16°

28°

news

Nel Mediterraneo più migranti per la fame che per le guerre

Nel Mediterraneo più migranti per la fame che per le guerre
Ricevi gratis le news
0
BRUXELLES - Le persone che arrivano e che migrano dal Mediterraneo lo fanno soprattutto a causa dell'insicurezza alimentare, con erosione dei suoli agricoli, cambiamenti climatici e crescita della popolazione che rendono la fame un motivo per andarsene più importante delle guerre. E' quanto è emerso a Bruxelles al Forum internazionale della Fondazione Barilla per l'alimentazione e la nutrizione (Bcfn).    Per la prima volta il Forum arriva nella capitale Ue, anticipando il tradizionale appuntamento di Milano (a novembre) e una nuova tappa in programma a New York a settembre, in coincidenza con l'Assemblea generale delle Nazioni unite. Il legame tra sicurezza alimentare, cambiamenti climatici e migrazioni e la necessità di promuovere un modello di sviluppo rurale per il Mediterraneo sono stati tra i temi principali affrontati negli interventi.   "Negli ultimi 10 anni il Sahara - ha detto Lucio Caracciolo dell'istituto MacroGeo - è cresciuto del 10% e l'erosione è un problema ormai anche in alcune regioni del nostro Sud". Questo vuol dire meno terra coltivabile e nuovi rischi per la produzione alimentare. L'agricoltura europea, ha ricordato un'analisi dell'Economist Intelligence Unit, produce il 10% delle emissioni totali di gas serra a livello Ue, che sale al 20-35% se si considera il settore agroalimentare. Il 12% dei terreni agricoli Ue, inoltre, è a rischio erosione per attività agricole intensive.    In questo contesto, è emerso dal Forum, nel Mediterraneo si concentrano tutte le sfide dello sviluppo sostenibile, dalla lotta alla fame ai cambiamenti climatici e alle grandi questioni ambientali, dalla qualità delle acque all'approvvigionamento di energia pulita, fino all'educazione e all'istruzione. "Dovremmo essere spaventati dalla situazione che ci sta di fronte, ma dovremmo anche essere affascinati dalle soluzioni" ha dichiarato Paolo Barilla, vicepresidente del Bcfn, aprendo la conferenza. Nel senso che il Mediterraneo può anche essere un laboratorio per le soluzioni, come quella realizzata da imprenditori quali Faris Farrag, egiziano che alleva pesci e produce ortaggi nel deserto, a pochi chilometri dal Cairo, grazie alla tecnica dell'acquaponica, che unisce coltivazioni idroponiche e acquacoltura.   Ai lavori ha partecipato anche il commissario Ue all'agricoltura Phil Hogan, che la scorsa settimana ha presentato una proposta di riforma della politica agricola comune, identificato dal Bcfn come uno dei terreni dove l'Ue può contribuire allo sviluppo sostenibile del Mediterraneo e del mondo. Tra le proposte che il Bcfn ha portato a Bruxelles il sostegno una 'nuova visione' per la politica agricola comune incentrata sulla sostenibilità, che promuova un modello mediterraneo di sviluppo rurale per tutti i paesi del bacino e tenga conto del nesso tra migrazioni e sicurezza alimentare.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

5commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

8commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

verdi off

Bianchi, rossi, verdi: variazioni (e sorrisi) a tema pic-nic al Parco Ducale Foto

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

ASTI

Il pick-up del padre lo investe: muore un bimbo di tre anni

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse