesime piste maledendo il ciclista che aziona il campanello? Il problema è che di divise, in città, se ne vedono sempre meno e quando si mettono in strada lo fanno unicamente per fare cassa. Siamo tutti d'accordo che molti ciclisti sono indisciplinati e infrangono le norme del codice della strada ma non di più di quanto non facciano pedoni, motociclisti e automobilisti. Quello che manca è l'educazione civica nel cittadino di tutte l età. Ciclisti che attraversano le zebre senza scendere dal velocipede, autisti di automobile che parlano al telefono mentre guidano, pedoni che attraversano la carreggiata come fossero nel salotto di casa, e chi più ne ha più ne metta. Caro dottor Cacopardo le responsabilità degli incidenti sono da ascrivere non a una sola categoria ma a tutti gli utenti della strada perché se sono molti i ciclisti "distratti " sono altrettanti i pedoni e gli automobilisti.

    Rispondi

  • Virginia

    11 Dicembre @ 12.41

    Si ma un momento, lei dott. Cacopardo sta scrivendo da un giornale che anni fa quando furono fatte raffiche di multe alle bici a Barriera Repubblica non si fece scrupolo nel pubblicare le lettere dei ciclisti pretestuosi che volevano avere ragione a tutti i costi. Dobbiamo cambiare tutti mentalità, quindi anche i giornali dovrebbero cestinare le lettere dei ciclisti che nascondendosi dietro un falso moralismo esprimono il concetto del "uso la bici che non inquina quindi bisogna chiudere un occhio".

    Rispondi

    • 11 Dicembre @ 15.56

      Le lettere - e i commenti - vengono pubblicati. Salvo che non ci siano parole ingiuriose, offese gratuite o contenuti inaccettabili (se sono apertamente razzisti, per esempio). Poi ognuno si fa un'opinione sulla fondatezza dei rilievi.

      Rispondi

  • danniboy

    11 Dicembre @ 12.07

    magari la polizia municipale agisse! non vedo la loro divisa aggirarsi per la città, ma forse la sua potrebbe essere considerata la letttera a Babbo Natale e quindi....

    Rispondi

  • Pier Luigi

    11 Dicembre @ 09.21

    Speriamo che i 'vigili ' lo sappiamo e intervengano.

    Rispondi

  • roberto

    11 Dicembre @ 08.09

    Soprattutto perchè, non dimentichiamolo, chi rischia la vita in uno scontro con un auto anche a velocità ridotta è il ciclista...molti sembrano dimenticarlo vista la conduzione stile kamikaze...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy sarà ospite di Amadeus a "Ora o mai più"

TELEVISIONE

Shalpy sarà ospite di Amadeus a "Ora o mai più"

Lucio Battisti: la sua «Avventura» parte dal Festival di cinquant'anni fa

Sanremo 1969

Lucio Battisti: la sua «Avventura» parte dal Festival di cinquant'anni fa

brad pitt & charlize theron

gossip

Brad Pitt e Charlize Theron stanno insieme (secondo la stampa inglese)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nino Frassica a Roccabianca, Amanda Sandrelli a Fidenza, aspettando Flashdance al Regio

VELLUTO ROSSO

Attesa per Flashdance al Regio

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Donna di 79 anni cade in bicicletta, condizioni gravi

torrile

Donna di 79 anni cade in bicicletta a Rivarolo: le condizioni sono serie Video

METEO

L'inverno avanza, da mercoledì neve a bassa quota

Ondata di aria artica con venti forti e calo temperature

A Bar Sport

Baraye (saluta Parma?): "Se dai qualcosa, qui sei ricambiato con affetto"

PARMA

Cerca di rubare vestiti in via Mazzini: 17enne denunciato dalla polizia Video

POLEMICA

Romagnosi, prof contro la civetta. «Ricorda l'aquila fascista»

17commenti

anteprima gazzetta

Immigrazione (numeri, analisi e storie) in calo in provincia di Parma

furto

San Secondo: ladri messi in fuga e fotografati da un passante

viabilità

Senso unico alternato sul sovrappasso di via Cremonese su A1 e Tav, a Viarolo

GUSTO

Il miglior gelato gastronomico d'Italia è di Ciacco (secondo Gambero Rosso)

Presentata la "Guida 2019": Sanelli a Salso mantiene il voto più alto, i tre coni

sanità

I sindacati dei medici sospendono lo sciopero del 25 gennaio

Colorno

Si introduce nell'oratorio. Il prete che lo allontana resta ferito

FIDENZA

Nel sottopasso con il rosso: 94enne (ubriaco) provoca un incidente

1commento

CARABINIERI

Sequestrati migliaia di integratori: controlli dei Nas di Parma a Bologna e Modena

Controlli dei militari anche a Bari

AUTOSTRADA

Incidente e veicolo in avaria in A1: mattinata difficile. A15: lavori in corso questa sera

CURIOSITA'

«5» e «10»: anche questi sono segnali stradali (rari) Foto

OLTRETORRENTE

Vandali in azione: nuove scritte sul muro del Marconi e in via Bixio Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Software anti-ladri: diamo tutti una mano

di Laura Frugoni

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

tensioni

Frasi di Di Maio sulla Francia e l'Africa: scoppia un caso diplomatico. Parigi convoca l'ambasciatrice d'Italia

giallo

L'ombra della darknet sulla morte dello studente italiano a Parigi

SPORT

BASKET

Carpenedolo, i genitori ultrà insultano l'arbitro: l'allenatore ritira la squadra di 13enni

calcio

Il Milan espugna Marassi 2-0 e vola al 4° posto: curva Nord deserta per protesta Classifica

SOCIETA'

Evento tv

Celentano, apparizione lampo sul palco di "Adrian"

il caso

Luxuria spiega i transgender ai bimbi sulla Rai: esplode la polemica

MOTORI

ANTEPRIMA

Toyota, il nuovo Rav4 arriva a marzo

MOTORI

Citroën: ecco C3 Uptown, l'auto «pour homme»