-0°

15°

news

Migranti: Msf, in Bosnia crisi umanitaria per 4mila persone

Migranti: Msf, in Bosnia crisi umanitaria per 4mila persone
Ricevi gratis le news
0
ROMA - In Bosnia-Erzegovina si profila una crisi per migliaia di profughi se non verrà avviata una risposta umanitaria prima che le temperature inizino a diminuire. Attualmente più di 4.000 migranti e rifugiati sono accampati tra mille disagi e rischi lungo il confine della Bosnia con la Croazia e vengono denunciate violenze e respingimenti. A lanciare l'allarme è Medici senza frontiere. "Si tratta di una situazione nuova per la Bosnia, che prima di quest'anno non aveva visto un numero significativo di persone transitare attraverso il paese come parte della cosiddetta rotta balcanica. Anche se il flusso di persone che arrivano nel paese è in aumento da mesi, le condizioni umanitarie nei due punti di maggiore affluenza rimangono pesantemente inadeguate", spiega una nota di Msf che con foto eloquenti documenta la situazione.   In particolare, ai margini della città di Biha?, circa 3.000 persone vivono dentro e intorno a un ex dormitorio, con pozze di fango sul pavimento. Poco lontano dalla vicina città di Velika Kladuša, inoltre, circa 1.000 persone vivono in tende e rifugi improvvisati. Intorno vengono scavate fosse per evitare gli allagamenti durante i temporali. "Adulti, famiglie e bambini non accompagnati si affollano in entrambe le località. Vengono da paesi come Pakistan, Afghanistan, Siria, Iraq per fuggire da conflitti e povertà nei paesi di origine", sottolinea Msf.   "Le pessime condizioni negli insediamenti transitori al confine della Bosnia-Erzegovina sono rese peggiori da una risposta lenta e inadeguata", afferma Juan Matias Gil, capo missione di Msf per Serbia e Bosnia-Erzegovina. "Non solo non hanno accesso alle cure mediche, ma non hanno neanche assistenza di base come cibo, riparo, vestiti e servizi igienici", aggiunge Gil. Da giugno, Msf sta lavorando in entrambi i siti e in collaborazione con le autorità mediche locali, gestisce una piccola clinica mobile. "Con l'arrivo dell'inverno non c'è tempo da perdere: in Serbia e lungo i suoi confini, la mancanza di un piano coordinato ha lasciato migliaia di persone al freddo per diversi inverni consecutivi. Man a mano che le frontiere dell'Ue si sono chiuse, migliaia di persone si sono ritrovate bloccate, Msf ha curato persone per ipotermia, congelamento e malattie respiratorie perché per scaldarsi devono bruciare materiali di fortuna. Migranti e richiedenti asilo che cercano di attraversare i confini settentrionali della Serbia hanno ripetutamente denunciato le violenze da parte delle guardie di frontiera. Nei primi sei mesi del 2017, Msf a Belgrado ha trattato 24 casi di traumi intenzionali che secondo quanto riferito si sono verificati lungo il confine tra Serbia e Croazia. I profughi provengono principalmente da campi informali in Serbia, alcuni hanno tentato nuove rotte dalla Grecia attraverso l'Albania e il Montenegro per arrivare qui".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Calcio: Paolo Rossi duetta con 'Ridge' di Beautiful

strana coppia

Paolo Rossi duetta con "Ridge" di Beautiful in Toscana Video

Morto Franco Rosi, 'fu' il Telegattone

TELEVISIONE

E' morto l'imitatore Franco Rosi, la voce del Telegattone Video

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

festival del cinema

La paranza dei bambini miglior sceneggiatura a Berlino

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

L'ESPERTO

«Quota 100», per la riscossione del Tfr non è cambiato nulla

di Paolo Zani

Lealtrenotizie

bar cocktail

esercizi commerciali

Pioggia di multe nei bar: 15 violazioni e un "conto" da quasi 10mila euro

1commento

lago ballano

Comitiva di ciaspolatori in difficoltà per il ghiaccio: interviene il Soccorso alpino

dopo l'uccisione

Fontevivo, coi cani in piazza per ricordare Moon e Shadow Foto

Fontevivo

Raid della «banda dei profumi», ma arrivano i carabinieri

ambiente

Fino alle 18.30 la domenica è ecologica - La mappa

3commenti

SERIE A

D'Aversa: "Dobbiamo ritrovare la cattiveria del girone d'andata"

COLLECCHIO

Centrosinistra, oggi le primarie. Dondi o Galli, chi sarà la candidata sindaca?

Fiere

Francesco Moser al Travel Outdoor Fest: «Così mi tengo in forma»

FIDENZA

Riaperto il cantiere sulla via Emilia, prime code a Parola

UNIVERSITA'

Burioni a Parma per un seminario sui vaccini

FIDENZA

Addio a Colabove, ex carabiniere e impiegato bancario

ASSOCIAZIONE

Centro aiuto alla vita, da 40 anni accanto a chi ha bisogno di sostegno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

CALCIO

Il pagellone di Cagliari - Parma: votate

EDITORIALE

Silvio e Matteo amici-nemici. Il centrodestra si sgretola?

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Simula il pagamento dei mobili antichi e le prosciuga il conto: denunciato

social network

Raccoglie carte e cicche nel centro storico, il sindaco di Pesaro la cerca su Fb

SPORT

Serie A

Bergamo: il Milan, trascinato da Piatek, batte l'Atalanta (3-1)

como

Sasso contro l'auto di Wanda Nara. A bordo c'erano anche 3 figli

SOCIETA'

ARCHEOLOGIA

Pompei, dopo Leda affiora uno strepitoso affresco con Narciso Foto

ANIMALI

Gatti, oggi è il giorno della loro festa nazionale

MOTORI

MOTORI

Auto: dal 2020 sarà obbligatoria la frenata automatica d'emergenza

motori

Crazyrun: 500 km di divertimento a bordo di una supercar