20°

Testimonianza

Pellegrini di Fidenza nei luoghi di San Francesco: "Esperienza esaltante"

Pellegrini di Fidenza nei luoghi di San Francesco: "Esperienza esaltante"
Ricevi gratis le news
0

I pellegrini di Fidenza che negli anni scorsi hanno camminato lungo la Via Francigena verso Roma quest'anno hanno scelto di seguire le orme di San Francesco. Valentino Allegri, Gabriele Spaggiari, Franco Antonelli, Luciana Bazzini e Renato Bazzini hanno camminato per 230 chilometri da La Verna ad Assisi, con una temperatura di 27-28 gradi e per diverse tappe a un'altitudine attorno ai mille metri, immersi nella natura. 

Valentino Allegri vuole condividere la sua esperienza con i lettori di Gazzettadiparma.it. Pubblichiamo alcune sue considerazioni sul pellegrinaggio, che definisce "un'esperienza esaltante": 

 

Abbiamo chiuso questa magnifica esperienza umbra in una città simbolo di amore, fratellanza e anche di gioia degli occhi, perché riempie, anzi fa tracimare con la sua bellezza il vaso che goccia dopo goccia (di sudore), giorno dopo giorno, abbiamo riempito nel pellegrinaggio che ci ha portato a piedi da La Verna ad ASSISI. Lo abbiamo fatto attraversando territori incontaminati, di rara bellezza paesaggistica, boschi, prati e valli dai colori sfavillanti che ci coinvolgevano e ci facevano superare anche più agevolmente le pur frequenti e dure difficoltà del percorso, pregando e cantando. Abbiamo conosciuto persone semplici e asceti che ti fanno capire ancora di più questa terra e la forza interiore che da essa emana.

Per i motivi suddetti e molti, anzi moltissimi altri, mi pare giusto analizzare quanto ci abbia dato.
Comunemente l’Umbria è considerata il cuore verde d’Italia, è un’etichetta semplicistica e pubblicitaria che tralascia ben più grandi peculiarità di questa Regione e dei suoi abitanti. Non per niente sono eredi diretti di una cultura e di una spiritualità che deriva direttamente dagli Etruschi, un popolo che, pur se ancora in parte sconosciuto, ha insegnato e seminato in ogni campo del vivere civile (vedi Le tavole Eugubine). Gli Umbri, a differenza di altre popolazioni italiane, non ha dimenticato queste radici e tanto meno queste peculiarità. E’ un popolo prevalentemente contadino e per questo ama e rispetta la sua terra, è un popolo che ama il bello e lo si vede e lo si sente ovunque, sia nella bellezza dei suoi paesaggi, che dei suoi monumenti e centri storici. Un Santo come San Francesco non poteva che nascere in Umbria, Lui che è il condensato dell’amore per gli uomini, per gli animali e per la natura che ha esaltato con il sublime” Cantico delle Creature”, e ha fatto dell’accoglienza uno dei temi portanti del suo insegnamento e della Sua Regola, da Lui e grazie a Lui abbiamo conosciuto, in questo cammino, persone sante, come l’asceta frate Francesco che vive in un eremo, il Cerbaiolo, persone aperte all’amicizia, alla generosità, all’accoglienza. Quando si arrivava alla fine della tappa non eravamo dei semplici clienti o pellegrini ma era come fossero arrivati dei parenti, a cominciare dei volontari, che si assumono ogni giorno l’onere dell’accoglienza nell’Ostello pur non essendo del posto, e hanno condiviso fraternamente con noi il gusto dei momenti conviviali.

Ma anche gli abitanti si sono messi a nostra disposizione e servizio: è stato esaltante l’incontro con le famiglie dei giovani di Gubbio che per 5 mesi mettono a disposizione il loro tempo libero per l’animazione dell’oratorio e per l’accoglienza ai pellegrini, e coi rappresentanti dell’Avis, con i quali abbiamo messo in comune esperienze che mettono alla prova noi stessi e diventano al tempo stesso un esempio positivo per altri, capaci di infondere fiducia e coraggio per affrontare, anche faticando, la vita, ed esaltarla anche attraverso il camminare insieme, godendo con semplicità ed amicizia di quello che S. Francesco e la sua terra “verde oro” (per le distese di ginestre), ci hanno infuso negli occhi e nel cuore. Tutto ciò resterà indelebilmente fra i nostri più cari ricordi. Importante e significativo è stato poi l’incontro con uno degli autori della guida che ha voluto sapere e conoscere le nostre considerazioni e proposte migliorative. Non ho parlato di paesi, città e bellezze artistiche che abbiamo visto, per paura di dimenticarne qualcuna e per non fare classifiche, ma vi citerò solo le tappe del nostro indimenticabile, bellissimo e faticoso cammino:

La Verna – Pieve S. Stefano – La Montagna – Citerna – Città di Castello – Pieve de’ Saddi – Pietralunga – Gubbio – Belluggello – ASSISI
Un’esperienza esaltante da consigliare al miglior amico e non. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel