15°

27°

SCUOLA

Fidenza: cinque classi dell'Itis «ospitate» al D'Annunzio

Assegnazione di cinque aule della sede di via Alfieri all'Itis Berenini

Itis Berenini

Ricevi gratis le news
0

L'anno scolastico inizia con una novità «logistica» a Fidenza: cinque classi dell'istituto Berenini troveranno posto all’interno dell’adiacente liceo D’Annunzio, in via Alfieri. Di conseguenza, 5 classi del liceo scientifico e linguistico D’Annunzio si trasferiscono in via Manzoni, dove già sono posizionati il liceo classico e l’ex ragioneria. Si tratta di una decisione dalla Provincia, a cui fanno capo le scuole superiori, per far fronte a una carenza di spazi del Berenini.
La decisione comporta il trasferimento delle classi 1 A scientifico, 1 e 2 A e B Linguistico dalla sede di via Alfieri a quella di via Manzoni. Da parte sua la dirigente del Berenini, Rita Montesissa, chiarisce che «la scuola ha bisogno di nuovi spazi in quanto l’aumento degli iscritti e delle classi e i nuovi indirizzi avviati necessitano di aule e laboratori».


Oggi la presidente del Consiglio di istituto Camilla Marenzoni ha reso nota questa lettera, inviata a Comune, Provincia e ai media:

A nome di tutti i componenti il Consiglio di Istituto, con la presente, si intende evidenziare la decisione della Provincia di Parma di assegnare, per quest’anno scolastico,  cinque aule della sede di Via Alfieri del ns. Istituto, ove hanno sede il Liceo Linguistico e lo Scientifico all’ITIS Berenini di Fidenza, che lamenta la carenza di aule, spazi e laboratori, costringendo il nostro Istituto a posizionare le relative cinque classi presso la sede di Via Manzoni.

Lo spostamento delle cinque classi causerà un “pendolarismo didattico” tra le due sedi di 22 docenti con evidenti ripercussioni sull’orario delle lezioni e sugli studenti, che avranno quasi certamente quadri orari inadeguati, con le materie più impegnative non opportunamente distribuite oppure, come avviene già in altre scuole della provincia, con materie dislocate senza alcun criterio didattico, inserite nel piano settimanale con il solo scopo di totalizzare il numero di ore previste dai curricula.

Il Dirigente scolastico, Prof. Giovanni Fasan, che ringraziamo per l’impegno profuso nella nostra scuola e per l’alta professionalità che ha sempre dimostrato in questi anni, ci ha informato che troveranno spazio in via Manzoni 4 classi del liceo linguistico e una dello scientifico: detta soluzione permette il minor disagio possibile per i docenti e, di conseguenza, per gli studenti. Tale disagio non potrà ovviamente azzerarsi e comunque causerà negli studenti una inevitabile perdita di identità di uno spazio (la sede di via Alfieri) in cui i due licei, linguistico e scientifico si sono sviluppati e consolidati negli anni, e che, a seguito della decisione della Provincia, rischia di condannarli a non avere più una precisa collocazione. 

L’organizzazione adottata comporterà, purtroppo, disagi per l’utilizzo dei laboratori, in particolare per quello linguistico, presente anche nella sede di via Manzoni, ma con una impostazione diversa da quella di via Alfieri, con un evidente impoverimento dell’offerta formativa per le classi spostate, nonostante gli sforzi economici che negli ultimi anni le famiglie dei nostri studenti hanno sostenuto, per la realizzazione del predetto laboratorio e di alcune aule polifunzionali (aula TEAL e future classroom), condividendo l’idea ed accettando l’impegno per una scuola migliore e all’avanguardia.

Paradossalmente viene privata di spazi proprio una scuola che degli spazi flessibili e funzionali alla didattica è diventata punto di riferimento a livello nazionale da diversi anni, da quando INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa) l’ha inserita tra le 22 scuole italiane più innovative.

Questo riconoscimento nazionale ha comportato, tra l’altro, un incremento notevole del numero delle iscrizioni del comparto liceale che, in via Alfieri, non ha spazi superflui, anzi avendo visto crescere la propria utenza ha dovuto, già da circa 6 anni, economizzare sui propri spazi e rinunciare ad un’Aula Magna per ricavarne due aule-classe.

Sarebbe stato più opportuno che la Provincia avesse reperito gli spazi richiesti dall’ITIS Berenini all’interno dell’edificio stesso, che dispone di spazi straordinariamente ampi dai quali sarebbe stato possibile ricavare i laboratori di cui lamenta la carenza, o in altre strutture, oppure che avesse fatto sostenere le difficoltà del trasferimento all’Istituto che ha necessità di più aule.

Evidentemente, tale soluzione non avrebbe causato il disagio evidenziato con rischio di penalizzazione della nostra offerta formativa. 

Ci si augura, pertanto, che la situazione descritta sia limitata al corrente anno scolastico, anche al fine di evitare giuste e doverose rimostranze da parte di tutti gli utenti dell’Istituto.

Scienze vol.1: vediamo quanto ne sai CLICCA QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La Moric torna al Gf ed è una furia: "Bulli da tastiera, marci dentro"

Grande Fratello

La Moric torna al Gf ed è una furia: "Bulli da tastiera, marci dentro"

Luca Carboni

Luca Carboni

MUSICA

Carboni, lo "Sputnik Tour" fa tappa anche a Parma

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

musica

Ricovero urgente per Gallo, il bassista di Vasco

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Oggi nuovo esame di scienze: che voto ti darebbe Piero Angela?

GAZZAFUN

Esame di cultura nerd: scopri se Sheldon ti promuoverebbe!

Lealtrenotizie

Maltrattamenti e violenze sui bimbi, arrestate due maestre a Colorno

colorno

Maestre arrestate per maltrattamenti: denuncia partita da una mamma Il video-choc

Le due hanno 47 e 59 anni, e da anni insegnavano nella scuola materna Belloni

11commenti

dolore

Busseto in lacrime per la scomparsa della piccola Carla Video

calcio

Gilardino insultato (rigore sbagliato) vorrebbe lasciare lo Spezia

COLLECCHIO

Conigli morti per avvelenamento? Chiuso l'intero parco Nevicati

Già partita una denuncia contro ignoti

8commenti

anteprima gazzetta

Maltrattamenti all'asilo, due maestre arrestate: tutti i dettagli

Con la Gazzetta

Parma in A, storie, emozioni, ricordi, sondaggio: domani speciale 28 pagine

Azzardo

Entro l'anno via le slot da 252 esercizi pubblici

15commenti

12 tg parma

Parma in A, il Comune: " E ora ristrutturiamo il Tardini" Video

10commenti

calcio

Parma in A, Faggiano già al lavoro per costruire la squadra del prossimo anno Video

soldi

A Parma cresce la spesa per luce e gas Video

2commenti

scomparso

James è stato ritrovato: era stato accompagnato in ospedale

Lutto

Muore campione di powerlifting

evento

"Massese più sicura", sabato 26 camminata Langhirano-Parma Video

Bedonia

Telefonini, da 15 giorni l'Alta val Ceno è isolata

Il sindaco Berni: «Proteste dagli abitanti di Anzola, Volpara e Casalporino

1commento

Oltretorrente

Passante segue e fa arrestare un ladro

5commenti

Tribunale

Picchiava e violentava la moglie: condannato

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

SONDAGGIO

Parma (ritorna) in A, ma qual è la più grande "goduta" della storia? Vota

LA BACHECA

Ecco 20 nuove offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

governo

Mattarella dà l'incarico a Conte che accetta con riserva. Arrivato e ripartito dal Quirinale in taxi, con scorta

3commenti

taranto

Prof chiede la sospensione di uno studente, picchiato dal papà

2commenti

SPORT

Atletica

Tortu a 10.03 sui cento metri: è a due centesimi dal record di Mennea

football americano

Nfl: squadra multata se un giocatore s'inginocchia durante l'inno

SOCIETA'

ARTE

Scoperto un nuovo Mantegna a Bergamo

SCUOLA

Anni di piombo: la lezione all'Astra con il Bertolucci e le ricerche del Toschi su Moro

MOTORI

MOTORI

Ford Fiesta Active, 2 centimetri in più per sentirsi Suv

ANTEPRIMA

Nuova Audi A6, la tradizione continua. E il mild-hybrid è di serie